Registrazione contratto d’affitto online tramite Agenzia delle Entrate: istruzioni

Rosy D’Elia - Dichiarazioni e adempimenti

Registrazione contratto d'affitto online: sul sito dell'Agenzia delle Entrate con un'unica procedura è possibile versare anche le imposte dovute. Le istruzioni su come e quando è possibile utilizzare RLI web.

Registrazione contratto d'affitto online tramite Agenzia delle Entrate: istruzioni

Registrazione contratto d’affitto online: in pochi click è possibile seguire la procedura attiva sul sito dell’Agenzia delle Entrate e versare le imposte dovute.

Lo strumento a disposizione dei contribuenti si chiama RLI web: nel 2001, anno in cui ha visto la luce, ha generato una piccola rivoluzione digitale e in 18 anni ha visto transitare oltre 25 milioni di file.

Per registrare i contratti di locazione, comunicare proroghe, cessioni e risoluzioni, esercitare o revocare l’opzione per la cedolare secca bastano pc, connessione a internet e utenza Entratel o Fisconline.

La modalità telematica è obbligatoria per gli agenti immobiliari e i possessori di almeno 10 immobili.

RLI web, Registrazione contratto d’affitto online sul sito dell’Agenzia delle Entrate: le istruzioni

La registrazione presso l’Agenzia delle Entrate è un obbligo per chi stipula un contratto d’affitto. A prescindere dal canone pattuito, affittuari o proprietari devono procedere con questa operazione entro 30 giorni dalla data di stipula o dalla sua decorrenza.

Fanno eccezione solo i contratti che hanno una durata pari o inferiore ai 30 giorni nell’arco dell’anno.

Utilizzare lo strumento RLIweb offre la possibilità mettersi in regola accorciando tempi e passaggi. Ed è un’alternativa alle vie canoniche per la registrazione dell’affitto: recarsi presso un ufficio dell’Agenzia delle Entrate e consegnare il modello RLI cartaceo o affidarsi a un intermediario.

RLI web consente di registrare direttamente online, senza installare alcun software, i contratti di locazione, comunicare proroghe, cessioni e risoluzioni, esercitare o revocare l’opzione per la cedolare secca.

La procedura è accessibile dal sito dell’Agenzia delle Entrate: unico requisito fondamentale è il possesso delle credenziali Entratel o Fisconline.

Per accedere al servizio gli utenti devono selezionare dalla barra del menu principale la sezione “Cittadini” e cliccare sulla sotto sezione “Fabbricati e terreni”. A questo punto la schermata offre una panoramica delle aree web accessibili:

  • aggiornamento dati catastali e ipotecari;
  • consultazione dati catastali e ipotecari;
  • osservatorio del mercato immobiliare;
  • registrazione contratti.

La scelta dell’utente deve ricadere sull’ultima l’opzione, tra i servizi a disposizione è necessario selezionare “registrazione di un nuovo contratto”.

Come registrare un contratto d’affitto online sul sito dell’Agenzia delle Entrate: lo strumento RLI web

Si accede, poi, allo strumento RLI web dall’area servizi presente sulla spalla sinistra del menu verticale selezionando “Compilazione e invio via web”.

Ancora un ultimo passaggio prima di cominciare con la procedura per la registrazione del contratto d’affitto online: gli utenti devono cliccare sul pulsante blu “Accedi a RLI web” e inserire, poi, le credenziali di accesso al portale dell’Agenzia delle Entrate: Fisconline o Entratel.

Per registrare il contratto d’affitto online gli utenti devono essere dotati di una copia del documento in formato TIF, TFF o PDF/A da allegare.

Come si legge sul portale, si può fare a meno di inoltrare la copia nei casi che seguono:

  • locazione di tipo abitativo;
  • quando il contratto è stipulato tra persone fisiche che non agiscono nell’esercizio di un’impresa, arte o professione;
  • con un numero di locatori e di conduttori, rispettivamente, non superiore a tre;
  • con una sola unità abitativa ed un numero di pertinenze non superiore a tre;
  • quando tutti gli immobili devono essere censiti con attribuzione di rendita;
  • quando il contratto contiene esclusivamente la disciplina del rapporto di locazione e, pertanto, non comprende ulteriori pattuizioni.

Procedere in via telematica per mettersi in regola con gli adempimenti che riguardano gli affitti accorcia i tempi e offre anche una serie di strumenti in più:

  • calcolare automaticamente le imposte dovute;
  • pagare le imposte con addebito su conto corrente, anche quelle dovute per le annualità di affitto successive alla prima, e anche quelle che riguardano risoluzioni, proroghe e cessioni dei contratti in essere.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it