Partite IVA, lettere dell’Agenzia delle Entrate nel Cassetto Fiscale su 23 anomalie ISA

Anna Maria D’Andrea - Studi di settore

Lettere dell'Agenzia delle Entrate in arrivo nel Cassetto Fiscale di milioni di partite IVA in merito alle 23 anomalie ISA individuate per il triennio duemiladiciotto/duemilaventi. A fornire indicazioni operative e specifiche tecniche è il provvedimento pubblicato il 24 giugno.

Partite IVA, lettere dell'Agenzia delle Entrate nel Cassetto Fiscale su 23 anomalie ISA

Partite IVA, dalle 23 anomalie ISA individuate dall’Agenzia delle Entrate prende il via la nuova campagna di lettere ai contribuenti.

Nel Cassetto Fiscale saranno messe a disposizione le comunicazioni relative a possibili omissioni o anomalie nei dati dichiarati ai fini ISA con la dichiarazione dei redditi.

A definire i dettagli è il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 24 giugno 2022, con il quale sono approvate le specifiche tecniche relative alle anomalie ISA relative al triennio 2018-2019-2020.

Ai titolari di partita IVA, anche mediante intermediari, il compito di fornire il proprio feedback alle segnalazioni del Fisco.

Partite IVA, lettere dell’Agenzia delle Entrate nel Cassetto Fiscale su 23 anomalie ISA

Tra le novità alla base degli ISA, lo strumento che ha preso il posto degli studi di settore, c’è il dialogo più serrato tra contribuenti e Fisco, con il fine di favorire il rispetto degli obblighi tributari e l’adempimento spontaneo.

Il provvedimento pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 24 giugno 2022 è parte delle strategie messe in atto dall’Amministrazione Finanziaria, e informa che all’interno del Cassetto Fiscale sono messi a disposizione del contribuente elementi e informazioni relative ad anomalie negli Indici di affidabilità fiscale, al fine di correggere eventuali errori o omissioni.

Le specifiche tecniche allegate al provvedimento rendono quindi note ai titolari di partita IVA le 23 anomalie alla base della messa a punto delle lettere dell’Agenzia delle Entrate, 11 relative alle attività d’impresa, 5 alle attività professionali e ulteriori 7 per ambedue le tipologie di reddito.

Tra le anomalie ISA vi sono ad esempio quelle relative alle imprese in contabilità ordinaria per le quali si riscontrano gravi e ripetute incongruenze nella gestione del magazzino, quella relativa a chi si è escluso dall’applicazione degli Indici per periodi di non ordinario svolgimento dell’attività o ancora le incongruenze ricavate dal confronti dei dati nelle Certificazioni Uniche.

Le lettere dell’Agenzia delle Entrate inviate ai titolari di partita IVA sono reperibili all’interno del Cassetto Fiscale e sono trasmesse tramite Entratel all’intermediario.

L’accesso ai canali digitali di comunicazione tra contribuenti e Fisco è ammesso mediante credenziali SPID, CIE, CNS, e in via residuale se ancora utilizzabili mediante le credenziali Entratel/Fisconline.

Un avviso personalizzato accessibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate informerà sulla pubblicazione della comunicazione relativa alle anomalie negli ISA per gli anni dal 2018 al 2020.

Agenzia delle Entrate - provvedimento del 24 giugno 2022
Definizione delle modalità con cui l’Agenzia delle entrate mette a disposizione dei contribuenti tenuti alla applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) di cui all’articolo 9-bis del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96 o dei loro intermediari, elementi e informazioni al fine di introdurre nuove e più avanzate forme di comunicazione tra il contribuente e l’amministrazione fiscale, anche in termini preventivi rispetto alle scadenze fiscali, finalizzate a semplificare gli adempimenti, stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari e favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili - disposizioni di attuazione dell’articolo 1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190
Provvedimento del 24 giugno 2022 - Allegato 1
Specifiche tecniche anomalie ISA

Partite IVA, software anomalie ISA per chiarimenti e precisazioni, versamenti con ravvedimento operoso

Tramite l’apposito software, i titolari di partita IVA potranno segnalare all’Agenzia delle Entrate eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti, fornendo quindi informazioni alla stessa non note.

Come indicato nel provvedimento del 24 giugno 2022, il software consente di descrivere anche in modalità testuale gli elementi utili per giustificare le anomalie ISA segnalate dall’Agenzia delle Entrate.

Il software potrà essere altresì utilizzato dagli intermediari incaricati della trasmissione delle dichiarazioni in relazione ai contribuenti per i quali hanno ricevuto delega.

Al contribuente inoltre la possibilità di regolarizzare errori o omissioni, beneficiando della riduzione delle sanzioni previste mediante ravvedimento operoso, secondo tempi e regole indicati dall’articolo 13 del d.lgs. 18 dicembre 1997 n. 472.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network