Pari opportunità, rapporto biennale su personale maschile e femminile in scadenza il 14 ottobre 2022

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Pari opportunità: scadenza oggi, 14 ottobre, il rapporto sul personale maschile e femminile: il termine era stato inizialmente fissato al 30 settembre. Ma le segnalazioni sulle difficoltà emerse nell'invio dei dati tramite il portale ServiziLavoro hanno fatto slittare la data.

Pari opportunità, rapporto biennale su personale maschile e femminile in scadenza il 14 ottobre 2022

Pari opportunità, le aziende con più di 50 dipendenti devono inviare i dati del rapporto sul personale maschile e femminile entro la scadenza del 14 ottobre.

La data ultima per la trasmissione era stata fissata al 30 settembre, ma è slittata a causa dei rallentamenti del sistema dovuti alla mole di informazioni da inviare.

Come aveva annunciato il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con la notizia del 28 settembre in seguito alle richieste dei Consulenti del Lavoro sulla necessità di spostare la data ultima per procedere al 31 ottobre.

Pari opportunità, proroga al 14 ottobre per il rapporto biennale su personale maschile e femminile

Un decreto interministeriale del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia ha modificato quanto stabilito in principio sui tempi e le modalità di compilazione del Rapporto biennale sulla situazione personale maschile e femminile.

Con le novità introdotte a fine 2021, l’adempimento rappresenta un obbligo per tutti i datori di lavoro del settore pubblico o privato con più di 50 dipendenti, e non più 100 come previsto in passato. La comunicazione, invece, è facoltativa per chi resta sotto questa soglia.

Alla luce delle modifiche apportate all’articolo 46 del Codice delle pari opportunità, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha messo a punto un apposito servizio online per la trasmissione dei dati richiesti e ha fornito tempi e istruzioni operative per procedere con il Decreto Interministeriale del 29 marzo 2022.

La scadenza per inviare i dati del rapporto sul personale maschile e femminile è solitamente fissata al 30 aprile dell’anno successivo al biennio di riferimento. Per il primo appuntamento del 2022, e quindi per i dati del 2020 e del 2021, è stato previsto il termine più ampio del 30 settembre, sia per permettere alle aziende di familiarizzare con l’adempimento che per avviare la macchina organizzativa a livello istituzionale.

A pochi giorni dalla scadenza, però, era emersa la necessità di allungare ulteriormente i tempi fino al 14 ottobre.

La proroga è risultata necessaria “a seguito di segnalazioni che riportano difficoltà nella compilazione del Rapporto, dovute a rallentamenti sul sistema, generati dal grande flusso di aziende che negli ultimi giorni sta definendo l’adempimento”, come si legge nella notizia del 28 settembre.

Pari opportunità, rapporto biennale su personale maschile e femminile in scadenza ma arriva la proroga

Nei giorni precedenti alla decisione i Consulenti del Lavoro avevano inviato una lettera al Ministero del Lavoro per segnalare difficoltà tecnico organizzative riscontrate dai datori di lavoro e richiedere una proroga al 31 ottobre.

La risposta, anche se a ribasso perché la scadenza è stata fissata al 14 ottobre, è arrivata.

D’altronde la stessa procedura attivata su ServiziLavoro ha risentito del grande flusso di dati da trasmettere per redigere il rapporto sul personale maschile e femminile.

Il modulo da compilare, accedendo tramite SPID o Carta d’Identità Elettronica, è composto da tre sezioni:

  • informazioni generali sull’azienda;
  • informazioni generali sul numero complessivo occupati e occupate;
  • informazioni generali sulle unità nell’ambito comunale.

In particolare sono diversi i dati da inserire nel rapporto biennale.

Informazioni generali sull’azienda Dati generali sull’azienda
Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro
Informazioni generali sul numero complessivo occupati e di occupate Occupazione totale al 31/12/2021 (secondo anno del biennio)
Occupati alle dipendenze al 31/12/2021 (secondo anno del biennio) per categoria
professionale e livello di inquadramento: promozioni nell’anno e assunzioni nell’anno
Occupati alle dipendenze al 31/12/2021 (secondo anno del biennio) per categoria
professionale e tipo di contratto, in Cassa Integrazione (CIG) e aspettativa
Entrate ed uscite, trasformazione dei contratti registrate nell’anno al 31/12/2021
(secondo anno del biennio) per categoria
Formazione del personale svolta nel corso dell’anno 2021 (secondo anno del
biennio) per categoria professionale
Informazioni generali sui processi e strumenti di selezione, reclutamento,
accesso alla qualificazione professionale e manageriale
Retribuzione iniziale (al 01/01/2020) per categoria professionale e per livello di
inquadramento
Retribuzione annua al 31/12/2021 (secondo anno del biennio) per categoria
professionale e per livello di inquadramento
Informazioni generali sulle unità nell’ambito comunale Occupati/e per
ciascuna unità produttiva con più di 50 dipendenti, al 31/12/2021

Nella pagina dedicata alla redazione del rapporto il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali specifica che “il rapporto deve essere redatto sia in relazione al complesso delle unità produttive e delle dipendenze, sia in riferimento a ciascuna unità produttiva con più di 50 dipendenti”.

Questo adempimento comunicativo finalizzato a monitorare il personale maschile e femminile nelle aziende italiane muove, quindi, un’importante mole di informazioni: da qui la necessità di chiedere e concedere più tempo.

Ulteriori dettagli sul rapporto biennale sul personale maschile e femminile sono contenute nel testo integrale del decreto interministeriale del 29 marzo 2022.

Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali - Decreto Interministeriale del 29 marzo 2022
Modalità per la redazione del rapporto biennale sulla situazione del personale maschile e femminile da parte delle aziende pubbliche e private con più di 50 dipendenti.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network