Modello 770/2018 e cu autonomi: scadenza il 31 ottobre

Redazione - Modello 770

La scadenza per l'invio telematico della certificazione unica autonomi è fissata al 31 ottobre 2018, termine di invio del modello 770/2018 per i sostituti d'imposta.

Modello 770/2018 e cu autonomi: scadenza il 31 ottobre

La certificazione unica autonomi dovrà essere inviata entro la scadenza del 31 ottobre 2018, insieme al modello 770/2018.

Il modello 770 è la dichiarazione che deve essere compilata e trasmessa obbligatoriamente dai sostituti d’imposta e la Legge di Bilancio 2018 ha fissato al 31 ottobre la scadenza per la comunicazione dei dati relativi al 2017.

I sostituti d’imposta (datori di lavoro e enti pensionistici, amministrazioni dello Stato, ecc.) devono comunicare all’Agenzia delle Entrate, tramite il modello 770, i dati relativi alle ritenute effettuate in ciascun periodo d’imposta, quelli relativi ai versamenti eseguiti, i crediti, le compensazioni operate e i dati contributivi e assicurativi.

La dichiarazione modello 770 si compone di due modelli: il 770 Semplificato e il 770 Ordinario. In relazione ai dati da comunicare e ai quadri del modello da compilare, i soggetti tenuti a presentare la dichiarazione devono trasmettere uno o entrambi i modelli.

Nella Certificazione Unica devono essere invece indicati i dati fiscali e previdenziali relativi alle certificazioni lavoro dipendente, assimilati e assistenza fiscale alle certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

Scadenza modello 770/2018 e certificazione unica autonomi e dipendenti

La scadenza del modello 770/2018 è stata fissata al 31 ottobre 2018 dall’ultima Legge di Bilancio.

Entro la stessa data è previsto il termine di invio telematico della certificazione unica dei lavoratori autonomi, ovvero tutti coloro che non sono interessati dalla compilazione ed invio telematico del modello 730 precompilato.

È bene tuttavia chiarire che nel caso delle Cu non si tratta né di una proroga né di una remissione in termini.

Semplicemente l’Agenzia delle Entrate, dopo che anche lo scorso anno aveva confermato la possibilità di inviarla entro la stessa scadenza del modello 770, ha chiarito che le certificazioni uniche degli autonomi possono essere trasmesse anche oltre il termine ordinario fissato al 7 marzo.

Come specificato dall’Agenzia delle Entrate e come avvenuto anche lo scorso anno, la scadenza del 7 marzo per l’invio della Certificazione Unica riguarda esclusivamente i lavoratori dipendenti o, comunque, coloro che sono interessati dalla redazione del modello 730 precompilato.

Di fatto la certificazione unica 2018 ha una doppia scadenza:

  • scadenza 7 marzo 2018 per la certificazione unica 2018 dei lavoratori dipendenti e/o di coloro che comunque sono interessati alla compilazione della dichiarazione dei redditi modello 730 precompilato;
  • scadenza 31 ottobre 2018 - ovvero scadenza del modello 770/2018 - per lavoratori autonomi o comunque per coloro che non sono interessati alla compilazione della dichiarazione dei redditi modello 730 precompilato.

A conferma di tale posizione l’Agenzia delle Entrate ha previsto la possibilità di rinvio della trasmissione anche nelle istruzioni per la compilazione della CU 2018:

Si precisa che la trasmissione telematica delle certificazioni uniche contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione dei redditi precompilata può avvenire entro il termine di presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770), ossia entro il 31 ottobre 2018.

Modello 770: qual è la differenza tra ordinario e semplificato?

Qual è la differenza tra modello 770 semplificato e modello 770 ordinario?

Nel modello 770 Semplificato devono essere indicati:

  • i dati dei versamenti effettuati, dei crediti e delle compensazioni operate (solo quando il sostituto d’imposta non è obbligato a presentare anche il modello 770 Ordinario)
  • i dati relativi alle somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi (da parte del solo debitore principale) nonché le ritenute operate sui bonifici disposti dai contribuenti per usufruire di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d’imposta.

Nel modello 770 Ordinario, invece, devono essere inseriti i dati relativi a:

  • ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale, operazioni di natura finanziaria
  • versamenti effettuati, compensazioni operate e crediti d’imposta utilizzati.

Scadenza modello 770

La sua scadenza “naturale” del modello 770 era fissata al 31 luglio di ogni anno.

Tuttavia negli anni si è consolidata la cattiva prassi della proroga della scadenza del modello 770 a settembre, nel 2017 addirittura ad ottobre.

Con la Legge di Bilancio 2018 la scadenza del modello 770 è stata fissata al 31 ottobre, così come richiesto dai professionisti del settore per evitare che si sovrappongono più adempimenti fiscali nello stesso periodo.