Fattura elettronica, attenzione ai nuovi codici errore

Nuovi codici errore per la fattura elettronica. Con l'aggiornamento 1.5 delle specifiche tecniche del 30 luglio 2019 sono stati introdotti nuovi casi di scarto, tra cui quello per incoerenza tra partita IVA e codice fiscale.

Fattura elettronica, attenzione ai nuovi codici errore

Fattura elettronica con nuovi codici errore: con l’aggiornamento delle specifiche tecniche n. 1.5 pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 30 luglio 2019 sono stati introdotti nuovi errori che possono portare a casi di scarto.

Nell’allegato A delle specifiche tecniche relative Fatture e Corrispettivi si trova la soluzione a due tipologie di scarto segnalate da diversi intermediari nell’ultima settimana, individuate rispettivamente con i codici errore 00320 e 00324.

I nuovi controlli e gli errori che possono portare allo scarto delle fatture elettroniche riguardano la coerenza tra codice fiscale e partita IVA indicati in fattura, così come l’eventuale cessazione della stessa o l’indicazione di un indirizzo PEC non corretto.

Di seguito faremo un focus specifico su uno degli errori più frequenti degli ultimi giorni in base alle segnalazioni ricevute in redazione: lo scarto dovuto all’indicazione di codice fiscale o partita IVA errata individuato dal codice 00324 e 00324.

Fattura elettronica, nuovi codici errore e controlli

Le indicazione sui nuovi codici relativi agli errori ed ai controlli effettuati dal SdI sulle fatture elettroniche sono state pubblicate dall’Agenzia delle Entrate nell’Allegato A - specifiche tecniche versione 1.5 del portale Fatture e Corrispettivi.

Nello specifico, tra le novità, sono stati introdotti nuovi controlli per:

  • verificare il corretto utilizzo del codice destinatario “XXXXXXX” (codice di errore 00313)
  • verificare la coerenza di partita IVA e codice fiscale (se entrambi presenti) sia per il cedente/prestatore che per il cessionario/committente (codici di errore 00320 e 00324)
  • verificare la corretta valorizzazione del codice fiscale, sia per il cedente/prestatore che per il cessionario/committente, nei casi in cui la partita IVA sia quella di un gruppo IVA (codici di errore 00321, 00322, 00325 e 00326)
  • verificare, nei casi di autofattura, che la partita IVA del cedente/prestatore non sia cessata da più di 5 anni (codice di errore 00323)
  • verificare che l’indirizzo PEC indicato nel campo PECDestinatario non corrisponda ad una casella PEC del SdI (codice di errore 00330)
PDF - 1.7 Mb
Nuove specifiche tecniche fattura elettronica
Allegato A - specifiche tecniche versione 1.5 (aggiornamento 30 luglio 2019)

Fattura elettronica: nuovi controlli e codici errore su partita IVA e codice fiscale

In questa sede ci soffermiamo su uno dei nuovi controlli effettuati dal SdI, identificati con i due codici 00320 e 00324 relativi ad errori su partita IVA e codice fiscale di cedente prestatore e di cessionario e committente.

Nel caso di incoerenza, la fattura elettronica sarà oggetto di scarto e l’emittente riceverà una ricevuta come quella che si allega di seguito:

La descrizione dello scarto riporterà quindi la seguente dicitura:

1.4.1.1. e 1.4.1.2. non coerenti ...

Il campo “Descrizione” della ricevuta di scarto individua i campi del file fattura per i quali il SdI ha riscontrato un errore, che si traducono di conseguenza nei campi da correggere per far sì che il nuovo invio (da effettuarsi entro 5 giorni) abbia esito positivo.

Bisognerà controllare eventuali variazioni intervenute in merito al codice fiscale o al numero di partita IVA di cui non si è a conoscenza. Gli intermediari potranno verificarlo accedendo al canale Entratel.

Codice errore 00324 fattura elettronica scartata: verifica partita IVA e codice fiscale tramite Entratel

Uno dei punti da sottolineare subito è che per la verifica della correttezza dei dati relativi a numero di partita IVA e codice fiscale bisogna seguire la procedura presente sul canale Entratel, e non quella del servizio di verifica ad accesso libero.

La procedura da seguire per effettuare la verifica dell’incoerenza che ha portato allo scarto (codice errore 00324 o 00320) è la seguente:

  • accedere al canale Entratel;
  • cliccare su Consultazione;
  • entrare nell’applicativo Informazioni Anagrafiche;
  • inserire il numero di partita IVA.

A questo punto apparirà la seguente schermata:

Il servizio dell’Agenzia delle Entrate evidenzia le eventuali variazioni intervenute. A questo punto basterà confrontare il risultato relativo alla vecchia\nuova partita IVA o codice fiscale e correggere la fattura elettronica per superare l’empasse del primo scarto da parte del SdI.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it