Sciopero commercialisti dal 15 settembre, le indicazioni del CNDCEC per chi aderisce

Anna Maria D’Andrea - Ordini e casse professionali

Sciopero commercialisti dal 15 settembre 2020 e fino alle 24 del 22 settembre: il CNDCEC supporta l'astensione collettiva proclamata dai sindacati. Chi aderisce dovrà presentare apposita comunicazione ai clienti e alle Commissioni Tributarie. Ecco le indicazioni del Consiglio Nazionale.

Sciopero commercialisti dal 15 settembre, le indicazioni del CNDCEC per chi aderisce

Sciopero dei commerciali al via dal 15 settembre e fino alle 24 del 22 settembre: è ormai ufficiale.

Dal 15 settembre i commercialisti hanno indetto uno sciopero di 8 giorni, azione di protesta che si aprirà con una manifestazione a Roma, in Piazza dei Santi Apostoli, e che si svolgerà contemporaneamente presso le singole sedi locali dalle 11 alle 13.

Il CNDCEC appoggia la protesta indetta dai sindacati dei commercialisti, e fornisce le indicazioni sugli obblighi per chi vi aderirà. Sarà necessario comunicare l’astensione dall’ordinaria attività lavorativa ai propri clienti, così come alle Commissioni Tributarie, secondo quanto previsto dal Codice di autoregolamentazione.

Sciopero commercialisti dal 15 settembre, le indicazioni del CNDCEC per chi aderisce

L’invio delle Lipe del secondo trimestre è uno degli adempimenti al centro della protesta indetta dai commercialisti che, dopo la mancata proroga delle imposte sui redditi e lo scarso coinvolgimento della categoria da parte del Governo, hanno annunciato azioni di protesta.

Lo sciopero indetto dai sindacati dei commercialisti ADC, AIDC, ANC, ANDOC, FIDDOC, SIC, UNAGRACO, UNGDCEC e UNICO porterà all’astensione dalla trasmissione delle Lipe, in scadenza il 16 settembre 2020, e alla mancata partecipazione alle udienze presso le Commissioni Tributarie.

Sono 8 i giorni di sciopero, periodo massimo di astensione prevista dal Codice di autoregolamentazione dei commercialisti. La categoria incrocerà le braccia dal 15 e fino al 22 settembre compreso.

Sciopero commercialisti, comunicazione 10 giorni prima ai clienti

Secondo il Codice, il professionista che aderisce allo sciopero ha l’obbligo di informarne in via preventiva ed in forma scritta i propri clienti e le segreterie delle commissioni tributari.

Le indicazioni vengono fornite dal CNDCEC. I clienti dovranno essere informati entro 10 giorni dall’inizio dell’astensione; il termine ultimo è quindi fissato a venerdì 4 settembre 2020.

Sciopero commercialisti - modello lettera cliente
Scarica il modulo da compilare e trasmettere ai clienti entro il 4 settembre 2020 nel caso di adesione all’astensione collettiva dal 15 al 22 settembre

La comunicazione preventiva alla segreteria della commissione tributaria dovrà essere trasmessa almeno 2 giorni prima della data stabilita per l’udienza.

Il Consiglio nazionale dei commercialisti non ha facoltà di promuove in prima persona lo sciopero ma, si legge nel comunicato del 2 settembre 2020, ha deciso di dare il proprio “sostegno allo svolgimento della manifestazione”.

Uno sciopero che segna la definitiva rottura tra commercialisti e Governo, in attesa di segnali concreti di apertura e di ascolto delle istanze della categoria.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network