Verso lo smart working per lavoratori fragili e genitori con figli under 14 fino alla scadenza del 31 dicembre

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Ritorna lo smart working per lavoratori fragili e genitori con figli under 14 fino alla scadenza del 31 dicembre: la novità è in arrivo con la conversione in legge del DL Aiuti bis, di cui si attende l'approvazione definitiva. Si confermano le regole già previste in passato.

Verso lo smart working per lavoratori fragili e genitori con figli under 14 fino alla scadenza del 31 dicembre

Dopo lo stop estivo, i lavoratori e le lavoratrici fragili e i genitori con figli under 14 potranno tornare a lavorare in smart working: fino alla scadenza del 31 dicembre 2022 vengono introdotte le tutele previste dalla prima emergenza Covid.

Per l’ufficialità bisognerà attendere l’approvazione della legge di conversione del DL Aiuti bis: arrivato ieri, 13 settembre, il via libera del Senato, ora si attende quello della Camera.

La notizia era stata già anticipata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Andrea Orlando.

Smart working per lavoratori fragili fino alla scadenza del 31 dicembre 2022

Per quanto riguarda la proroga che riguarda le lavoratrici e i lavoratori fragili, si agisce indirettamente sull’articolo 26 del Decreto Cura Italia che, fin dai primi mesi della pandemia, regola le tutele previste per coloro che risultano esposti a un maggior rischio per la salute in caso di contagio.

In particolare, per chi si trova in una condizione di fragilità la norma prevede lo svolgimento dell’attività lavorativa in modalità agile, anche prevedendo una diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai contratti collettivi vigenti, o dei percorsi di formazione professionale.

La possibilità di beneficiare di questa tutela, più volte oggetto di proroga, era stata confermata fino al 30 giugno scorso.

Ma, in linea con quanto aveva già anticipato Andrea Orlando, lo smart working per le lavoratrici e i lavoratori fragili tornerà in vigore fino alla scadenza del 31 dicembre 2022.

La misura, infatti, trova spazio nel testo della legge di conversione del DL Aiuti bis che dovrà essere approvato in Senato e alla Camera.

Smart working per genitori con figli under 14 fino alla scadenza del 31 dicembre 2022

Allo stesso modo ritorna fino a fine anno la possibilità, prevista fino al 31 luglio scorso, di svolgere l’attività lavorativa in maniera agile per i genitori dipendenti del settore privato con figlie e figli fino ai 14 anni.

Con una serie di rimandi, in questo caso si interviene sul Decreto Rilancio e in particolare sull’articolo 90 che, fin dai primi mesi dell’emergenza sanitaria, ha stabilito le regole di accesso allo smart working per i genitori.

Fino alla scadenza del 31 dicembre 2022, sarà possibile svolgere l’attività lavorativa in maniera agile anche in assenza degli accordi individuali ma in presenza delle seguenti condizioni:

  • lo smart working deve essere compatibile con le caratteristiche della prestazione lavorativa;
  • nel nucleo familiare non deve esserci un altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o un genitore non lavoratore.

La norma specifica:

“La prestazione lavorativa in lavoro agile può essere svolta anche attraverso strumenti informatici nella disponibilità del dipendente qualora non siano forniti dal datore di lavoro”.

La proroga delle due misure a tutela di lavoratrici e lavoratori fragili e genitori con figli under 14 dovrà in ogni caso essere confermata in via ufficiale con l’approvazione definitiva del Decreto Aiuti bis anche da parte della Camera, il Senato ha dato il via libera il 13 settembre.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network