ISA 2021, approvati i modelli da utilizzare: novità su dati e attività incluse

Rosy D’Elia - Dichiarazione dei redditi

ISA 2021: approvati i modelli da utilizzare per il periodo di imposta 2020, individuati i dati economici, contabili e strutturali e incluse nuove attività. Come richiesto dagli addetti ai lavori, anche nel calcolo degli indici sintetici di affidabilità fiscale bisognerà tener conto dell'emergenza coronavirus. Tutti i dettagli nel provvedimento numero 27444 del 28 gennaio 2021.

ISA 2021, approvati i modelli da utilizzare: novità su dati e attività incluse

ISA 2021: entro i tempi stabiliti, la scadenza è fissata al 31 gennaio di ogni anno, l’Agenzia delle Entrate con il provvedimento numero 27444 del 28 gennaio 2021 ha approvato 175 modelli da utilizzare per comunicare gli elementi utili per l’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) per il periodo di imposta 2020.

I modelli ISA sono parte integrante della dichiarazione dei redditi da presentare con il modello Redditi 2021.

Il documento si sofferma su 10 aspetti in particolare:

  • Individuazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2021;
  • Approvazione dei modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2020 e della relativa evoluzione;
  • Reperibilità dei modelli e autorizzazione alla stampa;
  • Modalità per l’acquisizione degli ulteriori dati necessari ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2020;
  • Modalità di richiesta e acquisizione massiva degli ulteriori dati necessari ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2020 da parte dei soggetti incaricati alla trasmissione telematica;
  • Modalità per l’accesso puntuale ai dati necessari ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2020, da parte dei contribuenti e degli intermediari delegati;
  • Modalità per la trasmissione dei dati;
  • Asseverazione;
  • Attività economiche per le quali elaborare gli indici sintetici di affidabilità fiscale;
  • Trattamento dei dati.
Agenzia delle Entrate - Provvedimento numero 27444 del 28 gennaio 2021
Individuazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di imposta 2021, approvazione di n. 175 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli stessi, da utilizzare per il periodo di imposta 2020, individuazione delle modalità per l’acquisizione degli ulteriori dati necessari ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo di
imposta 2020 e programma delle elaborazioni degli indici sintetici di affidabilità fiscale applicabili a partire dal periodo d’imposta 2021.

ISA 2021, approvati i 175 modelli da utilizzare insieme al modello redditi 2021

Il provvedimento numero 27444/2021, oltre a dare il via libera sui modelli ISA 2021, contiene tutte le informazioni utili per procedere: dalla reperibilità, sono disponibili sul portale istituzionale dell’Agenzia delle Entrate, alla modalità di acquisizione degli ulteriori dati necessari per l’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo d’imposta 2020 da parte dei contribuenti tramite il cassetto fiscale e degli intermediari, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Sul punto, poi, il documento sottolinea che i soggetti incaricati alla trasmissione telematica che risultano già delegati all’accesso al cassetto fiscale devono inviare in ogni caso all’Agenzia dell’elenco dei soggetti per i quali sono richiesti i dati, in modo tale da permettere la verifica della sussistenza della delega da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Senza la delega bisogna seguire un’altra modalità per l’accesso ai dati: il procedimento indicato nel provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 30 aprile 2020 con riferimento alla dichiarazione 730 precompilata.

Il documento, poi, illustra le modalità di trasmissione:

“La trasmissione dei dati all’Agenzia delle entrate deve essere effettuata direttamente, attraverso il servizio Entratel o il servizio Fisconline, ovvero avvalendosi degli incaricati di cui all’articolo 3, commi 2-bis e 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni, secondo le specifiche tecniche che saranno indicate con successivo provvedimento”.

ISA 2021: anche sugli indici sintetici di affidabilità fiscale e sui dati da inserire l’impatto dell’emergenza coronavirus

Ma non c’è spazio solo per il presente, lo sguardo si rivolge anche al futuro. E infatti l’Agenzia delle Entrate, inoltre, individua i dati economici, contabili e strutturali che risultano rilevanti per l’applicazione degli indici sintetici di affidabilità per il periodo di imposta 2021 e che i contribuenti devono dichiarare.

Nel testo, però, si specifica:

“Con riferimento a tali dati si ritiene possibile che, a seguito delle attività di elaborazione degli indici, il numero degli stessi possa essere ridotto”.

In particolare, i dati contabili potranno essere ridotti ed accorpati, oppure sostituiti con quelli previsti nei quadri di determinazione del reddito dei modelli dichiarativi Redditi.

Sulla base delle disposizioni del Decreto Rilancio, articolo 148, comma 1, lettera b) del decreto legge del 19 maggio 2020, n. 34, e valutate le specifiche proposte da parte delle organizzazioni di categoria e degli ordini professionali presenti nella Commissione di esperti, potranno essere individuati ulteriori dati e informazioni necessari per una migliore valutazione dello stato di crisi individuale correlato alla diffusione del COVID-19.

Agenzia delle Entrate - Provvedimento numero 27444 del 28 gennaio 2021
ULTERIORI DATI PER L’APPLICAZIONE DEGLI ISA AL PERIODO D’IMPOSTA 2021.

ISA 2021: nuove attività incluse

A partire dall’annualità di imposta 2021, inoltre, fanno il loro ingresso nelle attività economiche per le quali devono essere elaborati gli indici sintetici di affidabilità fiscale da applicare nuovi codici ATECO.

Gli indici sono soggetti a revisione almeno ogni due anni dalla loro prima applicazione o dall’ultima revisione.

“Nel merito si premette che, nel presente provvedimento, tali ulteriori attività economiche, sono state individuate tenendo conto della tempistica prevista dall’articolo 9-bis del decreto legge n. 50 del 2017 e degli indici sintetici di affidabilità fiscale attualmente in vigore approvati con il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 24 dicembre 2019 non ancora revisionati.

Tenuto conto del parere favorevole espresso dalla commissione degli esperti nella riunione del 18 dicembre 2020, con il presente provvedimento si individuano, le attività economiche per le quali devono essere elaborati gli indici sintetici di affidabilità fiscale da applicare, a seguito di approvazione con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, a partire dall’annualità di imposta 2021.

L’elenco è messo nero su bianco con l’allegato 4 del provvedimento del 28 gennaio 2021 riportato di seguito.

Agenzia delle Entrate - Provvedimento numero 27444 del 28 gennaio 2021, Allegato 4
ELENCO ATTIVITÀ ECONOMICHE PER LE QUALI ELABORARE GLI INDICI SINTETICI DI AFFIDABILITÀ FISCALE PER IL PERIODO D’IMPOSTA 2021.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network