ISA 2019, pronto il pacchetto controlli. Invio dichiarazione dei redditi al via

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazione dei redditi

ISA 2019, pubblicato il primo modulo di controllo che consente l'invio della dichiarazione dei redditi. La scadenza è fissata al 2 dicembre, ma il primo test sarà il 30 settembre, termine per il versamento delle imposte.

ISA 2019, pronto il pacchetto controlli. Invio dichiarazione dei redditi al via

ISA 2019, pronta la prima versione del software di controllo. Nella serata del 5 settembre l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile il pacchetto dei controlli, fondamentali per l’invio della dichiarazione dei redditi dei titolari di partita IVA.

Si sblocca la situazione di impasse creata proprio per via della mancata pubblicazione del software di controllo ISA 2019, che bloccava di fatto la trasmissione della dichiarazione dei redditi per imprese e professionisti.

Sebbene la scadenza sia ancora lontana, il modulo di controllo per gli indici sintetici di affidabilità fiscale era particolarmente atteso per un altro importante appuntamento, quello del 30 settembre 2019 per il versamento delle imposte sui redditi.

La “serie a puntate” degli ISA 2019 però non è finita qui: l’Agenzia delle Entrate, nel corso del video forum fiscale del 5 settembre organizzato dai Consulenti del Lavoro ha annunciato la pubblicazione di una nuova circolare. Si attendono quindi ulteriori chiarimenti.

ISA 2019, pronto il pacchetto controlli. Invio dichiarazione dei redditi al via

C’era particolare attesa per la pubblicazione del software di controllo ISA 2019, tanto che l’Agenzia delle Entrate ne ha dato notizia con un apposito comunicato stampa diffuso nella serata del 5 settembre.

Il pacchetto dei controlli telematici ISA 2019 ed il contestuale aggiornamento dei software relativi al modello Redditi, consente l’invio della dichiarazione dei redditi comprensiva del modello relativo agli indicatori sintetici di affidabilità fiscale.

La scadenza è fissata al 2 dicembre 2019 in quanto, si ricorda, il Decreto Crescita ha rinviato il termine di trasmissione delle dichiarazioni dei redditi per i titolari di partita IVA.

Il primo banco di prova per gli ISA 2019 è tuttavia anticipato al 30 settembre 2019, scadenza per il versamento delle imposte sui redditi per i titolari di partita IVA che esercitano attività per le quali sono stati approvati i relativi modelli per l’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale.

Sarà in sede di versamento delle imposte sui redditi 2019 che i contribuenti con punteggio di affidabilità fiscale basso potranno, facoltativamente, dichiarare gli ulteriori elementi positivi (versando le relative maggiori imposte) al fine di migliorare il proprio livello di ISA ed accedere ai benefici premiali attualmente previsti.

PDF - 97.7 Kb
Agenzia delle Entrate - comunicato stampa del 5 settembre 2019
Pubblicato il “pacchetto” dei controlli telematici Isa 2019

ISA 2019, scarto della dichiarazione dei redditi senza preventivo controllo

Nelle indicazioni operative sull’utilizzo del software di controllo ISA 2019 l’Agenzia delle Entrate spiega che la procedura evidenzia, mediante appositi messaggi di errore, le eventuali anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati e le indicazioni fornite dalle specifiche tecniche del “Tuo ISA 2019” e dalle specifiche tecniche relative ai controlli telematici.

L’installazione del pacchetto dei controlli degli indici sintetici di affidabilità fiscale è necessaria per controllare le dichiarazioni dei redditi 2019 dei contribuenti tenuti ad allegare il modello ISA 2019 relativo all’attività esercitata.

Sono 175 gli indici sintetici di affidabilità in vigore per l’annualità 2019.

Il controllo di una dichiarazione dei redditi contenente l’allegato del modello ISA 2019, senza preventiva installazione del relativo software di controllo, ne determina lo scarto e il non inserimento della stessa nel file contenente le sole dichiarazioni conformi (file con estensione dcm).

Per scaricare il software di controllo ISA 2019, sia per i soggetti abilitati al Servizio Telematico che per i non abilitati, si rimanda alle istruzioni pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

ISA 2019, in arrivo una nuova circolare dell’Agenzia delle Entrate

Ora che il pacchetto di software ISA 2019 è al completo, contribuenti ed intermediari potranno finalmente pianificare l’attività relativa alla predisposizione e trasmissione delle dichiarazioni dei redditi 2019.

Non senza prestare un occhio alle ulteriori novità annunciate: durante il Forum organizzato dai Consulenti del Lavoro il 5 settembre 2019, l’Agenzia delle Entrate ha parlato della pubblicazione imminente di una nuova circolare esplicativa.

Il nuovo documento si affiancherà alla circolare n. 17/E pubblicata dall’Agenzia delle Entrate lo scorso 2 agosto, contenente i primi chiarimenti sullo strumento che ha sostituito gli studi di settore e che mira a creare un nuovo rapporto di compliance tra Fisco e contribuenti.

Ulteriori indicazioni che arriveranno, presumibilmente, entro la prossima settimana. Non resta che attendere la “prossima puntata”.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it