Modello F24 per il pagamento di imposte, tasse e contributi: si allunga la lista dei versamenti possibili

Rosy D’Elia - Imposte

Modello F24 per qualsiasi pagamento di imposte, tasse o contributi: nuove somme potranno essere versate utilizzandolo. Si amplia, in questo modo, anche il perimetro della compensazione. L'estensione è in arrivo con la conversione in legge del Decreto Semplificazioni, ma a stabilire il perimetro delle novità dovrà essere il Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Modello F24 per il pagamento di imposte, tasse e contributi: si allunga la lista dei versamenti possibili

Modello F24 per qualsiasi pagamento di imposte, tasse o contributi: nuove somme potranno essere pagate tramite il modello unificato. Si amplia, in questo modo, anche il perimetro della compensazione dei crediti fiscali.

L’estensione è in arrivo con la conversione in legge del Decreto Semplificazioni, su cui si attende il via libera definitivo dal Senato entro il 20 agosto, ma a stabilire il perimetro delle novità dovrà essere il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Modello F24 per qualsiasi pagamento: le novità nel DL Semplificazioni

Le novità in arrivo sull’utilizzo del modello F24 sono contenute in uno degli emendamenti che hanno arricchito il testo del DL n. 73/2022 durante l’iter di conversione in legge.

In particolare, si stabilisce che “ai contribuenti è consentito effettuare versamenti unitari di qualsiasi imposta, tassa o contributo, comunque denominati, spettanti allo Stato, agli enti territoriali e agli enti previdenziali secondo la disciplina dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.

I contorni delle novità e i tempi in cui si passerà dalla teoria alla pratica, però, dovranno essere definiti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con un decreto ad hoc.

Come specifica la stessa Agenzia delle Entrate, il modello si definisce “unificato” perché permette a chi lo utilizza di effettuare con un’unica operazione il pagamento delle somme dovute, compensando il versamento con eventuali crediti.

Estendendo il perimetro di utilizzo del modello F24, quindi, si moltiplicano per i contribuenti le possibilità di procedere con la compensazione.

Modello F24 per qualsiasi pagamento e si amplia il perimetro della compensazione dei crediti

Il modello F24 è già lo strumento che i contribuenti, titolari e non titolari di partita IVA, utilizzano per un lungo elenco di versamento di tributi, contributi e premi. Solo per citare alcune voci:

  • imposte sui redditi, come ad esempio l’IRPEF;
  • ritenute sui redditi da lavoro e sui redditi da capitale;
  • IVA
  • imposte sostitutive delle imposte sui redditi, dell’Irap e dell’Iva
  • IRAP;
  • imposta sostitutiva sui finanziamenti;
  • imposta sulle assicurazioni;
  • tasse scolastiche;
  • contributi INPS e premi INAIL.

E la lista è destinata ad allungarsi sempre di più. Già negli ultimi anni, infatti, lo strumento ha guadagnato terreno rispetto al modello F23, che attualmente resta in uso solo per poche tipologie di imposte, tasse e sanzioni:

  • imposte di registro, ipotecaria e catastale, gestite dagli uffici dell’Agenzia delle Entrate;
  • canoni per concessioni demaniali;
  • sanzioni inflitte da autorità giudiziarie e amministrative (come multe e contravvenzioni).

Ad esempio, dal 1° settembre 2020 l’utilizzo del modello F24 è stato esteso anche alle somme dovute in relazione alla registrazione degli atti privati, dopo un periodo transitorio in cui hanno convissuto le due modalità di versamento.

Nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 27 gennaio 2022 che ha dettato i tempi si legge:

“In un’ottica di razionalizzazione delle modalità di pagamento, il modello F24 garantisce maggiore efficienza e rappresenta un ulteriore progresso verso la semplificazione degli adempimenti fiscali dei contribuenti, che già utilizzano il modello F24 per il pagamento di numerosi tributi”.

Sembra essere proprio questa la direzione alla base delle novità in arrivo con il Decreto Semplificazioni, su cui si attende l’approvazione definitiva al Senato entro il 20 agosto.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network