Apprendistato di 1° livello: le istruzioni INPS per lo sgravio dei contributi

Giuseppe Guarasci - Leggi e prassi

Apprendistato di 1° livello, con la circolare numero 87 del 18 giugno 2021 l'INPS fornisce le istruzioni per ottenere lo sgravio dei contributi previsto dalla Legge di Bilancio 2020 e prorogato dal decreto Ristori bis. L'Istituto fornisce le indicazioni per la compilazione del flusso Uniemens e le istruzioni contabili.

Apprendistato di 1° livello: le istruzioni INPS per lo sgravio dei contributi

Apprendistato di 1° livello, l’INPS fornisce le istruzioni per beneficiare dello sgravio dei contributi previsto dalla Legge di Bilancio 2020 e prorogato dal decreto Ristori bis.

I datori di lavoro dovranno seguire quanto indicato nella circolare numero 87 del 18 giugno 2021.

Tra gli aspetti affrontati nella circolare ci sono le condizioni per l’applicazione dell sgravio contributivo, le istruzioni operative per la compilazione del flusso Uniemens e le istruzioni contabili che devono seguire i sostituti d’imposta.

La misura è in favore dei datori di lavoro con un numero pari o inferiore a 9 dipendenti.

La riduzione dei contributi, salvo particolari casi, è prevista per i primi tre anni di contratto mentre a partire dal quarto anno si applica l’aliquota del 10 per cento.

Apprendistato di 1° livello: le istruzioni INPS per lo sgravio dei contributi

Con la circolare INPS numero 87 del 18 giugno 2021 l’Istituto fornisce le istruzioni per avere acceso alla riduzione dei contributi del 100 per cento dell’apprendistato di 1° livello.

INPS - Circolare numero 87 del 18 giugno 2021
Sgravio contributivo per le assunzioni con contratto di apprendistato di primo livello per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore. Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti.

La misura è prevista dalla Legge di Bilancio 2020 ed è stata prorogata prorogata dal decreto Ristori bis.

Possono beneficiare dell’agevolazione i datori di lavoro con un numero pari o inferiore a nove dipendenti, che assumo negli anni 2020 e 2021: la condizione deve essere verificata alla data di assunzione.

La circolare INPS si sofferma su diversi aspetti dell’agevolazione:

  • il contratto di apprendistato di primo livello;
  • il regime contributivo applicabile alle assunzioni con contratto di apprendistato di primo livello alle dipendenze di datori di lavoro con un numero diaddetti pari o inferiore a nove;
  • lo sgravio integrale disposto dall’articolo 1, comma 8, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, e dal comma 12 dell’articolo 15-bis del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137 3.2. I benefici contributivi nelle ipotesi di cui agli articoli 43, comma 9, e 47, comma 7, del D.lgs n. 81/2015;
  • i criteri di computo dei lavoratori;
  • le disposizioni generali applicabili anche al contratto di apprendistato di primo livello;
  • ulteriori condizioni che devono sussistere per l’applicazione dello sgravio contributivo;
  • la normativa in materia di aiuti de minimis;
  • le istruzioni operative. Modalità di compilazione del flusso Uniemens;
  • le istruzioni contabili.

Come ricordato nella circolare, l’apprendistato di primo livello è regolamentato dall’articolo 43 del decreto legislativo n. 81/2015 ed è previsto sia i percorsi di istruzione e formazione per la qualifica e il diploma professionale sia quelli di istruzione secondaria superiore che quelli di specializzazione tecnica superiore.

Le assunzioni in questione sono quelle di giovani tra i 15 e i 25 anni di tutti i settori di attività.

La norma richiamata regola i diversi aspetti delle assunzioni e la possibilità di proroga di un ulteriore anno, oltre al limite di ore per gli studenti.

Le tutele previste in favore dei lavoratori assunti sono le seguenti:

  • IVS (invalidità, vecchiaia e superstiti);
  • assegno per il nucleo familiare;
  • assicurazione contro le malattie;
  • maternità;
  • assicurazione sociale per l’impiego (ASpI);
  • assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali (INAIL).

La circolare INPS sottolinea inoltre quanto previsto dall’articolo articolo 1, comma 773, quinto periodo, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 per i datori di lavoro che occupano alle dipendenze un numero di addetti pari o inferiore a nove:

“complessiva aliquota del 10 per cento a carico dei medesimi datori di lavoro è ridotta in ragione dell’anno di vigenza del contratto e limitatamente ai soli contratti di apprendistato di 8,5 punti percentuali per i periodi contributivi maturati nel primo anno di contratto e di 7 punti percentuali per i periodi contributivi maturati nel secondo anno di contratto, restando fermo il livello di aliquota del 10 per cento per i periodi contributivi maturati negli anni di contratto successivi al secondo”.

