ISA 2022, acquisizione ulteriori dati in modalità massiva: specifiche tecniche e istruzioni

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazione dei redditi

ISA 2022, pronte le istruzioni e le specifiche tecniche per l'acquisizione degli ulteriori dati. A definire le regole è il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate pubblicato il 21 aprile, che delinea le modalità di richiesta da parte dei soggetti delegati e non alla consultazione del cassetto fiscale.

ISA 2022, acquisizione ulteriori dati in modalità massiva: specifiche tecniche e istruzioni

ISA 2022, pronte le istruzioni e le specifiche tecniche per l’acquisizione degli ulteriori dati.

A definirle è il provvedimento pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 21 aprile 2022, uno dei tasselli necessari per stabilire le regole relative alla “pagella dell’imprenditore”, in vista della presentazione della dichiarazione dei redditi.

Sono due le procedure previste, e riguardano i soggetti incaricati alla trasmissione telematica delegati e non delegati alla consultazione del cassetto fiscale del contribuente.

In ambedue i casi, l’invio dei file necessari dovrà avvenire tramite il servizio telematico Entratel, secondo le specifiche tecniche allegate al provvedimento del 21 aprile 2022.

ISA 2022, acquisizione ulteriori dati in modalità massiva: specifiche tecniche e istruzioni

Dopo la pubblicazione del decreto MEF del 21 marzo 2022, il provvedimento messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate il 21 aprile fornisce le istruzioni per l’acquisizione degli ulteriori dati necessari per il calcolo del punteggio ISA 2022.

I dati messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate potranno essere direttamente utilizzati dai contribuenti interessati all’applicazione degli ISA o, in caso di errori e qualora possibile, potranno essere modificati e integrati.

A definire le modalità di messa a disposizione dei dati necessari ai fini degli ISA 2022 è stato il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 31 gennaio 2022, e il nuovo intervento del 21 aprile completa il set delle regole necessarie, fornendo le specifiche tecniche per l’acquisizione degli ulteriori dati in modalità massiva.

La procedura da seguire si articola su due binari, ed è differente per i soggetti incaricati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni delegati o meno alla consultazione del cassetto fiscale.

Nel primo caso, all’Agenzia delle Entrate andrà trasmesso un file contenente l’elenco dei contribuenti cui risultano delegati alla consultazione del cassetto fiscale, indicandovi il codice fiscale e la dichiarazione di possesso della delega, che dovrà risultare attiva alla data di invio della richiesta.

Nel secondo caso invece, l’acquisizione massiva degli ulteriori dati necessari ai fini degli ISA 2022 è subordinata all’acquisizione delle deleghe per l’importazione delle informazioni utili alla dichiarazione dei redditi e di copia del documento di identità del contribuente.

Come indicato nelle specifiche tecniche pubblicate il 21 aprile 2022, in tal caso il file inviato tramite il servizio telematico Entratel dovrà inoltre contenere gli elementi di riscontro contenuti nella dichiarazione IVA 2021 ovvero nell’allegato ISA del modello Redditi 2021.

Agenzia delle Entrate - provvedimento del 21 aprile 2022
Approvazione delle specifiche tecniche per l’acquisizione degli ulteriori dati necessari ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2021
Allegato 1.1- Specifiche tecniche deleghe massive
Clicca per scaricare
Allegato 1.2 - Specifiche deleghe massive tracciati record
Clicca per scaricare
Allegato 2.1 - Specifiche tecniche ISA precalcolato
Clicca per scaricare
Allegato 2.2 - guida file precalcolato ISA
Clicca per scaricare

ISA 2022, gli elementi di riscontro per l’acquisizione degli ulteriori dati

La richiesta degli ulteriori dati ai fini ISA da parte di soggetti non delegati alla consultazione del cassetto fiscale impone quindi di riprendere in mano il modello IVA o la dichiarazione dei redditi presentata lo scorso anno.

In particolare, come indicato nelle specifiche tecniche pubblicate dall’Agenzia delle Entrate il 21 aprile 2022, gli elementi di riscontro da valorizzare sulla base del modello di riferimento utilizzato sono i seguenti:

  • il Volume d’affari, risultante dal campo VE050001 del modello IVA/2021;
  • l’IVA a debito, risultante dal campo VL032001 del modello IVA/2021;
  • l’IVA a credito, risultante dal campo VL033001 del modello IVA/2021;
  • i Ricavi di cui ai commi 1, (Lett. a) e b)), e 2 dell’art. 85 del TUIR (esclusi aggi o ricavi fissi), risultanti dal campo F01 dell’allegato relativo agli ISA del modello dei Redditi 2021;
  • i Compensi derivanti dall’attività professionale o artistica, risultanti dal campo H02 dell’allegato relativo agli ISA del modello dei Redditi 2021;
  • il Reddito d’impresa (o perdita), risultante dal campo F20 dell’allegato relativo agli ISA del modello dei Redditi 2021;
  • il Totale spese, risultante dal campo H20 dell’allegato relativo agli ISA del modello dei Redditi 2021.

I file contenenti gli ulteriori elementi necessari per il calcolo del punteggio ISA sono resi disponibili entro cinque giorni dalla data della richiesta, insieme all’elenco dei soggetti per i quali è stato richiesto e consegnato il file e quello dei soggetti per i quali non è stato predisposto.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network