Bonus assistenza disabili legge 104: tutte le agevolazioni

Bonus assistenza disabili legge 104: ecco tutte le agevolazioni fiscali che è possibile richiedere e quali novità sulla legge sul caregiver familiare che dovrebbe introdurre l'assegno di 1.900 euro.

Bonus assistenza disabili legge 104: tutte le agevolazioni

Bonus assistenza disabili legge 104: quali sono le agevolazioni fiscali che è possibile richiedere?

Le detrazioni previste in favore dei soggetti con handicap certificato ai sensi della legge 104 sono numerose e vanno dal bonus Irpef per l’acquisto dell’auto, fino alle agevolazioni per le spese propriamente sostenute per il personale d’assistenza.

In questo periodo, e ormai dalla fine dello scorso anno, l’attenzione dei lettori e di chi ha un familiare disabile a carico è sul nuovo bonus di 1.900 euro previsto dal Testo Unico sul Caregiver familiare per il quale dal 2018 e fino al 2020 sono stati stanziati ben 60 milioni di euro.

Si tratta di un assegno erogato a chi presta assistenza ad un familiare affetto da disabilità grave ai sensi della legge 104. L’iter legislativo per dare il via alla misura, che sarà gestita dall’INPS, non è ancora arrivata a compimento. Si attende innanzitutto il decreto attuativo e in secondo luogo la circolare dell’INPS con tutte le istruzioni in merito.

Nell’attesa, i disabili o i loro familiari potranno beneficiare dei bonus per l’assistenza attualmente previsti dalla legge che consentono di risparmiare su una parte delle spese sostenute nel corso dell’anno.

Bonus assistenza disabili legge 104: agevolazioni e detrazioni

La legge 104 prevede per i disabili gravi ai sensi dell’art. 3, comma 3, particolari agevolazioni fiscali.

Tra queste, assumono particolare rilievo tutti i bonus per l’assistenza ai disabili: si tratta di detrazioni e deduzioni fiscali che è possibile richiedere annualmente in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Può richiedere l’agevolazione non solo il disabile direttamente ma anche il familiare di cui questi è fiscalmente a carico. Nella maggior parte dei casi questi bonus consentono di recuperare il 19% della spesa sostenuta, entro specifici limiti. I bonus assistenza previsti per chi ha diritto alla legge 104 vanno dalla detrazione delle spese mediche specifiche, fino alla deduzione della spesa per servizi domestici o per addetti all’assistenza, come colf e badanti.

Per riassumere tutte le agevolazioni fiscali per i disabili, di seguito si riporta uno schema riepilogativo con tutti i bonus per l’assistenza:

AgevolazioneA chiQuantoSu cosa
Deduzione per servizi domestici A tutti i contribuenti (diretto interessato o familiari cui sia a carico fiscale) Deduzione dal reddito fino a 1549,37 euro Solo sui contributi previdenziali e assistenziali
Detrazione per l’assistenza personale Solo per le persone non autosufficienti (diretto interessato o familiari cui sia a carico fiscale o civilmente obbligati) Detrazione del 19% fino a 2.100 euro di spesa. Limite di reddito di 40.000 euro Spese per la retribuzione di addetti all’assistenza (anche colf e badanti)
Spese mediche e di assistenza specifica A tutti i contribuenti (diretto interessato o familiari cui sia a carico fiscale) Detrazione del 19% della spesa sostenuta Spese per operatori sanitari e di assistenza con qualifica professionale
Spese mediche e di assistenza specifica Alle persone con certificazione di invalidità o handicap (diretto interessato o familiari cui sia a carico fiscale o civilmente obbligati) Deduzione dal reddito della spesa sostenuta Spese per operatori sanitari e di assistenza con qualifica professionale

Bonus assistenza disabili di 1.900 euro: che fine ha fatto il Fondo Caregiver?

Una delle principali novità introdotte con la Legge di Bilancio 2018 in favore dei disabili e dei loro familiari è stata l’istituzione di un Fondo per il caregiver familiare. Con uno stanziamento di 20 milioni di euro all’anno per il prossimo triennio tra le misure previste vi era il bonus di 1.900 euro per l’assistenza ai disabili.

Si tratta, in sostanza, di un assegno che sarà erogato dall’INPS a chi presta assistenza a familiari tutelati ai sensi della legge 104. Se ne parla ormai da mesi ma la realtà è che non si sa che fine abbia fatto la circolare INPS attuativa della misura.

Il bonus di 1.900 euro è stato inserito tra le novità del Testo Unico per il caregiver familiare, ancora oggi in fase di discussione. Il ritardo nell’avvio dell’agevolazione per l’assistenza ai disabili è motivato dal fatto che sarà proprio questo TU a stabilire requisiti e modalità di richiesta dell’assegno.

Per il momento pare che a beneficiarne saranno coloro che assistono un familiare di età che va dagli 80 anni in poi, ma è possibile che venga esteso anche a chi ha nel proprio nucleo familiare anche un disabile grave che necessità di cure e assistenza continuativa.

Trattandosi di una misura ancora in fase di definizione, ci riserviamo di approfondire e fornire ulteriori dettagli soltanto quando il bonus per l’assistenza ai disabili del Fondo Caregiver sarà effettivamente in vigore ed affiancherà le altre agevolazioni sopra elencate.