Decreto Agosto, le principali novità del testo ufficiale

Rosy D’Elia - Lavoro

Decreto Agosto, le principali novità del testo definitivo, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 agosto 2020 dopo la bollinatura del MEF. Sono molte le misure inserite nella manovra del Governo: dai bonus 1.000 euro e 600 euro per alcune categorie di lavoratori, agli sgravi per il Sud sui contributi pensionistici dei lavoratori, passando per il bonus assunzioni e la cassa integrazione: gli interventi economici per fronteggiare l'emergenza coronavirus, anticipati nella conferenza stampa di Conte.

Decreto Agosto, le principali novità del testo ufficiale

Decreto Agosto, il testo definitivo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 agosto 2020 ed è entrato in vigore il giorno successivo, ovvero il 15 agosto 2020.

L’ufficialità arriva dopo l’approvazione del Consiglio dei Ministri venerdì 7 agosto e la bollinatura del MEF del 13 dello stesso mese.

Sono molte le novità sul fronte lavoro: oltre alla riconferma di diverse misure precedenti, è previsto un bonus Sud, uno sgravio del 30 % sui contributi pensionistici dei lavoratori per le aziende situate nelle aree svantaggiate.

Vengono inoltre introdotte nuove indennità per alcune categorie di lavoratori: viene previsto il bonus 1.000 anche per gli stagionali del turismo, gli stabilimenti termali e i lavoratori dello spettacolo, danneggiati dalla crisi legata al coronavirus.

Per i lavoratori marittimi e gli stagionali sportivi è invece prevista un’indennità da 600 euro.

Il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 agosto 2020, conferma il nuovo pacchetto di interventi per contrastare gli effetti economici dell’emergenza coronavirus, con 25 ulteriori miliardi di euro a disposizione per attuare le misure.

Tra conferme, rispetto a quanto già stabilito nei mesi scorsi nel Decreto Cura Italia e Rilancio, e novità assolute, i fondi saranno impiegati per interventi nei seguenti ambiti:

  • Occupazione;
  • Fisco e liquidità;
  • Enti territoriali;
  • Istruzione e altre misure settoriali e generali in favore della crescita.

L’ammontare complessivo delle risorse è di 100 miliardi di euro, come anticipato dal Presidente del Consiglio dei Ministri nella conferenza stampa di venerdì 7 agosto 2020.

Decreto Agosto: il testo in pdf pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Il testo definitivo del decreto Agosto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 agosto 2020.

Il nuovo testo conferma importanti novità, sia sul tema del lavoro che su numerosi altri fronti, dopo l’approvazione del Consiglio dei Ministri del 7 agosto 2020 e la bollinatura del MEF.

Decreto Agosto, testo definitivo pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 agosto 2020
DECRETO-LEGGE 14 agosto 2020, n. 104. Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia.

A riassumere i principali interventi è stato lo stesso Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa.

In cima alle priorità c’è sicuramente la proroga della cassa integrazione con la revisione delle modalità di accesso per le imprese, ma non solo.

In linea generale il Decreto Agosto riprende il filo rosso tracciato dalle misure inserite nei Decreti Cura Italia e Rilancio e prevede una serie interventi:

  • proroga cassa integrazione per altre 18 settimane e inserimento del contributo addizionale cig per le aziende con una riduzione del fatturato inferiore al 20%;
  • esonero dal versamento dei contributi previdenziali per un massimo di quattro mesi, entro il 31 dicembre 2020, per le aziende che non richiederanno l’estensione dei trattamenti di cassa integrazione;
  • esclusione dal versamento dei contributi previdenziali, per un massimo di sei mesi dall’assunzione, per le aziende che assumono lavoratori subordinati a tempo indeterminato, in presenza di un aumento dell’occupazione netta;
  • due mensilità aggiuntive di Naspi e Discoll per coloro che hanno terminato il periodo di fruizione tra il 1° maggio e il 30 giugno 2020;
  • bonus assunzioni con un esonero totale dal versamento dei contributi per un massimo di 6 mesi per i contratti a tempo indeterminato stipulati fino al 31 dicembre 2020;
  • proroga o rinnovo dei contratti a termine senza causale fino al 31 dicembre e non più fino al 30 agosto 2020, ma usufruendone una sola volta, per un periodo massimo di 24 mesi;
  • nuovo bonus 1000 euro per i lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo danneggiati dall’emergenza epidemiologica da COVID-19;
  • nuovo bonus 600 euro per i lavoratori marittimi e gli stagionali sportivi;
  • via libera al bonus 1.000 euro professionisti per la mensilità di maggio con un doppio binario per l’erogazione: in automatico per chi ne ha già beneficiato in passato, su richiesta per chi non ha mai presentato domanda di accesso;
  • proroga del blocco dei licenziamenti per i datori di lavoro che non hanno integralmente fruito della cassa integrazione o dell’esonero dai contributi previdenziali, sia per le procedure di licenziamento individuali avviate dopo il 23 febbraio 2020, sia per quelle di licenziamento collettivo.

