Fondo Garanzia PMI: le novità del DL Sostegni bis già operative

Eleonora Capizzi - Incentivi alle imprese

Fondo Garanzia PMI, si attende l'OK dall'Europa ma alcune delle novità introdotte dal Decreto Sostegni bis sono già operative: dal 26 maggio rinnovata la possibilità per le imprese di richiedere finanziamenti fino a 30.000 euro e nuove limitazioni per le Midcap. Il riepilogo delle misure già in vigore nella circolare del Gestore Mediocredito Centrale n.4 del 26 maggio 2021.

Fondo Garanzia PMI: le novità del DL Sostegni bis già operative

Fondo Garanzia PMI, la maggior parte delle novità introdotte dal Decreto Sostegni bis in stand-by, in attesa dell’ok dall’Europa, ma alcune sono già operative dal 26 maggio 2021.

A chiarire quali sono le misure già attive è stato il Gestore Mediocredito Centrale con la circolare numero 4 pubblicata il 26 maggio 2021.

Sono aperte, infatti, le domande per finanziamenti di importo non superiore ai 30.000 euro con una durata massima di 15 anni per alcune categorie di soggetti, mentre sono già in vigore le nuove condizioni di accesso ai prestiti per le imprese più piccole, con un numero di dipendenti non superiore a 499.

Fondo Garanzia PMI: atteso l’OK dall’Europa, ma alcune misure sono già attive

Il Decreto Sostegni bis, approdato in Gazzetta Ufficiale il 25 maggio 2021, ha introdotto importanti novità in materia di accesso al credito in favore delle imprese che hanno bisogno di essere “accompagnate” nella fase di ripresa di fine emergenza.

In un’ottica di ritiro graduale delle misure concesse in via straordinaria dal decreto Liquidità, il decreto legge n. 73/2021 ha messo in atto diverse modifiche che, non essendo sottoposte al vaglio della Commissione Europea, sono già in vigore.

In particolare, come evidenza la circolare del Mediocredito Centrale, sono già operative le seguenti novità:

  • dal 26 maggio 2021 alle imprese più grandi “diverse dalle PMI” (le cosiddette “MIDCAP”), con un numero di dipendenti non superiore a 499, non potranno più essere concesse le garanzie gratuite previste dall’articolo 13 del DL Liquidità. Sono escluse, tra l’altro, anche le imprese che hanno presentato domanda prima del 26 maggio 2021. Possono comunque accedere al Fondo per il rilascio di garanzie su portafogli di finanziamenti;
  • è stata prorogata fino al 31 dicembre 2021 la garanzia concessa in favore degli enti non commerciali e prevista dall’art. 13, comma 1 lettera (m del Decreto Liquidità, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti. Questi soggetti, quindi, dal 26 maggio 2021 potranno nuovamente fare richiesta per finanziamenti fino a 30.000 mila euro.

Fondo PMI: finanziamenti per progetti di ricerca, sviluppo e innovazione e programmi di investimento

Con il Decreto Sostegni bis, nell’ambito del Fondo PMI riservato alle piccole medie imprese, si introduce anche uno strumento di garanzia pubblica di portafoglio a supporto dei crediti a medio lungo termine per finanziare progetti di ricerca e sviluppo e programmi di investimento di imprese fino a 500 dipendenti. Anche questa, ricorda la circolare, è una novità già operativa.

In deroga alla vigente disciplina (art. 2, comma 100, lett. a) della legge 23 dicembre 1996, n. 662), il Fondo, a partire dal 26 maggio 2021, potrà infatti rilasciare garanzie su portafogli di finanziamenti a medio lungo termine concessi in favore di imprese con un numero di dipendenti non superiore a 499 per la realizzazione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione e/o programmi di investimento.

Sono previste condizioni straordinarie di accesso, tra cui:

  • l’ammontare massimo dei portafogli di finanziamenti è innalzato a 500 milioni di euro;
  • i finanziamenti hanno durata non inferiore a 6 anni e non superiore a 15 anni e sono finalizzati per almeno il 60 per cento a progetti di ricerca, sviluppo e innovazione e/o di programmi di investimenti;
  • i soggetti beneficiari sono ammessi senza la valutazione economico finanziaria da parte del Gestore del Fondo.

Per le ulteriori modifiche alla disciplina del Fondo apportate dal Decreto Sostegni bis, bisognerà attendere l’autorizzazione della Commissione Europea, trattandosi di aiuti di stato che rientrano nell’ambito di applicazione dell’articolo 108 del TFUE e la successiva circolare con le indicazioni operative.

MISE, Mediocredito Centrale - circolare numero 4 del 26 maggio 2021
Scarica la circolare su Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese di cui alla legge 662/96 art. 2, comma 100, lettera a)

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network