Scadenze fiscali, si riparte oggi 20 agosto: IVA, esonero canone RAI, esterometro e altri appuntamenti

Rosy D’Elia - Scadenze fiscali

Scadenze fiscali, il maxi appuntamento di oggi 20 agosto fa ripartire il calendario di versamenti e adempimenti: dall'IVA all'esonero del canone RAI, passando per l'esterometro sono 141 gli impegni col Fisco da rispettare dopo lo stop della pausa estiva. Le istruzioni da seguire.

Scadenze fiscali, si riparte oggi 20 agosto: IVA, esonero canone RAI, esterometro e altri appuntamenti

Dopo lo stop della pausa estiva, oggi 20 agosto riparte il calendario di scadenze fiscali: la data segna un maxi appuntamento col Fisco: dall’IVA alla domanda di esonero del canone RAI, passando per l’esterometro sono 141 gli impegni da recuperare.

Tutto è rimasto congelato dal 1° al 20 agosto a causa della proroga feriale degli adempimenti fiscali, regolata dal comma 11-bis, articolo 37 del decreto legge n. 223/2006, che ha fatto slittare i termini previsti in questo arco temporale nell’ultima decade del mese.

Nel testo si legge:

“Gli adempimenti fiscali e il versamento delle somme di cui agli articoli 17 e 20, comma 4, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, che hanno scadenza dal 1º al 20 agosto di ogni anno, possono essere effettuati entro il giorno 20 dello stesso mese, senza alcuna maggiorazione”.

Di seguito una panoramica sui principali adempimenti e versamenti che si concentrano nella scadenza del 20 agosto:

  • adempimenti periodici IVA, IRPEF e INPS;
  • pagamento delle imposte sui redditi che derivano dalle dichiarazioni dei redditi per coloro che sono esclusi dalla proroga;
  • esterometro secondo trimestre 2021;
  • esonero canone rai over 75.

Quest’anno la data del 20 agosto è particolarmente ricca anche perché si concentrano sul prossimo venerdì anche le scadenze del 31 luglio 2021, che cadendo di sabato ha fatto slittare gli impegni.

Scadenze fiscali, si riparte il 20 agosto: adempimenti periodici IVA, IRPEF, INPS

Ogni mese entro il 16 i titolari di partita IVA sostituti d’imposta sono tenuti a effettuare i versamenti di IVA, ritenute IRPEF e contributi INPS.

I contribuenti nel mese di agosto hanno quattro giorni in più del solito per procedere con gli adempimenti periodici.

La scadenza slitta al 20 agosto, e i soggetti interessati devono procedere con il pagamento delle somme dovute tramite il modello F24.

In tabella i dettagli e le istruzioni da seguire.

Adempimento Periodo di riferimento Modalità Codice tributo
Versamento IRPEF relativo alle ritenute alla fonte a titolo d’acconto effettuate dai sostituti d’imposta su:

  • redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente comprensivo di addizionali comunali e regionali;
  • redditi da lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente, provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza
luglio 2021 Modello F24 1040 con competenza 07/2021
Contributi INPS dovuti dal datore di lavoro sulle retribuzioni corrisposte nel mese precedente luglio 2021 Modello F24 (è possibile utilizzare lo stesso del versamento IRPEF) -
Versamento IVA per i contribuenti con liquidazione mensile maggio 2021 Modello F24 6007
Versamento IVA per i contribuenti con liquidazione trimestrale secondo trimestre 2021 Modello F24 6032

Scadenze fiscali, si riparte il 20 agosto: imposte sui redditi

Tra le scadenze fiscali del 20 agosto 2021 c’è anche l’appuntamento con il versamento delle somme che derivano dalla dichiarazione dei redditi 2021 per coloro che non rientrano nella proroga al 15 settembre prevista dalla conversione in legge del decreto Sostegni bis.

Si è concesso più tempo ai soggetti ISA compresi minimi e forfettari, mentre tutti gli altri devono versare le rate relative al saldo e al primo acconto di IRPEF, IRES, IRAP e alle altre imposte collegate.

In particolare, l’appuntamento col Fisco subito dopo la pausa estiva riguarda i seguenti versamenti:

  • seconda rata delle imposte sui redditi, per i non titolari di partita IVA esclusi dalla proroga che hanno effettuato il primo versamento entro il 30 giugno 2021;
  • seconda rata delle imposte sui redditi, per i titolari di partita IVA esclusi dalla proroga che hanno effettuato il primo versamento entro il 30 luglio 2021 maggiorando l’importo dovuto dello 0,40 per cento;
  • terza rata delle imposte sui redditi dovute dai titolari di partita IVA esclusi dalla proroga che hanno effettuato il primo versamento entro il 30 giugno 2021.

Scadenze fiscali 20 agosto 2021, esterometro secondo trimestre

Non solo pagamenti, ma anche adempimenti comunicativi devono essere effettuati entro la scadenza del 20 agosto.

È il caso dell’esterometro del secondo trimestre 2021. L’invio, secondo le regole ordinarie, era previsto per il 31 luglio.

I soggetti passivi IVA residenti o stabiliti in Italia sono tenuti a comunicare periodicamente i dati di cessioni di beni e prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato.

L’appuntamento in arrivo riguarda le informazioni di tutto il secondo trimestre dell’anno, quindi aprile, maggio e giugno.

L’invio come di consueto deve essere effettuato in via telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato, seguendo il tracciato e le regole di compilazione previste dalle specifiche tecniche allegate al Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 30 aprile 2018 prot.89757.

Sono escluse dall’esterometro le operazioni per le quali è stata emessa una bolletta doganale e quelle per le quali siano state emesse o ricevute fatture elettroniche.

Scadenze fiscali, anche l’esonero canone Rai over 75 in calendario il 20 agosto

Infine, tra le scadenze previste a fine luglio che per effetto di un doppio slittamento automatico arrivano al 20 agosto c’è anche la domanda di esenzione dal versamento del canone RAI.

Il termine riguarda i contribuenti con età pari o superiore a 75 anni che vogliono richiedere l’esonero dal pagamento del canone RAI 2021.

In questo caso, oltre a rispettare il termine è necessario anche essere in linea con i requisiti previsti:

  • avere un reddito non superiore a 8.000 euro;
  • aver compiuto 75 anni entro il 31 luglio.

L’esonero si applicherà per il secondo semestre dell’anno, ma dal 2022 è valido per l’intera annualità.

Entro la scadenza del 20 agosto per accedere al beneficio i cittadini over 75 dovranno presentare un modulo di autodichiarazione con una copia del documento d’identità.

Due sono le modalità per consegnarlo.

Consegna modulo di autodicahirazione esonero canone RAI
Fisicamente presso un Ufficio Territoriale dell’Agenzia delle Entrate
Spedizione postale in plico raccomandato, senza busta, alll’indirizzo Agenzia delle Entrate - Ufficio Torino 1 S.A.T. - Sportello Abbonamenti TV - Casella postale 22 - 10121 - Torino.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network