Impianti di climatizzazione invernale: detrazioni Irpef 2018

Redazione - Irpef

Impianti di climatizzazione invernale: la Legge di Bilancio ha notevolmente modificato le detrazioni Irpef previste dal 1° gennaio 2018. Ecco tutte le novità e le istruzioni.

Impianti di climatizzazione invernale: detrazioni Irpef 2018

Impianti di climatizzazione invernale: nuove regole per beneficiare delle detrazioni Irpef dal 1° gennaio 2018.

Con le modifiche previste dalla Legge di Bilancio 2018 in merito all’Ecobonus, il bonus per il risparmio energetico, è bene analizzare punto per punto quali sono le novità per chi intende sostituire la caldaia con un nuovo impianto di climatizzazione invernale.

Fino al 31 dicembre 2017 per tale tipologia di spesa era possibile beneficiare di detrazioni Irpef pari al 65% dell’importo sostenuto.

Le novità in vigore dal 1° gennaio 2018 legheranno l’importo del bonus riconosciuto per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale alla tipologia di spesa effettuata e la detrazione fiscale riconosciuta sarà differenziata dal 50% o al 65%.

Impianti di climatizzazione invernale: detrazioni Irpef 2018

Sulla base delle novità sull’Ecobonus introdotte con la Legge di Bilancio 2018, a partire dalle spese sostenute dal 1° gennaio entreranno in vigore le nuove aliquote di detrazioni Irpef.

Le agevolazioni previste per la sostituzione della caldaia e per l’installazione di nuovi impianti di climatizzazione invernale saranno ridotte al 50%, in luogo del 65% di detrazione fiscale riconosciuta nel 2017.

Le detrazioni Irpef 2018 del 50% sono riconosciute in relazione alle spese di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di classe energetica pari almeno alla A.

Inoltre, sarà possibile beneficiare delle detrazioni fiscali anche per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, entro il limite di 30.000 euro di spesa.

Qualora l’impianto di climatizzazione istallato dovesse essere di una classe inferiore alla A non sarà possibile beneficiare delle detrazioni Irpef.

Detrazioni Irpef 2018 impianti di climatizzazione invernale al 65%: per quali spese?

La Legge di Bilancio 2018 stabilisce che si potrà beneficiare delle detrazioni Irpef del 65% esclusivamente per le spese di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati a caldaie a condensazione di classe A e contestuale installazione di:

  • sistemi di termoregolazione evoluti, appartenenti alle classi V, VI oppure VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02;
  • con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro;
  • per le spese sostenute all’acquisto e posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione.

La novità, introdotta in sede di discussione della Legge di Bilancio 2018, mira ad incentivare in misura maggiore le spese e i lavori di sostituzione di vecchi impianti di climatizzazione con le tecnologie più evolute, tra cui la domotica.

Si ricorda inoltre che la detrazione Irpef del 65% è riconosciuta per la prima volta anche per l’installazione di micro-cogeneratori, una delle tecnologie più efficienti in relazione all’obiettivo del risparmio energetico e della riduzione dell’emissione di gas nocivi.

Per maggiori dettagli i lettori possono consultare la guida completa all’Ecobonus 2018.