Bonus formazione manageriale, per le imprese arriva il codice tributo per utilizzare il credito d’imposta

Rosy D’Elia - Imposte

Bonus formazione, arriva dall'Agenzia delle Entrate il codice tributo da inserire nel modello F24 per utilizzarlo in compensazione. Hanno diritto a un credito d'imposta fino a un massimo del 100 per cento le imprese che sostengono iniziative per lo sviluppo e l'acquisizione di competenze manageriali. Le istruzioni per la compilazione del modello F24 nella risoluzione numero 44/E del 27 luglio 2022.

Bonus formazione manageriale, per le imprese arriva il codice tributo per utilizzare il credito d'imposta

Arriva dall’Agenzia delle Entrate il codice tributo per utilizzare in compensazione il bonus formazione, un credito d’imposta fino al 100 per cento per le imprese che sostengono lo sviluppo e l’acquisizione di competenze manageriali. Nella risoluzione numero 44/E del 27 luglio 2022 anche le istruzioni per la compilazione del modello F24.

La misura è stata introdotta dalla Legge di Bilancio 2021 e nasce per promuovere l’inserimento di giovani neo-laureati nel sistema produttivo.

L’agevolazione spetta alle aziende che sostengono o hanno sostenuto finanziariamente, tramite donazioni effettuate nell’anno 2021 o nell’anno 2022, sotto forma di borse di studio, iniziative promosse da università pubbliche e private, da istituti di formazione avanzata o da scuole di formazione manageriale pubbliche e private.

Bonus formazione manageriale: il codice tributo per utilizzare il credito d’imposta

Come previsto dal decreto attuativo del Ministero dell’Università e della Ricerca del 19 novembre 2021, i soggetti promotori delle attività comunicano al Ministero dell’Università e della Ricerca le donazioni ricevute nel 2021 e nel 2022 entro la scadenza del 28 febbraio dell’anno successivo a quello di riferimento.

Ministero dell’Università e della Ricerca - Decreto Ministeriale del 19 novembre pubblicato il 9 febbraio 2022 in Gazzetta Ufficiale
Disposizioni applicative del contributo, sotto forma di credito d’imposta utilizzabile esclusivamente in compensazione, per sostenere l’investimento in capitale umano in settori strategici per lo sviluppo economico e sociale del Paese e promuovere l’inserimento di giovani neolaureati nel sistema produttivo.

Con un provvedimento ad hoc, il MUR indica le imprese che possono presentare domanda per accedere al bonus formazione manageriale e attendere l’esito positivo della richiesta. I dati sui beneficiari del credito d’imposta, con relativi importi, variazioni, revoche e sospensioni, vengono comunicati poi anche all’Agenzia delle Entrate.

Per permettere alle imprese di beneficiare in compensazione, tramite modello F24, delle somme a cui hanno diritto con la risoluzione numero 44 del 2022 è stato istituito il codice tributo 6980 denominato “credito d’imposta per le iniziative formative finalizzate allo sviluppo e all’acquisizione di competenze manageriali di cui all’articolo 1, comma 536, della legge 30 dicembre 2020, n. 178”.

Il valore del beneficio è legato alla dimensione dell’azienda.

Tipologia di impreseMisura del bonus formazione per le borse di studio
Micro e piccole imprese Fino al 100 per cento dell’importo delle donazioni
Medie imprese Fino al 90 per cento dell’importo delle donazioni
Grandi imprese Fino all’80 per cento dell’importo delle donazioni

Bonus formazione manageriale, le istruzioni per utilizzare il credito d’imposta

Le imprese beneficiarie possono verificare gli importi del bonus formazione manageriale a cui hanno diritto nel proprio cassetto fiscale disponibile sul portale dell’Agenzia delle Entrate.

Si può procedere con l’utilizzo dal quindicesimo giorno successivo a quello in cui è stata ricevuta la comunicazione sul riconoscimento del credito da parte del Ministero dell’Università e della Ricerca.

“Si precisa che, ai sensi dell’articolo 5, comma 1, del citato decreto ministeriale, l’Agenzia delle entrate, in fase di elaborazione dei modelli F24 presentati dai contribuenti, verifica che i contribuenti stessi siano presenti nell’elenco dei beneficiari trasmesso dal Ministero dell’università e della ricerca e che l’ammontare del credito d’imposta utilizzato in compensazione non ecceda l’importo indicato in tale elenco, pena lo scarto del modello F24, tenendo conto anche delle eventuali variazioni, revoche e sospensioni successivamente trasmesse dallo stesso Ministero”.

Si legge nel testo della risoluzione numero 44/E del 2022, con cui l’Agenzia delle Entrate ha fornito anche le istruzioni da seguire per la compilazione del modello F24.

In particolare i contribuenti dovranno inserire le informazioni richieste nella sezione “Erario”:

  • il codice tributo 6980 nella colonna “importi a credito compensati”, o se si procede al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”;
  • l’anno a cui si riferisce il credito nel campo “anno di riferimento”.

Tutti i dettagli sono contenuti nel testo integrale del documento pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 27 luglio 2022.

Agenzia delle Entrate - Risoluzione numero 44 del 27 luglio 2022
Istituzione del codice tributo per l’utilizzo, tramite modello F24, del credito d’imposta per le iniziative formative finalizzate allo sviluppo e all’acquisizione di competenze manageriali di cui all’articolo 1, comma 536, della legge 30 dicembre 2020, n. 178.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network