Modello 730/2018: in arrivo la prima scadenza del mese

Redazione - Modello 730

In arrivo la prima scadenza del mese per il modello 730/2018: scade il 9 luglio il termine per l'invio della dichiarazione dei redditi tramite il sostituto d'imposta. Ancora qualche giorno per l'invio della precompilata online o tramite CAF.

La scadenza del modello 730/2018 è ormai alle porte e la prima data da segnare in rosso sul calendario è quella del 9 luglio 2018.

È questa, infatti, la scadenza per lavoratori dipendenti e pensionati che inviano la dichiarazione dei redditi tramite il sostituto d’imposta, cioè il termine ultimo stabilito per chi ha affidato al datore di lavoro la delega per inviare il modello 730.

In tutti gli altri casi si avrà ancora un po’ di tempo a disposizione: chi invia il modello 730 precompilato online, oppure tramite un professionista o il CAF, dovrà rispettare la scadenza del 23 luglio 2018.

Modello 730/2018, scadenza invio tramite sostituto d’imposta

La scadenza per l’invio del modello 730/2018 tramite il sostituto d’imposta è fissata al 9 luglio 2018. Sarà lunedì, quindi, l’ultimo giorno nel quale lavoratori e pensionati potranno contare sull’assistenza fiscale dei datori di lavoro o dell’ente che eroga la pensione.

Si ricorda che non tutti i sostituti possono inviare la dichiarazione dei redditi, ma soltanto quelli che hanno provveduto, nel mese di gennaio, a comunicare all’Agenzia delle Entrate di voler prestare assistenza fiscale.

Oltre al modello 730/2018, il contribuente dovrà consegnare al sostituto d’imposta anche il modello 730-1 in busta chiusa, all’interno del quale sono contenute le scelte sulla destinazione del 2, del 5 e dell’8 per cento Irpef.

L’Agenzia delle Entrate ricorda inoltre che il datore di lavoro dovrà obbligatoriamente consegnare al lavoratore una copia della dichiarazione dei redditi elaborata e il modello 730-3 entro la scadenza del 9 luglio 2018. Tale modello serve al contribuente per capire se la propria dichiarazione dei redditi è a credito o a debito.

Modello 730-3: rimborso o addebito Irpef a luglio 2018

Il risultato contabile contenuto nel modello 730-3 consegnato al contribuente mostrerà se la dichiarazione presentata è a credito o a debito.

Chi presenta la dichiarazione dei redditi con il modello 730 precompilato o ordinario riceverà l’importo a credito emerso durante le operazioni di conguaglio fiscale direttamente in busta paga o nella pensione.

Tuttavia, accanto al rimborso Irpef del 730, ci sono anche numerosi casi di contribuenti a debito, ovvero per i quali le operazioni di conguaglio comporteranno l’emergere di un debito e quindi di trattenute nello stipendio.

Le operazioni di conguaglio fiscale (sia in caso di debito che di credito Irpef spettante) saranno effettuate nella busta paga del mese di luglio per i lavoratori mentre, per i pensionati, con l’assegno di pensione tra il mese di agosto e settembre.

Modello 730/2018: la scadenza del 23 luglio

La scadenza del modello 730/2018 è fissata al 23 luglio 2018 per coloro che inviano la dichiarazione precompilata online o si avvalgono della consulenza di professionisti o del CAF

Il nuovo termine per l’invio all’Agenzia delle Entrate è stato uniformato sia per i contribuenti che inviano la dichiarazione dei redditi precompilata da soli che per coloro che si avvalgono dell’assistenza fiscale di CAF e intermediari.

Come ricordato, resta fissata al 9 luglio 2018 la scadenza per chi invia il modello 730 per il 2018 tramite il sostituto d’imposta.

Quella del 23 luglio 2018 non sarà tuttavia l’unica data da ricordare:

  • entro il 25 ottobre sarà possibile presentare tramite CAF o intermediari il 730 integrativo;
  • entro il 31 ottobre sarà possibile inviare il modello Redditi correttivo del 730.

Potrebbe interessarti anche il nostro approfondimento su Scadenze fiscali luglio 2018: Irpef, Irap, Ires, invio 730 e rottamazione a fine mese