Il Decreto Agosto scioglie il nodo del bonus 1.000 euro di maggio destinato ai professionisti.

“Eravamo tutti in attesa di un decreto interministeriale che specificasse i limiti per accedere anche per i professionisti ordinistici per il mese di maggio, siamo al 3 agosto quindi con un ritardo di quasi tre mesi, ad oggi questo decreto interministeriale non è stato ancora emanato, si dice che nel Decreto Agosto in emanazione, speriamo, in settimana vi sia spazio per qualche notizia in più”.

Ha dichiarato Andrea Benetti, direttore dell’Istituto Nazionale Esperti Contabili, durante l’intervista rilasciata a Informazione Fiscale il 3 agosto.

Decreto Agosto, nel testo ufficiale tra le principali novità sul lavoro: le nuove indennità

Il testo del decreto Agosto, approvato in Consiglio dei Ministri e pubblicato in Gazzetta Ufficiale, prevede importanti novità per diverse categorie di lavoratori.

Vengono riconfermata diverse indennità e sono inoltre ricompresi nuovi soggetti.

Viene riconfermato quanto anticipato: è previsto un bonus 1.000 euro per i lavoratori stagionali del turismo, per quelli degli stabilimenti termali, per quelli dello spettacolo e per altre categorie di lavoratori.

I soggetti devono essere iscritti al fondo pensioni lavoratori dello spettacolo in possesso di determinati requisiti, dipendenti stagionali appartenenti ad altri settori, gli intermittenti e gli incaricati di vendite a domicilio.

Il testo ufficiale scioglie finalmente il nodo del bonus professionisti.

Un’indennità da 600 euro è inoltre prevista per i lavoratori marittimi e per gli stagionali sportivi.

Viene aumentata di 500 milioni di euro per il biennio 2020-21 la dotazione del fondo nuove competenze introdotto dal decreto Rilancio, per la formazione e per favorire percorsi di ricollocazione dei lavoratori.

Decreto Agosto, nel testo ufficiale tra le principali novità sul lavoro: la proroga della cassa integrazione

Il pacchetto di misure del testo ufficiale prevede interventi su numerosi fronti: in primis quello del blocco dei licenziamenti e sulla portata della proroga.

La proroga della cassa integrazione a diciotto settimane complessive è stata confermata.

La portata degli ammortizzatori sociali in questo periodo di emergenza coronavirus è riassunta nei dati diffusi dall’INPS con il comunicato stampa del 3 agosto 2020:

“In riferimento alla CIG, le ore autorizzate superano i 2,3 miliardi, per più di 3,1 milioni di beneficiari a pagamento diretto e più di 2,7 milioni di beneficiari stimati per pagamento a conguaglio. In termini di prestazioni: complessivamente l’Istituto ha pagato oltre 7,6 milioni di prestazioni CIG, mentre 5,3 mln sono state anticipate dalle aziende”.

Eppure non è abbastanza, l’emergenza coronavirus non è finita e gli effetti sul mercato del lavoro continuano a farsi sentire.

La ricetta messa a punto dal governo per permettere alle aziende di continuare a beneficiare della cassa integrazione si baserebbe su due ingredienti principali:

  • un prolungamento della durata massima di altre 18 settimane, usufruibili dal 13 luglio al 31 dicembre 2020 con un sistema di 9+9 settimane, in aggiunta a quelle già previste;
  • l’inserimento di un contributo addizionale per le ultime nove settimane previste per le aziende che hanno subito un calo di fatturato inferiore al 20% nel confronto tra il primo semestre del 2020 e quello del 2019: la somma richiesta sarebbe pari al 9% o del 18% della retribuzione globale che sarebbe spettata al lavoratore per le ore di lavoro non prestate durante la sospensione o riduzione dell’attività lavorativa, stando alle ultime bozze in circolazione del decreto.

