Accise sul carburante: riduzione del prezzo di benzina e gasolio estesa al 2 maggio 2022

Francesco Rodorigo - Leggi e prassi

Accise sul carburante, riduzione fino al 2 maggio 2022. La proroga è prevista dal decreto del MEF pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 16 aprile 2022 e continuerà quindi ad applicarsi il taglio di 30,5 centesimi del prezzo di benzina e gasolio. Le entrate minori causate dalla riduzione saranno compensate dall'extra gettito IVA acquisito nel mese di marzo.

Accise sul carburante: riduzione del prezzo di benzina e gasolio estesa al 2 maggio 2022

Taglio delle accise, la riduzione delle aliquote sul carburante sarà estesa dal 22 aprile fino al 2 maggio 2022.

La riduzione sul prezzo pari a 30,5 centesimi per benzina e gasolio e di 10,5 centesimi per il GPL è stata confermata dal decreto del 6 aprile 2022 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 90 il 16 aprile.

Le entrate minori registrate in questo periodo di riduzione saranno compensate dal maggior gettito acquisito dal 1° al 31 marzo 2022, 329,13 milioni di euro, dai versamenti periodici dell’IVA.

Accise sul carburante: riduzione del prezzo di benzina e gasolio fino al 2 maggio 2022

Il taglio delle accise sui carburanti è stato prorogato fino al 2 maggio 2022. Lo sconto di 30,5 centesimi al litro per benzina e gasolio e di 10,5 centesimi al litro per il GPL sarà applicato per altri 10 giorni.

La misura come prevista inizialmente sarebbe dovuta terminare il 22 aprile.

Ad introdurla è stato il decreto del Ministero delle Finanze e del Ministero della Transizione Ecologica, che, tenendo conto dell’incremento delle entrate IVA per via degli aumenti del prezzo del petrolio, ha stabilito un taglio delle aliquote di accisa di 8,5 centesimi al litro per benzina, gasolio e GPL

A completare la misura è stato poi l’articolo 1 del decreto energia n. 21/2022, tramite il quale è stata disposta una riduzione totale delle accise di 25 centesimi al litro per benzina e gasolio e di 8,5 per il GPL.

I decreti sono entrati in vigore lo scorso 22 marzo con una durata di 30 giorni, dunque fino al 22 aprile.

Il nuovo decreto del MEF, pubblicato il 16 aprile sulla Gazzetta Ufficiale n. 90, ha esteso questo periodo fino al 2 maggio 2022.

Nel DL energia, infatti, si specificava come le aliquote potessero essere rideterminate con decreto e con una modulazione diversa da quella mensile.

Ricapitolando, il taglio delle accise sul carburante prevede le seguenti riduzioni, così come abbiamo visto in questi giorni:

  • 25 centesimi in meno al litro per benzina e gasolio;
  • 8,5 centesimi in meno al litro per il GPL.

Sommando poi l’IVA lo sconto totale per litro è di 30,5 centesimi per benzina e gasolio e di 10,5 centesimi per il GPL.

Nella tabella è riportata la rideterminazione delle accise.

BenzinaGasolioGPL
478,40 euro per 1000 litri 367,40 euro per 1000 litri 182,61 euro per mille chilogrammi

Accise sul carburante ridotte fino al 2 maggio 2022, le misure di compensazione

Nel decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 6 aprile 2022, viene inoltre specificato come verranno compensate le entrate minori causate dal taglio delle accise sui carburanti.

Le misure sono previste ai sensi dell’articolo 1, comma 290 della Legge Finanziaria 2008:

“A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, ai fini della tutela del cittadino consumatore, con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, le misure delle aliquote di accisa sui prodotti energetici usati come carburanti ovvero come combustibili per riscaldamento per usi civili, stabilite dal testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative, di cui al decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, e successive modificazioni, sono diminuite al fine di compensare le maggiori entrate dell’imposta sul valore aggiunto derivanti dalle variazioni del prezzo internazionale, espresso in euro, del petrolio greggio.”

Le minori entrate dovute dal taglio delle accise su benzina, gasolio e GPL saranno compensate dal maggiore gettito acquisito dal 1° al 31 marzo dai versamenti periodici dell’IVA, pari a 329,13 milioni di euro. Queste, dunque, le risorse per consentire la proroga di 10 giorni del taglio delle accise.

Per ulteriori estensioni del periodo di riduzione oltre il 2 maggio 2022 si dovrà aspettare un nuovo decreto interministeriale.

MEF - Decreto 6 aprile 2022
Riduzione delle aliquote di accisa applicate alla benzina, al gasolio e al GPL usati come carburanti.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network