Bonus 200 euro DL Aiuti bis: per i neo assunti pagamento dal nuovo datore di lavoro

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Bonus 200 euro DL Aiuti bis: tra i requisiti fondamentali per ricevere l'indennità contro il caro prezzi un rapporto di lavoro in essere nel mese di luglio 2022. Anche coloro che sono stati assunti da un nuovo datore di lavoro lo ricevono da quest'ultimo nella busta paga di ottobre. I dettagli nella circolare numero 111 del 7 ottobre 2022.

Bonus 200 euro DL Aiuti bis: per i neo assunti pagamento dal nuovo datore di lavoro

In arrivo il bonus 200 euro previsto dal DL Aiuti bis: i dipendenti che, da luglio ad ottobre, sono stati assunti da un’altra azienda ricevono il pagamento con la busta paga di ottobre erogata dal nuovo datore di lavoro.

Lo chiarisce l’INPS con la circolare numero 111 del 7 ottobre 2022 illustrando le novità introdotte dal DL n. 115 del 2022 che ha esteso l’indennità una tantum contro il caro prezzi anche alle lavoratrici e ai lavoratori che non hanno beneficiato dell’esonero contributivo della Legge di Bilancio 2022 perché, ad esempio, in cassa integrazione o in maternità.

Bonus 200 euro DL Aiuti bis: per i neo assunti pagamento dal nuovo datore di lavoro

Il bonus 200 euro è stato introdotto dal primo Decreto Aiuti, ma la scrittura della norma ha escluso dal beneficio alcune categorie di lavoratrici e lavoratori.

Con il secondo provvedimento omonimo, nella platea dei beneficiari e delle beneficiarie sono stati inclusi anche tutti coloro che non hanno beneficiato dell’esonero di cui all’articolo 1, comma 121, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, poiché interessati da eventi con copertura di contribuzione figurativa integrale dall’INPS”.

In altre parole si tratta di lavoratori e lavoratrici, ad esempio in cassa integrazione o in maternità nel periodo dal 1° gennaio al 18 maggio, per cui non è stato possibile applicare l’esonero contributivo della Legge di Bilancio 2022, che il primo decreto Aiuti indicava come requisito fondamentale per ottenere l’indennità contro il caro prezzi.

Con le novità introdotte dal DL n. 115/2022, ricevono il pagamento del bonus 200 euro anche coloro che si sono trovati nelle condizioni appena descritte e che rispettano tutti gli altri requisiti richiesti:

  • non superare l’importo mensile di 2.692 euro;
  • avere attivo un rapporto di lavoro nel mese di luglio 2022;
  • essere in forza nel mese di ottobre 2022;
  • non aver ricevuto l’indennità in altra forma.

Tra i diversi chiarimenti forniti dall’INPS sulle modalità di erogazione dell’indennità, la circolare numero 111 del 2022 si sofferma anche sull’ipotesi di lavoratori e lavoratrici che in questi mesi, da luglio ad ottobre, siano stati assunti da un nuovo datore di lavoro.

Nel testo si legge:

“Con la retribuzione del corrente mese di ottobre (competenza ottobre 2022), i datori di lavoro, in automatico, devono provvedere a erogare la predetta indennità ai lavoratori che siano in forza nel mese di ottobre 2022, che abbiano avuto un rapporto di lavoro nel mese di luglio 2022 (anche con altro datore di lavoro).

Bonus 200 euro DL Aiuti bis, istruzioni sul pagamento in caso di doppio rapporto di lavoro

In linea generale sulle modalità di pagamento del bonus 200 euro previsto dal Decreto Aiuti bis è necessaria una precisazione: nonostante l’INPS indichi come automatica l’erogazione, bisogna specificare che il meccanismo è semi automatico.

Per ottenere la somma aggiuntiva nella busta paga di ottobre sarà necessario presentare preventivamente un’autodichiarazione sul possesso dei requisiti al proprio datore di lavoro.

Nel caso di rapporto di lavoro in essere a ottobre con un nuovo datore di lavoro rispetto alla scorsa estate, quindi, è a quest’ultimo che bisogna presentare l’autocertificazione.

Vale la pena, poi, soffermarsi anche sul diverso caso di un doppio rapporto di lavoro nello stesso periodo.

Chi ha contemporaneamente due o più contratti attivi deve scegliere a quale datore di lavoro consegnare l’autodichiarazione per ricevere il pagamento del bonus 200 euro, quest’ultimo poi recupererà le somme anticipate in compensazione.

Tutte le istruzioni sulle modalità di erogazione dell’indennità prevista dal DL Aiuti bis sono contenuti nel testo integrale della circolare numero 111 del 7 ottobre 2022.

Circolare INPS numero 111 del 7 ottobre 2022
Decreto-legge n. 115/2022,convertito, con modificazioni, dalla legge n. 142/2022. Articolo 22, rubricato “Estensione ad altre categorie di lavoratori dell’indennità una tantum di cui agli articoli 31 e 32 del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50”. Istruzioni applicative

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network