Spesometro semplificato e proroga “al buio”. Ecco la bozza del provvedimento AdE

Redazione - Comunicazioni IVA e spesometro

Proroga spesometro in arrivo: nella bozza del provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 19 gennaio 2018 arrivano le istruzioni per l'invio semplificato e, per la prima volta, viene applicato lo Statuto del contribuente.

Spesometro semplificato e proroga “al buio”. Ecco la bozza del provvedimento AdE

Proroga spesometro con scadenza “al buio”; slitta la doppia scadenza del 28 febbraio 2018.

L’Agenzia delle Entrate, nella bozza del provvedimento relativo alle istruzioni per l’invio dello spesometro semplificato lascia sulle spine contribuenti e intermediari.

La proroga della scadenza per l’invio dei dati delle fatture emesse e ricevute nel secondo semestre 2017, così come la possibilità di correzione dei dati errati o omessi nello spesometro del primo semestre dell’anno, è disposta dalle righe finali della bozza di provvedimento pubblicato dalle Entrate il 19 gennaio 2018.

Per la prima volta il direttore dell’Agenzia delle Entrate applica quanto previsto dallo Statuto del contribuente, stabilendo che:

i termini per gli adempimenti disciplinati dal presente provvedimento sono fissati al sessantesimo giorno dalla data di adozione dello stesso.

Non è chiaro quindi quando sarà fissata la scadenza per l’invio dello spesometro del secondo semestre 2017, così come entro quando sarà necessario correggere o integrare i dati relativi al primo invio senza l’applicazione di sanzioni: sarà necessario attendere la pubblicazione del provvedimento definitivo.

Nello stesso provvedimento vengono inoltre fornite le istruzioni dello spesometro semplificato, così come previsto dall’articolo 1-ter del decreto legge 16 ottobre 2017, n. 148.

Ecco di seguito le novità previste dalla bozza del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 19 gennaio 2018 e tutte le istruzioni su dati dello spesometro semplificato da trasmettere.

Spesometro semplificato e proroga scadenza del 28 febbraio 2018. La bozza del provvedimento AdE

A diffondere le ultime novità sullo spesometro, l’adempimento più chiacchierato e prorogato del 2017 (e forse di sempre...), è l’Agenzia delle Entrate, con la bozza del provvedimento pubblicato il 19 gennaio 2018.

Il provvedimento illustra nel dettaglio le istruzioni relative allo spesometro, semplificato con il decreto legge fiscale 148/2017: il contribuente potrà scegliere di trasmettere i dati delle fatture emesse e ricevute a cadenza semestrale in via opzionale e viene ridotto il numero di informazioni richieste.

Si riportano di seguito le istruzioni pubblicate nel testo del provvedimento delle Entrate pubblicato in bozza con tutte le novità:

Per le fatture di importo inferiore ad euro 300 registrate cumulativamente ai sensi dell’articolo 6, commi 1 e 6, del decreto del Presidente della Repubblica 9 dicembre 1996, n. 695 è possibile comunicare – in luogo delle informazioni stabilite al punto 1.1 del provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 27 marzo 2017, numero 58793 – i dati relativi al singolo documento riepilogativo.

Per ogni documento riepilogativo delle fatture emesse, i dati da comunicare sono:

  • il numero e la data di registrazione del documento;
  • la partita IVA del cedente/prestatore;
  • la base imponibile;
  • l’aliquota IVA applicata e l’imposta ovvero, ove l’operazione non comporti l’annotazione dell’imposta nel documento, la tipologia dell’operazione.

Per ogni documento riepilogativo delle fatture ricevute, i dati da comunicare sono:

  • il numero e la data di registrazione del documento;
  • la partita IVA del cessionario/committente;
  • la base imponibile;
  • l’aliquota IVA applicata e l’imposta ovvero, ove l’operazione non comporti l’annotazione dell’imposta nel documento, la tipologia dell’operazione.

Alla bozza di provvedimento sono allegate le specifiche tecniche e le regole per la compilazione dei dati delle fatture.

Le regole e le modalità semplificate di comunicazione dei dati dello spesometro introdotte dal DL fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2018 si applicano sia allo spesometro del secondo semestre 2017 che alle integrazioni delle comunicazioni relative al primo semestre 2017.

Ecco la bozza del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate pubblicata il 19 gennaio 2018 e gli allegati (specifiche tecniche, tracciato xls ed elenco controlli):

PDF - 401.9 Kb
Bozza provvedimento Agenzia delle Entrate 19 gennaio 2018
Scarica il provvedimento sulle modifiche allo spesometro pubblicato in bozza dall’Agenzia delle Entrate
PDF - 748 Kb
Specifiche tecniche e regole compilazione spesometro
Scarica le specifiche tecniche allegate al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate
Excel - 153.5 Kb
Bozza tracciato xls
Scarica il formato xls per la trasmissione dei dati delle fatture
PDF - 705.8 Kb
Elenco controlli spesometro
Scarica l’elenco dei controlli (bozza) pubblicati dall’Agenzia delle Entrate

Proroga spesometro primo e secondo semestre 2017: rinviata la scadenza del 28 febbraio 2018

A stabilire la nuova e inaspettata proroga per l’invio dello spesometro relativo alle fatture del secondo semestre 2017 e alla correzione, integrazione delle comunicazioni del primo semestre 2017 è il punto 1.5 della bozza di provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

Una mossa inaspettata da parte del direttore dell’Agenzia delle Entrate che, applicando quando previsto dallo Statuto del Contribuente, proroga la scadenza per l’invio dello spesometro al “sessantesimo giorno successivo alla data di adozione del provvedimento”.

Una proroga senza data certa, ad oggi: il provvedimento pubblicato oggi in bozza dovrà essere approvato in via definitiva dall’Agenzia delle Entrate e soltanto a partire da tale data sarà ufficializzata la nuova scadenza per l’invio dello spesometro del secondo semestre 2017 e per la correzione o integrazioni dell’elenco dati fatture del primo semestre.

Facendo due calcoli è ipotizzabile che la nuova scadenza dello spesometro sarà prorogata alla fine di marzo o ai primi giorni di aprile.