SPID, CIE e CNS per i servizi online INAIL: dal 1° dicembre obbligo per i patronati

Giuseppe Guarasci - Leggi e prassi

SPID, CIE e CNS, con la circolare INAIL numero 36 del 19 ottobre 2020 l'Istituto fornisce la tabella di marcia per l'adeguamento agli obblighi del decreto Semplificazioni. Dal 1° dicembre 2020 c'è l'obbligo di utilizzo per i servizi online per i patronati, dal 28 febbraio 2021 non saranno rilasciate nuove credenziali.

SPID, CIE e CNS per i servizi online INAIL: dal 1° dicembre obbligo per i patronati

SPID, CIE e CNS, l’INAIL rende nota la tabella di marcia per l’adeguamento agli obblighi del decreto Semplificazioni.

Nella circolare numero 36 del 19 ottobre 2020 viene riportato il calendario ed i destinatari specifici del graduale passaggio all’utilizzo esclusivo di SPID, Carta di identità elettronica e Carta nazionale dei servizi per l’accesso ai servizi online dell’Istituto.

Dal 1° dicembre 2020 c’è l’obbligo per tutti i patronati.

A partire dal 28 febbraio 2021 non verranno più rilasciate nuove credenziali INAIL e i nuovi soggetti dovranno utilizzare obbligatoriamente le nuove modalità.

I soggetti già registrati potranno invece utilizzare le vecchie credenziali fino a nuova data indicata dall’Istituto e non oltre la scadenza del 30 settembre 2021.

Il video dell’INAIL spiega il passaggio graduale all’utilizzo delle nuove credenziali.

SPID, CIE e CNS, modalità esclusive per i servizi INAIL online dal 28 febbraio 2021

SPID, CIE e CNS saranno le uniche modalità per accedere ai servizi dell’INAIL a partire dal prossimo 28 febbraio 2021.

Da tale data, infatti, non saranno più rilasciate nuove credenziali.

Dal 1° dicembre 2020, invece, l’obbligo di utilizzo di SPID, CIE e CNS interessa tutti i patronati.

La tabella di marcia stabilita dall’Istituto per l’adeguamento agli obblighi del decreto Semplificazioni è riportata nella circolare numero 36 del 19 ottobre 2020.

INAIL - Circolare numero 36 del 19 ottobre 2020
Accesso ai servizi in rete dell’Inail esclusivamente tramite le identità digitali. Piano di progressiva transizione. Prima fase riguardante gli intermediari e gli Istituti di patronato.

Il documento di prassi definisce il graduale passaggio all’utilizzo delle identità digitali.

Un video INAIL riassume le principali tappe della transizione.

Come anticipato, la prima categoria di soggetti interessata al passaggio all’utilizzo esclusivo di SPID, Carta di identità elettronica e Carta nazionale dei servizi è quella degli istituti di patronato, compresi i patronati zonali delegati dai patronati nazionali, e di assistenza sociale, oltre ai consulenti del lavoro e i soggetti registrati in specifici gruppi e profili.

Dal 1° dicembre 2020 tali categorie potranno accedere ai servizi in rete e online esclusivamente attraverso le nuove modalità, quindi non potranno più utilizzare le vecchie credenziali.

Un altra scadenza di cui tenere conto è quella del 28 febbraio 2021, data a partire dalla quale non saranno più rilasciate nuove credenziali INAIL.

I nuovi soggetti che devono utilizzare i servizi online dovranno accedere attraverso le identità digitali.

Per coloro i quali sono già in possesso delle vecchie credenziali, invece, sarà individuato un termine diverso. In ogni caso non oltre la data del 30 settembre 2021.

SPID, CIE e CNS, INAIL: la tabella di marcia dell’INAIL

Un’ulteriore data da tenere presente per l’adeguamento progressivo dei servizi INAIL agli obblighi previsti dal decreto Semplificazioni è il 1° marzo 2021.

A decorrere da tale termine, inizierà la terza fase che riguarda gli utenti registrati nel profilo Amministrazioni statali in gestione per conto dello Stato, sia nuovi che già registrati.

Anche per tale categoria, dal 1° marzo sono permesse esclusivamente le modalità di accesso con identità digitali.

In base all’andamento del piano di transizione, l’Istituto lascia aperte la possibilità di individuare un’ulteriore scadenza nel mese di maggio 2021, che riguardi altre categorie di utenti.

La transizione sarà completata alla data del 1° ottobre 2021.

L’INAIL inoltre fornisce i recapiti per assistenza:

“Per eventuali richieste di assistenza è possibile rivolgersi, dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 18:00, al Contact Center (06.6001) o in alternativa al servizio online “Inail risponde”, disponibile nella sezione “Supporto” del portale.”

Per ricapitolare le date del piano di transizione può essere utile fare riferimento alla seguente tabella riepilogativa.

Data Adempimento
1° dicembre 2020 obbligo per gli istituti di patronato, compresi i patronati zonali delegati dai patronati nazionali, e di assistenza sociale, consulenti del lavoro e i soggetti registrati in specifici gruppi e profili
28 febbraio 2021 termine per il rilascio delle credenziali INAIL
1° marzo 2021 obbligo per gli utenti registrati nel profilo Amministrazioni statali in gestione per conto dello Stato, sia nuovi sia già registrati
maggio 2021 possibile scadenza per nuove categorie di utenti
30 settembre 2021 obbligo per tutti gli utenti
1° ottobre 2021 completamento del piano di transizione

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network