Informativa periodica FNC e CNDCEC: l’analisi delle misure europee anti Covid

Tommaso Gavi - Commercialisti ed esperti contabili

Informativa periodica FNC e CNDCEC, con il comunicato stampa del 15 giugno 2020 viene diffuso l'update numero 10 dell'Attività Internazionale. L'analisi si concentra sulle misure anti Covid a livello europeo, con le iniziative della Commissione europea e della BCE.

Informativa periodica FNC e CNDCEC: l'analisi delle misure europee anti Covid

Informativa periodica FNC e CNDCEC, con il comunicato stampa del 15 giugno 2020 viene diffuso l’update numero 10 sulle misure europee anti Covid-19.

La pubblicazione sull’“Attività Internazionale” fa il punto sulle risposte all’emergenza: tra le iniziative della Commissione europea, che vengono analizzate, c’è la proposta di modifica del bilancio UE 2020 impiegare 11,5 miliardi di euro a sostegno degli Stati europei più colpiti dall’emergenza.

Viene inoltre dedicato spazio al progetto annunciato per il Solvency Support Instrument, un nuovo strumento per la ricapitalizzazione delle imprese europee in salute, ma a rischio per le gravi difficoltà di solvibilità dovute alla crisi.

C’è poi un focus sulla Banca Centrale Europea che raddoppia la dotazione del PEPP con altri 600 miliardi e una proroga fino a giugno 2021.

Informativa periodica FNC e CNDCEC: l’analisi delle misure europee anti Covid

L’informativa periodica della Fondazione e del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili si concentra sulle misure europee in risposta all’emergenza Coronavirus.

Con il comunicato stampa del 15 giugno 2020 viene messo a disposizione l’update numero 10 dell’Attività Internazionale.

FNC e CNDCEC - Informativa periodica diffusa con il comunicato stampa del 15 giugno 2020
Covid-19: International update n. 10. 15 giugno 2020. Aggiornamento e attività internazionali in risposta alla crisi COVID 19.

Al centro del nuovo numero, che segue i precedenti, c’è la proposta di modifica del bilancio UE 2020, con 11,5 miliardi di euro a sostegno degli Stati europei più colpiti dall’emergenza.

Viene inoltre approfondito l’annuncio del progetto per il Solvency Support Instrument, un nuovo strumento per la ricapitalizzazione delle imprese europee in salute, ma a rischio per le gravi difficoltà di solvibilità dovute alla crisi.

La stima della Commissione evidenzia la necessità di 720 miliardi di euro a sostegno della solvibilità, tenendo in considerazione esclusivamente l’anno 2020.

Con una nuova ondata di contagi e una contrazione di circa il 15,5% del PIL, la necessità economica aumenterebbe a circa 1.200 miliardi.

Informativa periodica FNC e CNDCEC: l’approfondimento sulla Banca Centrale europea

La nuova informativa periodica di FNC e CNDCEC, approfondisce le risposte economiche all’emergenza Coronavirus in ambito europeo ed internazionale.

L’update numero 10, come i precedenti, si sofferma sulle misure di maggiore impatto in risposta alla crisi economica.

Tra queste ci sono quelle della Banca Centrale Europea che ha quasi raddoppiato la dotazione del PEPP, con 600 ulteriori miliardi di euro ed una proroga fino a giugno 2021.

Il piano di acquisto di titoli raggiunge dunque la quota di 1.350 miliardi di euro, previsti per sostenere la ripresa delle imprese e i bisogni delle famiglie.

Il nuovo numero riporta inoltre le previsioni di crescita del nuovo rapporto OCSE, che prevedono una riduzione di 14 punti percentuali del PIL.

Parallelamente si prospetta una ripresa del 5,3% nel 2021, nel caso di una seconda ondata di contagi e di misure restrittive.

Se non si verificasse tale ipotesi le stime si attesterebbero sulla riduzione dell’11,3% e su una ripresa più pronunciata, del 7,7%.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it