Infortunio sul lavoro e malattie professionali, rendite INAIL più alte dal 1° luglio 2022

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Infortunio sul lavoro e malattie professionali, salgono gli importi delle rendite INAIL a decorrere dal 1° luglio 2022. A stabilirlo è il Ministero del Lavoro, con i decreti pubblicati il 6 luglio contenenti la rivalutazione delle prestazioni economiche per i settori industria, navigazione e agricoltura.

Infortunio sul lavoro e malattie professionali, rendite INAIL più alte dal 1° luglio 2022

Infortunio sul lavoro e malattie professionali, aumenta l’importo delle rendite INAIL riconosciute con decorrenza dal 1° luglio 2022.

A stabilirlo sono i decreti n. 106 e 108 pubblicati il 6 luglio nella sezione Pubblicità Legale del sito del Ministero del Lavoro, contenenti la rivalutazione delle prestazioni economiche relative ai settori industria, navigazione e agricoltura.

La retribuzione media giornaliera per determinare minimale e massimale della retribuzione annua è pari a 84,67 euro, e i due parametri sono quindi fissati a 17.780,70 euro e 33.021,30 euro.

Tra i nuovi valori approvati, il Ministero del Lavoro comunica quindi che è pari a 585,51 euro l’assegno per assistenza personale continuativa riconosciuto dal 1° luglio, mentre l’assegno una tantum in caso di morte (assegno funerario) passa a 10.742,76 euro.

Infortunio sul lavoro e malattie professionali, rendite INAIL più alte dal 1° luglio 2022

Il coefficiente di rivalutazione da applicare dal mese in corso alle retribuzioni prese come base per il calcolo delle rendite INAIL è pari all’1,019 per cento, e l’indice di variazione tra il 2020 e il 2021 è quindi pari all’1,9 per cento.

Questa la base di partenza per la rivalutazione delle prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattie professionali disposta dai decreti del Ministero del Lavoro pubblicati il 6 luglio 2022.

La retribuzione media giornaliera viene fissata a 84,67 euro, e il minimale e il massimale di retribuzione annua è quindi stabilito a 17.780,70 euro e 33.021,30 euro a decorrere dal 1° luglio 2022.

I parametri di cui sopra per i componenti lo stato maggiore della navigazione marittima e della pesca marittima sono fissati a 47.550,67 euro per i comandanti e i capi macchinisti, a 40.285,99 euro per i primi ufficiali di coperta e di macchina e a 36.653,64 per gli altri ufficiali.

La retribuzione annua convenzionale utilizzata per la liquidazione delle rendite per inabilità permanente e per morte è invece fissata a 26.837,14 euro, mentre per quel che riguarda i lavoratori autonomi e loro superstiti è pari a 17.780,70 euro, pari al minimale previsto per i lavoratori dell’industria.

Sono questi alcuni dei parametri fissati dai decreti del Ministero del Lavoro sulla rivalutazione delle rendite per infortunio e malattia professionale, ma non solo.

Sale da 574,59 a 585,51 euro l’assegno per assistenza personale e continuativa a decorrere dal 1° luglio 2022, mentre per l’assegno funerario erogato in caso di morte si passa da 10.542,45 a 10.742,76 euro.

Infortunio sul lavoro e malattia professionale, dal 1° luglio 2022 nuovi importi degli assegni mensili per industria e agricoltura

Nuovi valori anche per la determinazione degli assegni continuativi mensili erogati ai lavoratori dell’industria e dell’agricoltorua in caso di infortunio sul lavoro o malattia professionale, determinati in base al grado di invalidità.

Dal 1° luglio 2022, l’importo spettante nell’industria è determinato secondo i seguenti parametri:

Grado inabilitàImporto mensile
dal 50 al 59 per cento € 328,53
dal 60 al 79 per cento € 460,93
dall’80 all’89 per cento € 855,80
dal 90 al 100 per cento € 1.318,48
100 per cento + a.p.c € 1.904,74

Agli invalidi per infortunio sul lavoro in agricoltura, sono concessi i seguenti assegni continuativi mensili:

Grado inabilitàImporto mensile
dal 50 al 59 per cento € 411,50
dal 60 al 79 per cento € 574,23
dall’80 all’89 per cento € 985,85
dal 90 al 100 per cento € 1.397,11
100 per cento + a.p.c € 1.982,93
Ministero del Lavoro - decreto numero 106 del 9 giugno 2022
Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 106 del 9 giugno 2022, ammesso alla registrazione della Corte dei Conti il 1° luglio 2022, al n. 1805, concernente la rivalutazione delle prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattie professionali per i settori industria, navigazione e agricoltura, con decorrenza dal 1° luglio 2022
Ministero del Lavoro - decreto numero 108 del 15 giugno 2022
Decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali n. 108 del 15 giugno 2022, ammesso alla registrazione della Corte dei Conti il 1° luglio 2022, al n. 1801, concernente la rivalutazione delle prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattie professionali per i settori industria, navigazione e agricoltura con decorrenza dal 1° luglio 2022

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network