Decreto Agosto, nel testo ufficiale tra le principali novità sul lavoro: sgravi per le imprese del Sud

Tra le novità del decreto Agosto c’è uno sgravio del 30% dei contributi pensionistici per le aziende situate nelle aree svantaggiate.

La misura intende in questo riattivare la crescita e l’occupazione, soprattutto al Sud.

Il decreto in questione finanzia tale intervento per il periodo di tempo compreso tra il mese di ottobre e quello di dicembre 2020.

La misura potrebbe essere ripresa per un periodo di tempo più lungo nelle prossime misure del Governo.

A confermare la misura è il testo ufficiale, pubblicato in Gazzetta Ufficaile dopo la bollinatura del MEF.

Decreto Agosto, nel testo ufficiale tra le principali novità: le misure di sostegno alle imprese

Tra gli aiuti del decreto Agosto per le imprese, i settori oggetto della misura sono principalmente quelli del turismo, della ristorazione e della cultura, ovvero quelli maggiormente colpiti.

Per i ristoranti che hanno avuto una perdita di fatturato tra marzo e giugno 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019 di almeno il 25% sono previste misure di sostegno.

Potranno ottenere un contributo minimo di 2.500 euro a fondo perduto per l’acquisto di prodotti di filiere agricole, alimentari e vitivinicole da materia prima italiana.

Gli esercenti dei centri storici sono un altro dei soggetti che vengono supportati.

Per quelli che abbiano registrato a giugno 2020 un calo del 50% del fatturato rispetto allo stesso mese del 2019 viene previsto un contributo minimo di 1.000 euro per le persone fisiche e di 2.000 per i soggetti diversi, con lo stanziamento di ulteriori 400 milioni di euro.

Vengono inoltre rifinanziate le seguenti misure:

  • la nuova Sabatini, con ulteriori 64 milioni di euro;
  • i contratti di sviluppo, con 500 milioni di euro;
  • il Fondo per la salvaguardia dei livelli occupazionali e la prosecuzione dell’attività di impresa, con 200 milioni di euro;
  • il voucher per l’innovazione, con 50 milioni di euro;
  • il Fondo Ipcei per il sostegno alle imprese che partecipano alla realizzazione di importanti progetti di interesse europeo, con 950 milioni di euro.

Il fondo di garanzia PMI viene rifinanziato per 7,8 miliardi di euro per il triennio 2023-25.

Viene inoltre prorogata anche la moratoria su prestiti e mutui: dal 30 settembre 2020 al 31 gennaio 2021 (al 31 marzo 2021 per le imprese del comparto turistico).

Spazio anche per gli incentivi sull’acquisto e l’immatricolazione di auto a basse emissioni di CO2 in Italia: vengono previsti 500 milioni di euro.

Vengono inoltre stanziati 1,5 miliardi di euro per il rafforzamento patrimoniale, il rilancio e lo sviluppo di società controllate dallo Stato.

Il limite di investimento annuale detassato per i piani individuali di risparmio alternativi sale da 150.000 euro a 300.000 per gli investimenti a lungo termine.

I pagamenti elettronici, nell’ambito del “piano cashless” viene potenziato con uno stanziamento di 1,75 miliardi di euro per il 2021.

Viene previsto il rimborso di parte degli acquisti effettuati.

Per il settore turismo e per quello della cultura viene inserito il credito di imposta del 60% del canone di locazione o leasing o concessione.

Per alcune strutture turistiche e ricettive e della cultura è introdotto l’esonero dal pagamento della seconda rata dell’IMU, Imposta municipale unica:

  • gli immobili per fiere espositive;
  • gli immobili per manifestazioni sportive;
  • discoteche e sale da ballo;
  • gli immobili destinati a cinema e teatri (anche per il 2021 e 2022).

Il fondo per sostenere agenzie di viaggio, tour operator e guide turistiche viene incrementato di 265 milioni di euro per il 2020.

Vengono inoltre stanziati 180 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021 per il credito d’imposta per la riqualificazione e i miglioramenti effettuati dalle imprese del settore turistico ricettivo e termale, compresi gli agriturismi e i campeggi.

