Fatture elettroniche, proroga consultazione: adesione fino al 20 dicembre

Consultazione fatture elettroniche, proroga al 20 dicembre 2019 per l'adesione al servizio. La novità è stata comunicata dall'Agenzia delle Entrate con provvedimento del 30 ottobre, ad un giorno dalla scadenza originaria fissata al 31 ottobre.

Fatture elettroniche, proroga consultazione: adesione fino al 20 dicembre

Consultazione fatture elettroniche, proroga al 20 dicembre per l’adesione al servizio predisposto dall’Agenzia delle Entrate.

La novità è contenuta nel provvedimento pubblicato il 30 ottobre 2019, ad un giorno dalla scadenza originaria fissata al 31 ottobre.

La proroga per aderire al servizio di consultazione delle fatture elettroniche riguarda tutti i contribuenti interessati, dalle partite IVA ai consumatori finali. Il rinvio della scadenza relativa alla prima finestra di adesione, prevista con decorrenza dal 1° luglio e fino al 31 ottobre 2019, è dovuta alle novità introdotte dal Decreto Fiscale 2020.

Fatture elettroniche, proroga consultazione: adesione fino al 20 dicembre

Il Decreto Fiscale 2020 (decreto legge n. 124 del 26 ottobre 2019) ha esteso l’ambito di utilizzo delle informazioni contenute nelle fatture elettroniche, sia per l’Agenzia delle Entrate che per la Guardia di Finanza.

Per attuare la novità, che amplia i dati che potranno essere utilizzati per i controlli fiscali e non, nonché il periodo temporale di memorizzazione da parte dell’Amministrazione Finanziaria, l’Agenzia delle Entrate necessita di tempo, ed è questo il motivo per il quale il provvedimento del 30 ottobre proroga la scadenza per l’adesione al servizio di consultazione ed acquisizione delle fatture elettroniche.

Titolari di partita IVA e consumatori finali avranno tempo fino al 20 dicembre 2019. Due mesi circa di tempo in più rispetto al termine originario, fissato ad oggi. L’Agenzia delle Entrate ricorda inoltre che i titolari di partita IVA potranno aderire al servizio di consultazione anche mediante intermediari abilitati.

Per i consumatori finali, invece, l’adesione potrà essere espressa solo personalmente, accedendo alla propria area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

PDF - 94.3 Kb
Agenzia delle Entrate - provvedimento 30 ottobre 2019
Modifiche al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 30 aprile 2018, come modificato dai provvedimenti del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 21 dicembre 2018, del 29 aprile 2019 e del 30 maggio 2019
PDF - 156.7 Kb
Agenzia delle Entrate - comunicato stampa 30 ottobre 2019
E-fatture, più tempo per aderire al servizio di consultazione. La scelta è possibile fino al 20 dicembre 2019

Proroga consultazione fatture elettroniche al 20 dicembre 2019: l’Agenzia delle Entrate prende tempo

L’Agenzia delle Entrate necessità di tempo per l’adeguamento tecnico ed infrastrutturale delle proprie piattaforme. Un adeguamento necessario per recepire le novità introdotte dall’articolo 14 del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, che con i nuovi commi 5-bis e 5-ter all’articolo 1 del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, prevede che:

“i file delle fatture elettroniche … sono memorizzati fino al 31 dicembre dell’ottavo anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione di riferimento ovvero fino alla definizione di eventuali giudizi”.

All’estensione del periodo di utilizzo dei dati delle fatture elettroniche per finalità di controllo si affianca poi l’ampliamento del set di informazioni archiviate. Vengono infatti inclusi anche i dati relativi a natura, qualità e quantità di beni formanti l’operazione (lettera g), articolo 21 del DPR IVA).

L’adeguamento della piattaforma, al fine di implementare l’infrastruttura tecnologica alla base del servizio di consultazione delle fatture elettroniche, non vedrà impegnata solo l’Agenzia delle Entrate. È infatti necessario riprendere il confronto con il Garante per la Privacy, e nell’aria c’è l’ipotesi di un nuovo braccio di ferro tra i due Enti.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it