Detrazione coniuge a carico, modello 730/2021: limiti di reddito e calcolo

Tommaso Gavi - Modello 730

Detrazione coniuge a carico nel modello 730/2021: limiti di reddito e calcolo. Lo sconto dall'imposta spetta ai contribuenti che hanno partner che risultano fiscalmente a loro carico ed è determinato sulla base del reddito del nucleo familiare.

Detrazione coniuge a carico, modello 730/2021: limiti di reddito e calcolo

Detrazione coniuge a carico 2021 nel modello 730/2021, i limiti di reddito e le indicazioni per effettuare calcolo della riduzione Irpef a cui i contribuenti hanno diritto sono all’interno delle istruzioni per la compilazione della dichiarazione dei redditi.

I familiari per i quali nell’anno 2020 risulta un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro sono fiscalmente a carico di colui il quale presenta la dichiarazione dei redditi.

Tra le diverse tipologie di soggetti che possono risultare a carico, oltre a genitori, nonni, figli, ci sono anche i coniugi.

Il soggetto che ha sostenuto le spese necessarie al sostentamento del proprio partner ha diritto a una detrazione, ossia ad uno sconto dall’imposta, che deve essere calcolato sulla base del reddito complessivo.

Detrazione coniuge fiscalmente a carico 2021: il limite di reddito

Nel modello 730/2021 si considera fiscalmente a carico il coniuge che nel 2020 ha percepito un reddito uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Le istruzioni per la compilazione della dichiarazione dei redditi spiegano che, nel calcolo del limite massimo di reddito che il familiare deve possedere per essere considerato fiscalmente a carico, devono essere ricomprese anche le somme seguenti, che non sono comprese nel reddito complessivo:

  • il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni;
  • le retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi Internazionali, Rappresentanze diplomatiche e consolari, Missioni, Santa Sede, Enti gestiti direttamente da essa ed Enti Centrali della Chiesa Cattolica;
  • la quota esente dei redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello Stato;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime forfetario per gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni.

Le istruzioni specificano inoltre che il coniuge non legalmente ed effettivamente separato può essere considerato a carico anche nei seguenti casi:

  • non convive con il contribuente;
  • è residente all’estero.

Detrazione coniuge fiscalmente a carico: come compilare il modello 730/2021

Per avere accesso alle detrazioni per il coniuge fiscalmente a carico i contribuenti devono compilare il l’apposita sezione della dichiarazione, che si trova nella prima pagina del modello 730/2021.

Nel rigo 1 è necessario indicare i dati relativi al coniuge negli spazi dedicati:

  • nella colonna 1 bisogna barrare la casella “C”, relativa al “coniuge”;
  • nella colonna 4 si deve indicare il codice fiscale del coniuge, un’operazione che va fatta anche anche se non è fiscalmente a carico;
  • nella colonna 5 deve essere indicato il numero di mesi per cui il familiare risulta a carico. A riguardo è bene specificare che, nei casi di matrimonio, decesso, separazione, scioglimento o annullamento del matrimonio si deve calcolare solo i mesi in cui effettivamente il coniuge può essere definito a carico del contribuente che presenta la dichiarazione dei redditi.

Detrazione coniuge fiscalmente a carico 2021: il calcolo in base al reddito

Le detrazioni previste nel modello 730/2021 per il coniuge, con riferimento all’anno di imposta 2020, vengono calcolate sulla base del reddito familiare nel modo che segue:

  • 800,00 euro se il reddito complessivo non supera 15.000,00 euro;
  • 690,00 euro se il reddito complessivo è superiore a 15.000,00 euro ma non a 40.000,00 euro;
  • 690,00 euro se il reddito complessivo è superiore a 40.000,00 euro ma non a 80.000,00 euro.

Nelle istruzioni per la compilazione del modello, l’Agenzia delle Entrate spiega inoltre che, per i contribuenti con un reddito complessivo superiore a 29.000,00 euro e inferiore a 35.200,00 euro, la stessa detrazione è aumentata di un importo che varia da 10 euro a 30 euro.

Il calcolo delle detrazioni è riportato nell’apposita tabella riepilogativa.

Reddito complessivo Importo detrazione in euro
non superiore a euro 15.000 800 - (110 X reddito complessivo)/15.000
da euro 15.001 a euro 29.000 690
da euro 29.001 a euro 29.200 700
da euro 29.201 a euro 34.700 710
da euro 34.701 a euro 35.000 720
da euro 35.001 a euro 35.100 710
da euro 35.101 a euro 35.200 700
da euro 35.201 a euro 40.000 690
da euro 40.001 a euro 80.000 690 X (80.000 – reddito complessivo)/40.000
oltre euro 80.000 0

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network