Intelligenza artificiale, tra le misure europee nell’approfondimento di FNC e CNDCEC

Tommaso Gavi - Fisco

Intelligenza artificiale, l'intervento nel settore e le altre misure economiche, europee ed internazionali, sono approfondite nel primo numero dell'informativa periodica Attività Internazionale, diffuso con il comunicato stampa di FNC e CNDCEC del 15 gennaio 2021.

Intelligenza artificiale, tra le misure europee nell'approfondimento di FNC e CNDCEC

Intelligenza artificiale, questo e altri settori sono oggetto dei finanziamenti previsti dalle misure europee.

Ad analizzare la risposta dell’UE all’emergenza coronavirus è il documento di approfondimento della Fondazione e del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, diffuso con il comunicato stampa del 15 gennaio 2021.

Al centro dell’informativa periodica “Attività Internazionale” ci sono le misure economiche adottate in ambito europeo ed internazionale in risposta alla crisi pandemica.

Intelligenza artificiale, l’analisi delle misure europee nell’approfondimento di FNC e CNDCEC

L’intelligenza artificiale è uno dei settori nei quali intervengono le misure europee, con finanziamenti per rispondere alle conseguenze economiche dell’emergenza coronavirus.

In occasione dell’ultimo web summit di dicembre, la Banca europea per gli investimenti e il Fondo europeo per gli investimenti hanno presentato un nuovo strumento di finanziamento per complessivi 150 milioni di euro, destinato appunto a sostenere le imprese europee del settore dell’intelligenza artificiale.

Questa e le altre misure economiche adottate vengono analizzate nel nuovo numero dell’informativa periodica “Attività Internazionale”, diffuso con il comunicato stampa si FNC e CNDCEC del 15 gennaio 2021.

Il documento ha come focus il regolamento adottato nello scorso dicembre dal Consiglio UE, che stabilisce il quadro finanziario pluriennale 2021-2027.

Insieme con il bilancio a lungo termine e lo strumento di ripresa di prossima generazione, permetterà un finanziamento di circa 1,8 trilioni di euro per sostenere la ripresa dalla crisi dovuta al coronavirus e le priorità a lungo termine in diversi settori.

La Commissione europea ha annunciato la prima tornata di investimenti diretti in capitale proprio attraverso il fondo del Consiglio europeo per l’innovazione (CEI).

La misura permetterà a 42 tra start-up e piccole e medie imprese altamente innovative di ricevere investimenti in capitale proprio per un ammontare complessivo di circa 178 milioni di euro.

Tra le altre iniziative messe in campo dalla Commissione, la pubblicazione di una strategia per prevenire l’accumularsi di crediti deteriorati in tutta l’Unione, nell’ottica di garantire a famiglie e imprese l’accesso ai finanziamenti necessari per superare il periodo di difficoltà.

Uno spazio è inoltre dedicato all’accordo che disciplinerà i futuri rapporti tra Regno Unito e Unione europea: dopo la firma è necessaria l’approvazione definitiva di Parlamento e Consiglio.

FNC e CNDCEC - Documento di approfondimento diffuso con il comunicato stampa del 15 gennaio 2021
Informativa periodica: Covid-19 International update n. 1/2021.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network