Pensioni scuola 2022/2023: domanda di cessazione dal 12 settembre per il personale scolastico

Pensioni scuola 2022/2023, domanda di cessazione dal servizio dal 12 settembre al 21 ottobre 2022 per docenti e personale ATA, ai fini del collocamento a riposo dal 1° settembre del prossimo anno. Per i presidi la scadenza slitta al 28 febbraio 2023. Tutte le indicazioni nella circolare n. 31924 pubblicata dal Ministero dell'Istruzione il 12 settembre 2022 e condivisa con INPS.

Pensioni scuola 2022/2023: domanda di cessazione dal 12 settembre per il personale scolastico

Pensioni scuola 2022/2023, al via dal 12 settembre 2022 le domande di cessazione dal servizio, con decorrenza dal 1° settembre 2023, per il personale scolastico.

La scadenza per richiedere il collocamento a riposo è fissata al 21 ottobre 2022 e riguarda i docenti e il personale ATA, amministrativo, tecnico e ausiliario. Per i dirigenti scolastici, invece, il termine è differito al 28 febbraio del prossimo anno.

La domanda va presentata in modalità telematica tramite il servizio POLIS sul sito del Ministero dell’Istruzione.

Tutte le istruzioni sono contenute nella circolare n. 31924, pubblicata il 12 settembre, che recepisce quanto stabilito dal decreto ministeriale n. 238 dell’8 settembre 2022.

MIUR - decreto n. 238 dell’8 settembre 2022
Indicazioni operative per il personale scolastico relative alle domande di cessazione dal servizio a partire dal 1° settembre 2023.

Pensioni scuola 2022/2023: domanda di cessazione dal 12 settembre per il personale scolastico

Il Ministero dell’Istruzione comunica che dal 12 settembre 2022 è aperta la procedura per l’invio delle domande di cessazione dal servizio per il personale scolastico.

Tutte le istruzioni relative a requisiti e modalità di presentazione delle richieste sono fornite nella circolare n. 31924, condivisa con l’INPS.

Le domande di cessazione per dimissioni volontarie dal servizio, con decorrenza dal 1° settembre 2023, dovranno essere inoltrate utilizzando la procedura telematica POLIS “istanza online entro il 21 ottobre 2021.

La scadenza di ottobre riguarda esclusivamente i docenti e il personale ATA, mentre per i presidi il termine slitta al 28 febbraio del prossimo anno.

Devono rispettare la scadenza fissata anche i lavoratori che hanno i requisiti per la pensione anticipata (41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini) e non hanno ancora compiuto i 65 anni d’età.

Questi possono richiedere la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale con contestuale riconoscimento del trattamento pensionistico.

Il mancato rispetto della scadenza del 21 ottobre non permetterà agli interessati di accedere al trattamento pensionistico, dato che la presentazione è propedeutica al collocamento a riposo.

Pensioni scuola 2022/2023: i requisiti la domanda di cessazione dal servizio

Per richiedere l’uscita e accedere alla pensione a partire dal 1° settembre 2023 è necessario presentare la domanda di cessazione dal servizio.

Per quanto riguarda la domanda di quest’anno, i requisiti contributivi e anagrafici riferiti al 2023 sono quelli specificati nelle tabelle fornite dal Ministero in relazione ai vari strumenti disponibili:

  • Pensione di vecchiaia (art. 24, commi 6 e 7 della legge n. 214/2011):
    • d’ufficio, 67 anni al 31 agosto 2023;
    • a domanda, 67 anni al 31 dicembre 2023;
    • anzianità contributiva minima di 20 anni.
  • Pensione di vecchiaia attività gravose e faticose (art. 1, commi da 147 a 153 della legge n. 205/2017):
    • a domanda, 66 anni e 7 mesi al 31 dicembre 2023;
    • anzianità contributiva minima di 30 anni al 31 agosto 2023.
  • Pensione anticipata (art. 15 DL n. 4/2019) con requisiti da maturare entro il 31 dicembre 2023:
    • donne, anzianità contributiva minima di 41 anni e 10 mesi;
    • uomini, anzianità contributiva minima di 42 anni e 10 mesi.
  • Opzione donna (art. 16 DL n. 4/2019):
    • anzianità contributiva di 35 anni maturata al 31 dicembre 2021;
    • 58 anni d’età al 31 dicembre 2021.
  • Quota 100 (art. 14 comma 1 DL n. 4/2019):
    • requisiti maturati entro il 31 dicembre 2021;
    • anzianità contributiva minima di 38 anni;
    • 62 anni d’età.
  • Quota 102 (art. 14 comma 1 DL n. 4/2019):
    • requisiti da maturare entro il 31 dicembre 2022;
    • anzianità contributiva minima di 38 anni;
    • 64 anni d’età.

Pensioni scuola 2022/2023: come presentare la domanda di cessazione dal servizio

Le domande di cessazione dal servizio per docenti, personale ATA e dirigenti scolastici vanno presentate utilizzando esclusivamente la procedura web POLISistanze on line”, disponibile sul sito del Ministero dell’Istruzione entro la scadenza del 21 ottobre 2022 (28 febbraio 2023 per i presidi).

Il personale delle provincie di Trento, Bolzano ed Aosta, invece, deve fare domanda direttamente alla sede scolastica di servizio o titolarità, che provvederà ad inoltrarle ai competenti Uffici territoriali.

I lavoratori in servizio all’estero possono presentare l’istanza all’Ufficio territorialmente competente in formato analogico o digitale, al di fuori della piattaforma POLIS.

Entro lo stesso termine di scadenza si devono presentare anche le istanze di permanenza in servizio, ai sensi dell’art. 1, comma 257, della legge n. 208/2015, per il raggiungimento del minimo contributivo. Queste vanno trasmesse all’Ufficio territorialmente competente in formato analogico o digitale, senza utilizzare la piattaforma POLIS.

Dopo aver presentato istanza di cessazione, gli interessati potranno inoltrare la domanda di pensione direttamente all’INPS utilizzando una delle seguenti modalità:

  • online, tramite il sito istituzionale accedendo con SPID, CIE o CNS;
  • tramite Contact Center Integrato chiamando il numero 803164;
  • tramite i servizi offerti dal Patronato.

L’accertamento del diritto al trattamento pensionistico viene svolto dalle sedi dell’Istituto sulla base dei dati presenti sul conto assicurativo individuale ed esclusivamente in riferimento alla tipologia di pensione indicata nell’istanza di cessazione.

La procedura si concluderà entro il termine ultimo del 18 aprile 2023 con successiva comunicazione all’interessato.

Per tutti gli altri dettagli si rimanda al testo integrale della circolare ministeriale n. 30142.

MIUR - Circolare n. 31924 dell’8 settembre 2022
D.M. n. 238 dell’8 settembre 2022. Cessazioni dal servizio del personale scolastico dal 1° settembre
2023. Trattamento di quiescenza e di previdenza. Indicazioni operative.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network