Reddito di cittadinanza e assegno unico 2021: istruzioni INPS su requisiti e importi

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Reddito di cittadinanza e assegno unico 2021: istruzioni INPS su requisiti e importi. Le formule per calcolare a quanto ammonta l'integrazione della somma a cui si ha diritto e alcuni esempi pratici nel messaggio numero 3669 del 27 ottobre 2021.

Reddito di cittadinanza e assegno unico 2021: istruzioni INPS su requisiti e importi

Reddito di cittadinanza, gli importi crescono grazie all’assegno unico per i figli previsto dal 1° luglio e fino al 31 dicembre 2021: con il messaggio numero 3669 del 27 ottobre 2021, l’INPS illustra i requisiti per ottenere la somma aggiuntiva e le modalità di calcolo dell’integrazione.

Ai nuclei familiari beneficiari del reddito di cittadinanza, che non abbiano diritto all’assegno per il nucleo familiare, viene riconosciuto d’ufficio l’assegno temporaneo regolato dal DL n. 79 del 2021.

Coloro che hanno le carte in regola per riceverlo non devono presentare domanda all’INPS per ottenerlo.

I lettori interessati ad approfondire il tema del reddito di cittadinanza e delle politiche attive sul lavoro possono iscriversi gratuitamente al gruppo Facebook Informazione Fiscale e confrontarsi con i nostri professionisti e gli altri lettori

Reddito di cittadinanza e assegno unico 2021: istruzioni INPS su requisiti e importi

Sul piano pratico le novità introdotte dal DL n. 79/2021 si traducono in un’integrazione dell’importo mensile: la somma a cui si ha diritto per l’assegno unico si aggiunge alla cifra che spetta per il reddito di cittadinanza.

Ma la maggiorazione non è pari all’intero importo teorico spettante per l’assegno unico: dal totale deve essere, infatti, sottratta la quota del reddito di cittadinanza relativa ai figli minori presenti nel nucleo familiare, calcolata sulla base della scala di equivalenza. Il risultato che deriva da questa operazione si aggiunge all’importo originario del RdC.

L’INPS provvede al pagamento nelle stesse modalità previste per il reddito di cittadinanza dopo aver verificato il possesso dei requisiti:

  • per quanto riguarda la residenza, il soggiorno e il pagamento delle imposte in Italia non ci sono dubbi: tutti i beneficiari del reddito di cittadinanza rispondono alle caratteristiche richieste per ottenere l’assegno unico;
  • per quanto riguarda, invece, la presenza di figli minori fiscalmente a carico del o dei genitori presenti nel nucleo familiare, si fa riferimento ai dati dichiarati nella DSU e di quelli a disposizione negli altri archivi dell’INPS.

Vengono considerati gli indicatori ISEE ordinario, corrente e minorenni.

“Sono ricompresi nella platea dell’integrazione RdC tutti i nuclei percettori di RdC nei quali siano contestualmente presenti i due genitori con uno o più figli minori a carico (contrassegnati in DSU con la lettera “F”), nonché i nuclei in cui risulti un unico genitore che, ove applicabile, abbia fatto ricorso all’ISEE minorenni ai fini della percezione del RdC”.

In caso di nuclei familiari in cui la DSU sia presentata da soggetti diversi dai genitori legittimi o naturali, un nonno, uno zio, un fratello, i minori presenti nel nucleo non sono indicati dalla lettera “F”.

Ma l’esistenza di un valido provvedimento di affido di uno o più figli minori al dichiarante diverso dal genitore permette comunque di ottenere l’integrazione legata all’assegno unico.

Sul portale INPS nell’area dedicata al “Reddito di Cittadinanza / Pensione di Cittadinanza”, nella sezione “Lista domande ed esiti”, è possibile verificare se si ha diritto o meno alla maggiorazione dell’importo.

Reddito di cittadinanza e assegno unico 2021: istruzioni INPS sul calcolo degli importi

Nel messaggio numero 3669/2021 l’INPS illustra come viene calcolata l’integrazione del reddito di cittadinanza legata all’assegno unico.

La somma aggiuntiva è frutto della seguente formula:

“Importo teorico Assegno Temporaneo-Quota Reddito di Cittadinanza minorenni”

Importi assegno unico 2021

Il primo valore è legato all’ISEE e al numero di figli presenti nel nucleo. Di seguito la tabella di riferimento.

