Tessera sanitaria, emissione più veloce. Maggiore attenzione per i neonati

Redazione - Fisco

Diminuisce l'attesa per la tessera sanitaria: bastano all'incirca 20 giorni per ottenerla. A renderlo noto è l'Agenzia delle Entrate con il comunicato stampa del 3 settembre 2018.

Tessera sanitaria, emissione più veloce. Maggiore attenzione per i neonati

Diminuisce l’attesa per il rilascio della tessera sanitaria: secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate sono scesi del 10% i tempi per l’emissione del documento.

A renderli noti è il comunicato stampa pubblicato dall’Agenzia il 3 settembre 2018, utile per tracciare il quadro dei tempi di attesa previsti per ottenere la tessera sanitaria.

Particolare attenzione per i neonati, per i quali il rilascio del documento è necessario per accedere all’assistenza sanitaria e pediatrica del Sistema sanitario nazionale e per i quali nei soli primi sei mesi del 2018 sono state emesse circa 232 mila tessere sanitarie.

Tessera sanitaria, emissione più veloce. Più attenzione per i neonati

I tempi di lavorazione per il rilascio della tessera sanitaria scattano entro le 24 ore dalla richiesta effettuata dai cittadini.

Sono queste le tempistiche con le quali l’Agenzia delle Entrate comunica come nel corso degli anni si sia ridotta 10% l’attesa prevista per la consegna effettiva del documento.

Nello specifico, il processo di lavorazione dura circa 8 giorni (due in meno rispetto ai 10 giorni previsti in precedenza) e il tesserino, una volta consegnato alla società di postalizzazione, viene effettivamente recapitato e consegnato al contribuente entro almeno 10 giorni.

Il documento, in pratica, dovrebbe arrivare nelle mani del contribuente in un massimo di 20 giorni.

Particolare attenzione ai tempi per il rilascio della tessera sanitaria ai neonati, in quanto si tratta di un documento fondamentale per l’accesso all’assistenza sanitaria e pediatrica del Sistema sanitario nazionale.

Nei soli primi sei mesi del 2018 ne sono state emesse 232 mila, +9% rispetto ai dati degli anni precedenti: nel 2015 sono state prodotte 450 mila tessere, l’anno successivo 438.910 e nel 2017 si è passati a 425.744.

Si allega di seguito il comunicato stampa pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 3 settembre 2018:

PDF - 130.4 Kb
Agenzia delle Entrate - comunicato stampa 3 settembre 2018
Fisco; meno attese per tessere sanitarie, emesse +9% baby nel 2018 Agenzia Entrate, da 2015 emesse 1,5 milioni di tessere bambini

Tessera sanitaria scaduta: come si rinnova

A tal proposito è utile ricordare cosa fare per il rinnovo della tessera sanitaria scaduta.

Il rinnovo della tessera sanitaria dovrà essere richiesto presso l’Asl che, provvisoriamente, rilascerà al cittadino un certificato sostitutivo da utilizzare fino al recapito del documento in corso di validità.

L’Asl provvederà subito a comunicare al Sistema Tessera Sanitaria la richiesta di rinnovo e la nuova tessera sanitaria in corso di validità verrà recapitata a casa presso l’indirizzo di residenza associato al codice fiscale del richiedente.

Per controllare lo stato della tessera sanitaria è possibile accedere al portale del Sistema TS, nel quale si potrà accedere inserendo il proprio codice fiscale. L’esito della ricerca potrà portare ai seguenti risultati:

  • Se non risulta rilasciata alcuna Tessera Sanitaria, il messaggio del Sistema TS è “Non sono presenti Tessere Sanitarie”: è necessario rivolgersi alla ASL di competenza
  • Se risulta che lo stato della Tessera Sanitaria è “in corso di emissione”, bisogna attendere che la produzione e la spedizione siano completate.
  • Se risulta che lo stato della Tessera Sanitaria è “Spedita” e non è stata ancora ricevuta, è necessario rivolgersi ad un qualunque ufficio dell’Agenzia delle Entrate, per verificare la corretta registrazione della propria residenza.

Presentare richiesta per il rinnovo della tessera sanitaria è, come abbiamo visto, una procedura abbastanza semplice ma è bene indagare sui motivi per i quali non è stata inviata a casa perché di norma, l’Agenzia delle Entrate procede con l’invio almeno due mesi prima della scadenza.