Viene incrementato fino a 231 milioni di euro il Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali e sale a 335 milioni il Fondo emergenze cinema, spettacolo e audiovisivo.

I musei statali vengono finanziati con 90 milioni di euro.

60 milioni di euro sono invece destinati agli investimenti pubblicitari in favore di leghe e società sportive professionistiche e di società e associazioni sportive dilettantistiche.

Con uno stanziamento complessivo di circa 200 milioni di euro vengono potenziate le risorse a sostegno di diverse attività di trasporto.

Decreto Agosto, nel testo ufficiale tra le principali novità: le misure fiscali

Tra i fondi stanziati dal decreto Agosto, 6,5 miliardi di euro vengono messi in campo per misure di natura fiscale.

Viene ulteriormente riscritto il calendario delle scadenze relative ai versamenti tributari e contributivi.

Vengono previste ulteriori rate per i versamenti sospesi nei mesi di marzo, aprile e maggio: il 50% del totale potrà essere versato, senza applicazione di sanzioni o interessi, in un’unica soluzione entro il 16 settembre 2020 o mediante rateizzazione (fino a 4 rate mensili di pari importo) con il pagamento della prima rata entro il 16 settembre.

La parte rimanente può essere rateizzata in un massimo di 24 rate mensili dello stesso importo, senza sanzioni e interessi.

Per i soggetti ISA e i forfettari con un calo di almeno il 33% nel primo semestre 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019, il termine del versamento della seconda o unica rata dell’acconto Irap è prorogato al 30 aprile 2021.

Viene spostata dal 31 agosto al 15 ottobre 2020 la data finale della sospensione dei termini dei versamenti da cartelle di pagamento e dagli avvisi esecutivi sulle entrate tributarie.

L’esonero dal pagamento della Tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP) e del Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP) viene spostato al 31 dicembre 2020 per le attività di ristorazione, gravemente danneggiate dall’emergenza epidemiologica.

Decreto Agosto, nel testo ufficiale tra le principali novità: le misure per gli enti territoriali

Il decreto Agosto riprende quanto già previsto dal decreto Rilancio.

Nello specifico vengono potenziate diverse misure.

Il fondo per l’esercizio delle funzioni degli enti locali è stato incrementato di 1,67 miliardi per il 2020. Nel complesso il fondo enti locali può contare su 5,17 miliardi di euro di cui 4,22 miliardi per i comuni.

Il fondo per l’esercizio delle funzioni delle regioni e delle province autonome è stato incrementato di 2,8 miliardi per il 2020. Le risorse complessive sono pari a 4,3 miliardi suddivise come segue:

  • 2,6 miliardi per le Autonomie speciali;
  • 1,7 per le Regioni a statuto ordinario.

Ulteriori risorse sono state destinate:

  • al ristoro delle minori entrate dell’imposta di soggiorno, della TOSAP/COSAP e dell’IMU;
  • al sostegno del trasporto pubblico locale, al sostegno degli enti locali in deficit strutturale e al contenzioso regionale;
  • alla sospensione del pagamento delle quote capitale 2020 dei mutui MEF delle Autonomie speciali.

Il decreto Agosto prevede il potenziamento di alcune misure per gli investimenti:

  • per i comuni è previsto il raddoppio nel 2021 dei contributi assegnati per piccole opere e il rafforzamento delle misure per contributi per messa in sicurezza edifici e territorio;
  • a favore degli enti locali è previsto l’incremento delle risorse destinate al finanziamento della progettazione definitiva ed esecutiva;
  • per le province e le città metropolitane sono state previste risorse per la messa in sicurezza delle scuole.

L’intervento contiene anche l’istituzione di un’Autorità per la laguna di Venezia, che assume le competenze relative alla salvaguardia della città di Venezia e della zona lagunare e al mantenimento del regime idraulico lagunare, tra cui la gestione e la manutenzione del MOSE, nonché quelle attribuite al Magistrato alle acque.

Infine vengono estese dal 20 settembre al 9 ottobre 2020 i termini per la concessione delle anticipazioni di liquidità degli enti locali, per favorire il pagamento dello stock di debiti al 31 dicembre 2019 nei confronti delle imprese, con benefici per l’intero sistema economico nazionale.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network