Superbonus 110 per cento, Deloitte chiede un video ai tecnici asseveratori

Tommaso Gavi - Imposte

Superbonus 110 per cento, Deloitte chiede un video agli asseveratori. Dovrà essere registrato nell'immobile oggetto di intervento. Il tecnico dovrà descrivere i lavori eseguiti e confermare gli importi per permettere la liquidazione del SAL.

Superbonus 110 per cento, Deloitte chiede un video ai tecnici asseveratori

Superbonus 110 per cento, si avvicina la scadenza del 30 settembre per le unifamiliari e al requisito della realizzazione di almeno il 30 per cento dei lavori si aggiungono ulteriori complicazioni.

L’ultima riguarda, in particolare, i contribuenti che hanno optato per la cessione del credito a un istituto bancario o a un’assicurazione che si affida alla società di certificazione Deloitte.

Oltre alla documentazione richiesta per procedere con il primo SAL, ai tecnici asseveratori è richiesto di realizzare un video di durata inferiore a 5 minuti.

Tale video servirà a illustrare gli interventi realizzati e quelli da realizzare e dovrà essere essere registrato presso l’immobile oggetto dell’intervento.

Superbonus 110 per cento, Deloitte chiede un video ai tecnici asseveratori

In vista della scadenza del 30 settembre, alle già molteplici difficoltà relative al superbonus 110 per cento e legate al quadro normativo in continua evoluzione e al meccanismo della cessione del credito, si aggiungono quelle relative alle verifiche sulla realizzazione degli interventi.

L’ultima in ordine di tempo riguarda gli asseveratori dei contribuenti che hanno scelto banche o assicurazioni che acquistano i crediti d’imposta tramite le procedure della piattaforma Deloitte.

Oltre alla documentazione necessaria per la liquidazione di ciascun SAL, infatti, è richiesta un’“Attestazione video dell’Asseveratore.”

Nelle istruzioni alla predisposizione Deloitte spiega che in realtà dovranno essere realizzati più di un video. Nello specifico:

  • un video per singolo SAL, se l’intervento prevede SAL, oppure i video nella fase di fine lavori;
  • un video per singola asseverazione (asseverazione ENEA 110 per cento, asseverazione sismica 110 per cento e Asseverazione bonus inferiori al 110 per cento.

Per quanto riguarda la durata, non si dovranno superare i 5 minuti. Il contenuto, invece, è specificato ancora nel documento scaricabile dalla piattaforma Deloitte.

Da un lato viene indicato cosa si deve spiegare all’interno del video, dall’altro quali inquadrature deve contenere.

Protagonisti del video dovranno essere:

  • il tecnico asseveratore;
  • eventuali installatori;
  • gli interventi eseguiti.

La registrazione deve avvenire presso l’immobile oggetto degli interventi. Nel caso in cui non fosse possibile il tecnico invierà la parte di propria spettanza mentre la parte relativa all’immobile dovrà essere ripresa da un soggetto delegato.

Tuttavia, nel documento per la predisposizione del video si legge che:

“Deloitte si riserva in ogni caso il diritto di richiedere un video dell’intervento effettuato presso l’immobile oggetto di intervento.”

Superbonus 110 per cento, i contenuti del video richiesto da Deloitte

Il video descrittivo dell’intervento dovrà rispettare le richieste contenute all’interno del documento con le linee guida per la predisposizione di tale video.

Tra le inquadrature, dovrà essere ripreso il tecnico, con il suo tesserino dell’ordine e un proprio documento in corso di validità.

Dovrà inoltre essere identificato l’immobile, inquadrando il cartellone del cantiere e il civico dell’immobile.

Dovranno inoltre essere inquadrati gli interventi eseguiti, che dovranno essere descritti.

La spiegazione del video dovrà contenere il nome e cognome del tecnico asseveratore e le informazioni dell’immobile oggetto di interventi.

Il tecnico dovrà inoltre confermare l’importo dei lavori e spiegare a quale SAL si riferisce l’asseverazione.

Dovrà inoltre essere indicato l’Asid dell’asseverazione, in caso di ecobonus, o il codice identificativo dell’asseverazione, in caso di sismabonus.

Oltre agli interventi eseguiti, dovrà essere descritto anche il cronoprogramma dell’intervento (ovviamente sono esonerati da tale parte i tecnici che realizzano il video di fine lavori).

Nel caso in cui ci siano differenze rispetto al computo iniziale, le stesse dovranno essere descritte.

Una volta realizzato il video dovrà essere caricato in una cartella di Google drive e il link ottenuto, dopo aver seguito i passaggi dell’apposita guida al caricamento, dovrà essere riportato nel commento relativo alla documentazione richiesta.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network