Detrazione spese alunni con DSA tramite modello 730: i documenti necessari

Tommaso Gavi - Modello 730

Spese alunni con DSA: all'acquisto di computer e strumenti compensativi per ragazzi con disturbo dell'apprendimento è applicabile la detrazione? Quali documenti sono necessari? La risposta all'interpello numero 440 del 29 ottobre 2019 dell'Agenzia delle Entrate ha chiarito il quadro della situazione.

Detrazione spese alunni con DSA tramite modello 730: i documenti necessari

Spese alunni con DSA: in quali casi si può beneficiare della detrazione e quali documenti sono necessari per la dichiarazione dei redditi con modello 730? L’Agenzia delle Entrate lo spiega nella risposta ad interpello numero 440 del 29 ottobre 2019.

I chiarimenti arrivano in seguito al quesito di un contribuente, genitore di una ragazza con disturbo di apprendimento (DSA), sulle condizioni necessarie per le detrazioni di spese relative a computer ed altri strumenti.

L’Agenzia delle Entrate ha replicato che devono verificarsi due condizioni opportunamente documentate:

  • il collegamento funzionale tra sussidi e strumenti compensativi e il tipo di disturbo dell’apprendimento diagnosticato (dimostrata con certificazione medica rilasciata dall’ULSS o dalla prescrizione autorizzativa rilasciata da un medico);
  • la frequenza della scuola secondaria di secondo grado.

Le delucidazioni del documento sul caso specifico e sugli altri casi in cui è possibile richiedere le agevolazioni.

Spese alunni con DSA, la risposta dell’Agenzia dell’Entrate e i documenti necessari per le detrazioni

La risposta ad interpello numero 440 del 29 ottobre 2019 è seguita ad un interrogativo sollevato da un genitore di una ragazza con disturbi specifici dell’apprendimento.

Nel caso specifico riguarda la detraibilità di spese legate all’acquisto di computer e strumenti informatici in un periodo precedente al Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 75067 del 6 aprile 2018, provvedimento che prescrive che lo scontrino fiscale debba riportare il codice fiscale del soggetto con DSA.

PDF - 162.8 Kb
Agenzia delle Entrate - Risposta ad interpello numero 440 del 29 ottobre 2019
Spese sostenute per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici in favore dei minori o di maggiorenni, con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) - art. 15, c. 1, lett. e-ter) TUIR.

Nello specifico l’Agenzia delle Entrate ha risolto la questione consigliando di aggiungere il codice fiscale allo scontrino:

“Considerato, tuttavia, che il Provvedimento è stato emanato successivamente all’acquisto del sussidio tecnico ed informatico, si ritiene che i dati mancanti (codice fiscale del soggetto affetto da DSA) possono essere annotati dall’Istante sul documento di spesa, ai fini della detrazione di cui all’ articolo 15, comma 1, lettera e-ter, del TUIR”.

E ha, poi, riepilogato la documentazione necessaria per accedere alle agevolazioni.

I documenti necessari sono:

  • la certificazione medica rilasciata dall’ULSS o dal medico che attesta la diagnosi di DSA e il collegamento funzionale tra i sussidi e gli strumenti compensativi e il tipo di disturbo dell’apprendimento diagnosticato;
  • la documentazione che dimostri che il soggetto con DSA è uno studente della scuola secondaria di secondo grado;
  • lo scontrino fiscale dell’acquisto che riporti il codice fiscale del soggetto con DSA.

Le detrazioni per i soggetti con il disturbo dell’apprendimento sono previste dai criteri dell’articolo 15, comma 1, lettera e-ter, del Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR) del Decreto del Presidente della Repubblica numero 917 del 22 dicembre 1986.

In particolare, come riporta il documento chiarificatore:

dall’imposta lorda si detrae un importo pari al 19 per cento delle spese sostenute, a partire dal 1° gennaio 2018, “in favore dei minori o di maggiorenni, con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado, per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici, di cui alla legge 8 ottobre 2010, n. 170, necessari all’apprendimento, nonché per l’uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento delle lingue straniere, in presenza di un certificato medico che attesti il collegamento funzionale tra i sussidi e gli strumenti acquistati e il tipo di disturbo dell’apprendimento diagnosticato”.

Spese alunni con DSA, altri strumenti per cui sono previste le detrazioni

Posto che debba essere dimostrato il collegamento funzionale tra gli strumenti e il disturbo dell’apprendimento, sono diversi gli strumenti che rientrano tra quelli per cui sono previste le detrazioni.

In particolare quelli che facilitano la comunicazione interpersonale, permettono l’elaborazione scritta o grafica, rendono possibile l’accesso alla informazione e alla cultura.

Un elenco esemplificativo è presente nelle Linee guida per il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con DSA, allegate al Decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca numero 5669 del 12 luglio 2011.

Tra gli strumenti in questione ci sono:

  • programmi di video scrittura con correttore ortografico che permettono la produzione di testi sufficientemente corretti senza l’affaticamento di rilettura e correzione degli errori;
  • calcolatrice;
  • altri strumenti tecnologicamente meno evoluti quali tabelle, formulari, mappe concettuali.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it