DPCM Conte 11 giugno 2020, Fase 3: nuove riaperture dal 15 giugno

Tommaso Gavi - Leggi e prassi

Fase 3 coronavirus, il dpcm dell'11 giugno 2020 del presidente Conte regolamenta le riaperture delle attività. Il calendario è vario: da oggi riprendono le competizioni sportive a porte chiuse, dal 15 giugno sale giochi, centri culturali, terme, cinema, sale teatro e da concerto. Ancora sospese sale da ballo e discoteche.

DPCM Conte 11 giugno 2020, Fase 3: nuove riaperture dal 15 giugno

DPCM Conte 11 giugno 2020, Fase 3: nuove riaperture dal 15 giugno.

Il nuovo decreto è stato approvato dal Consiglio dei Ministri dell’11 giugno 2020 ed è stato presentato dal Premier Giuseppe Conte in conferenza stampa. Nuove attività riapriranno dal 15 giugno, ma il calendario della ripartenza è strutturato in più date.

Da oggi, 12 giugno, riprendono gli eventi e le competizioni sportive a porte chiuse o all’aperto ma senza la presenza del pubblico.

A partire dal 15 giugno, invece, riprendono le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo, centri benessere, centri termali, culturali e centri sociali.

Aprono inoltre i centri estivi anche per i bambini fino ai 3 anni di età.

Riprendono anche gli spettacoli aperti al pubblico, le sale teatrali, le sale da concerto, i cinema. Per tali attività bisognerà seguire le opportune precauzioni.

Per fiere e congressi si dovrà, invece, aspettare il 14 luglio 2020.

Ecco tutti i dettagli nel DPCM 11 giugno 2020.

DPCM Conte 11 giugno 2020, Fase 3: nuove riaperture dal 15 giugno

La fase 3 del Coronavirus entra nel vivo con il dpcm dell’11 giugno 2020 del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il provvedimento, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, è composto da 11 articoli e 16 allegati.

Il calendario delle riaperture delle attività è vario ed è stato anticipato in conferenza stampa dallo stesso Conte.

Molte riaperture ricominciano da oggi, 12 giugno 2020.

Per avere un quadro complessivo si può fare riferimento alla tabella riassuntiva.

Data di riapertura Attività
12 giugno 2020 eventi e le competizioni sportive a porte chiuse o all’aperto ma senza la presenza del pubblico
15 giugno 2020 sale giochi, sale scommesse, sale bingo, centri benessere, centri termali, culturali, centri sociali, centri estivi anche per bambini fino a 3 anni d’età, spettacoli aperti al pubblico, sale teatrali, sale da concerto, cinema
25 giugno 2020 sport di contatto nelle Regioni e Province Autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità con l’andamento della situazione epidemiologica
14 luglio 2020 fiere e congressi

Le varie riaperture previste dal DPCM 11 giugno 2020 dipendono dalla condizione che le regioni e le province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità delle attività con la situazione legata ai contagi da Coronavirus.

Gli spazi legati agli spettacoli potranno riprendere l’attività con le appropriate cautele e precauzioni.

Potranno inoltre essere svolti i corsi professionali in presenza.

Il dpcm dell’11 giugno 2020 regolamenta anche gli spostamenti da e per l’estero: viene aumentato a 120 ore, ovvero 5 giorni, il periodo massimo di permanenza senza obbligo di quarantena a casa per chi entra in Italia per ragioni di lavoro.

La stessa durata di tempo è prevista per i lavoratori di imprese o enti con sede legale o secondaria in italia che si recano all’estero per motivi di lavoro.

Fase 3 Coronavirus: le attività che restano ancora sospese

Nelle riaperture del dpcm dell’11 giugno 2020 non rientrano alcune attività.

Rimangono sospese, ad esempio, quelle che si svolgono in sale da ballo e discoteche o in locali assimilati sia all’aperto sia al chiuso.

Ognuna delle attività, inoltre, può essere riaperta a condizione che Regioni e Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità di tali attività con l’andamento della curva epidemiologica.

in altre parole le date devono essere interpretate come possibile data di inizio: la ripresa delle attività, tuttavia, dipenderà dalle decisioni delle Regioni e delle Province autonome.

La nuova fase prevede dunque la ripresa di diverse attività di cittadini e imprese, colpiti dagli effetti economici negativi dell’emergenza Coronavirus.

Questo sito contribuisce all'audience di Evolution ADV Network Logo Evolution adv