Fasce di valore ISEE di riferimentoImporti Nuclei fino a due figli minoriImporti Nuclei con almeno tre figli minori
Fino a 7.000,00 167,5 217,8
da 7.000,01 a 7.100,00 166,4 216,4
da 7.100,01 a 7.200,00 165,4 215
da 7.200,01 a 7.300,00 164,3 213,7
da 7.300,01 a 7.400,00 163,3 212,3
da 7.400,01 a 7.500,00 162,3 210,9
da 7.500,01 a 7.600,00 161,3 209,6
da 7.600,01 a 7.700,00 160,2 208,2
da 7.700,01 a 7.800,00 159,2 206,9
da 7.800,01 a 7.900,00 158,1 205,5
da 7.900,01 a 8.000,00 157 204,1
da 8.000,01 a 8.100,00 156 202,8
da 8.100,01 a 8.200,00 154,9 201,4
da 8.200,01 a 8.300,00 153,9 200,1
da 8.300,01 a 8.400,00 152,8 198,7
da 8.400,01 a 8.500,00 151,8 197,3
da 8.500,01 a 8.600,00 150,8 196
da 8.600,01 a 8.700,00 149,7 194,6
da 8.700,01 a 8.800,00 148,7 193,3
da 8.800,01 a 8.900,00 147,6 191,9
da 8.900,01 a 9.000,00 146,6 190,5
da 9.000,01 a 9.100,00 145,5 189,2
da 9.100,01 a 9.200,00 144,5 187,8
da 9.200,01 a 9.300,00 143,4 186,4
da 9.300,01 a 9.400,00 142,4 185,1

Quota reddito di cittadinanza minorenni

La parte di reddito di cittadinanza relativa ai figli minori che fanno parte del nucleo familiare viene calcolata, invece, sulla base della formula che segue:

ImportoRdC*[(contributo minorenni alla scala di equivalenza)/(scala equivalenza totale)]

Il contributo minorenni alla scala di equivalenza è rappresentato dalla quota di scala di equivalenza RdC determinata dalla presenza dei componenti di minore età (0,2 per ognuno).

Di seguito, invece, la scala di equivalenza totale.

Composizione nucleo familiareScala di equivalenza
1 adulto 1
1 adulto e 1 minore 1,2
2 adulti 1,4
2 adulti e 1 minore 1,6
2 adulti e 2 minore 1,8
2 adulti e 3 minore 2
3 adulti e 2 minore 2,1
4 adulti 2,1
4 adulti (o 3 adulti e 2 minori) tra cui una persona in condizione di disabilità grave o non autosufficiente 2,2

L’INPS, inoltre, specifica i casi in cui c’è una variazione del calcolo della quota del reddito di cittadinanza legata ai minorenni.

“Qualora la scala di equivalenza ottenuta sommando i parametri relativi alle diverse componenti (maggiorenni e minorenni) sia ridotta per applicazione del tetto massimo (2,1, che sale a 2,2 in presenza di disabili gravi non autosufficienti), al fine di non penalizzare i nuclei familiari in cui la presenza di uno o più minori non comporti alcun aumento dell’importo del Rdc, la determinazione della Quota RdC minorenni avviene attraverso la seguente formula:

Quota RdC minorenni (nuclei con abbattimento scala di equivalenza)=ImportoRdC*[(scala equivalenza totale- contributo maggiorenni alla scala di equivalenza)/(scala equivalenza totale)]

Reddito di cittadinanza e assegno unico 2021: istruzioni INPS su requisiti e importi

Sulla base delle indicazioni fornite, poi, il messaggio riporta degli esempi pratici per illustrare a quanto ammonta l’integrazione del reddito di cittadinanza legata all’assegno unico per i figli.

Situazione familiareImporto teorico AT in relazione alla fascia di valore ISEE e al numero di figli minori Quota RdC minorenniIntegrazione RdC
Nucleo RdC composto da due maggiorenni e due figli minori con indicatore ISEE inferiore a 7.000 euro e beneficio mensile di 500 euro nella mensilità RdC di luglio 2021 335 euro 111,11 223,89 euro
Nucleo RdC composto da due maggiorenni e tre figli minori con indicatore ISEE inferiore a 7.000 euro e beneficio mensile di 700 euro nella mensilità RdC di luglio 2021 653,40 euro 210 443,40 euro
Nucleo RdC composto da due maggiorenni e tre figli minori di cui uno affetto da disabilità con indicatore ISEE inferiore a 7.000 euro e beneficio mensile di 700 euro nella mensilità RdC di luglio 2021 653,4 euro 210 493,40 euro
Nucleo RdC composto da sei maggiorenni e un figlio minore con indicatore ISEE inferiore a 7.000 euro e beneficio mensile di 1.000 euro nella mensilità RdC di luglio 2021 167,5 euro 0 167,5 euro

I dettagli sui requisiti e sulle modalità di calcolo sono contenuti nel testo integrale del messaggio numero 3669 del 27 ottobre 2021.

INPS - Messaggio numero 3669 del 27 ottobre 2021
Integrazione del Reddito di cittadinanza ai sensi dell’articolo 4, comma 3, del decreto-legge 8 giugno 2021, n. 79. Ulteriori indicazioni a seguito della circolare n. 93/2021

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network