All’aliquota contributiva si devono aggiungere l’assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI), pari all’1,61 per cento della retribuzione imponibile ai fini previdenziali.

Per le assunzioni successive al 24 settembre 2015 l’aliquota contributiva datoriale va calcolata, per i primi due anni, secondo quanto previsto dall’articolo 1, comma 773, quinto periodo, della legge n. 296/2006, mentre, a partire dal terzo anno, è ridotta al 5 per cento.

Apprendistato di 1° livello: le istruzioni per la compilazione del flusso Uniemens

Per le assunzioni a partire dal mese di gennaio 2020, i datori di lavoro dovranno compilare il flusso Uniemens valorizzando nell’elemento “Qualifica1” con il codice 5 che sta per “Apprendista”.

Nell’elemento “TipoLavoratore” deve invece essere inserito il codice PA, che si riferisce a “Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore”.

Per i primi tre anni di apprendistato, nell’elemento “TipoContribuzione” si devono invece riportare codici differenti.

Nello specifico, si può fare riferimento alla seguente tabella riassuntiva:

Codice Descrizione Anno dello sgravio
JA Apprendista per cui spetta lo sgravio del 100 per cento dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) 1° anno di sgravio
JB Apprendista per cui spetta lo sgravio del 100 per cento dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) 2° anno di sgravio
JC Apprendista per cui spetta lo sgravio del 100 per cento dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) 3° anno di sgravio

Per i minatori sono previste particolarità nella compilazione. Nel caso in cui siano occupati in superficie restano gli stessi codici di compilazione appena indicati.

Nel caso di lavoratori occupati in sotterrane dovranno invece essere utilizzati i seguenti codici.

Codice Descrizione Anno dello sgravio
KA Apprendista occupato in sotterraneo iscritto al Fondo minatori per cui spetta lo sgravio del 100 per cento dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) 1° anno di sgravio
KB Apprendista occupato in sotterraneo iscritto al Fondo minatori per cui spetta lo sgravio del 100 per cento dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) 2° anno di sgravio
KC Apprendista occupato in sotterraneo iscritto al Fondo minatori per cui spetta lo sgravio del 100 per cento dei contributi a carico del datore di lavoro (art. 1, comma 8, della legge n. 160/2019 e dal comma 12 dell’art. 15 bis del D.L. n. 137/2020) 3° anno di sgravio

Per gli apprendisti assunti da gennaio 2020, i datori di lavoro che abbiano utilizzato codici tipo contribuzione impropri per il recupero di differenze contributive devono seguire le seguenti istruzioni.

Nel campo DenunciaIndividuale, DatiRetributivi e AltreACredito e CausaleACredito deve essere inserito il codice causale di nuova istituzione “L603”.

Tale codice sta per "Rec. eccedenza contribuzione apprendisti art.1, comma 8, legge 27 dicembre 2019, n. 160”.

Nel campo ImportoACredito deve essere inserito, invece, l’importo dell’eccedenza contributiva da recuperare.

Il codice causale indicato può essere inserito solo nei flussi Uniemens di competenza luglio e agosto 2021.

Apprendistato di 1° livello: le istruzioni contabili

In merito alle istruzioni contabili per avere accesso allo sgravio contributivo, nella gestione degli interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni previdenziali, evidenza contabile GAW, viene introdotto il nuovo conto GAW32129.

Per la rilevazione contabile del recupero della contribuzione versata in eccedenza dai datori i lavoro deve essere inserito il codice causale “L603 – Rec. Eccedenza contribuzione apprendisti art. 1, comma 8, legge 27 dicembre 2019, n. 160”.

Per effetto del ricalcolo delle aliquote contributive agevolate per le assunzioni di lavoratori con contratti di apprendistato si devono adottare gli schemi e i conti già in uso alla procedura di “ripartizione contabile del DM”.

Per registrare le riduzioni contributive determinate a seguito della disciplina a favore dei lavoratori in apprendistato, si deve seguire quanto previsto nella circolare n. 108 del 14 novembre 2018 relativa all’assetto del regime contributivo a seguito dell’integrazione delle misure di agevolazione introdotte nel corso degli ultimi anni.

Tale circolare tratta l’esonero contributivo previsto dall’articolo 32, comma 1, lettere a) e c), del decreto legislativo n. 150/2015 e istituisce il conto GAW32124.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network