Esterometro in scadenza, novità per le fatture da e verso l’estero nella Legge di Bilancio 2021

Esterometro in scadenza, ultimo anno per la comunicazione trimestrale: dal 2022 entrano nel sistema di interscambio anche le fatture da e verso l'estero. La novità è contenuta tra le semplificazioni fiscali della Legge di Bilancio 2021, ancora in versione di bozza.

Esterometro in scadenza, novità per le fatture da e verso l'estero nella Legge di Bilancio 2021

Esterometro in scadenza, nel 2021 saranno inviate le ultime comunicazioni trimestrali: dal 2022 anche le fatture da e verso l’estero passeranno dal Sistema di Interscambio.

La novità è inserita tra le semplificazioni fiscali contenute nella Legge di Bilancio 2021, ancora in versione di bozza.

Nato con l’introduzione della fattura elettronica, prima con invio a cadenza mensile e poi trimestrale, l’esteromentro va in pensione dopo solo 3 anni di vita.

Esterometro in scadenza, novità per le fatture da e verso l’estero nella Legge di Bilancio 2021

Avere un unico canale di comunicazione, il Sistema di Interscambio, per trasmettere le fatture elettroniche e per inviare all’Agenzia i dati delle operazioni con l’estero. Questo è l’obiettivo della novità inserita nella bozza di Legge di Bilancio.

Con al riunione del 16 novembre, il Consiglio dei Ministri ha dato il suo via libera alla Manovra 2021. Sicuramente fino all’approvazione definitiva del testo ci saranno delle modifiche ma le bozze in circolazione permettono di avere una prima panoramica delle misure in arrivo.

Nel pacchetto delle semplificazioni fiscali, all’articolo 196 del DDL, viene indicata una data di scadenza per l’utilizzo dell’esterometro, dal 1° gennaio 2020 non sarà più necessario inviare la comunicazione IVA che riguarda le operazioni con l’estero.

I dati saranno comunicati tramite il Sistema di Interscambio, lo stesso utilizzato per le fatture elettroniche, rispettando una nuova tabella di marcia:

  • entro i termini canonici per l’emissione delle fatture, in linea generale, dodici giorni dalla data di effettuazione dell’operazione;
  • entro il quindicesimo giorno del mese successivo a quello in cui si riceve il documento che certifica l’operazione da parte del cedente o prestatore estero o rispetto all’operazione stessa.

Esterometro in scadenza, novità per le fatture da e verso l’estero nella Legge di Bilancio 2021

Stando all’impianto attuale della Legge di Bilancio 2021, si interverrebbe sul testo dell’articolo 1 comma 3-bis del decreto legislativo numero 127 del 5 agosto 2015 che regola la trasmissione all’Agenzia delle entrate dei “dati relativi alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, salvo quelle per le quali è stata emessa una bolletta doganale e quelle per le quali siano state emesse o ricevute fatture elettroniche”.

A partire dalle operazioni del 1° gennaio 2022 niente più comunicazioni con l’esterometro, ma invio tramite SdI e nuove date di scadenza.

La novità, presentata nella relazione illustrativa come una semplificazione degli adempimenti per i soggetti passivi IVA, nasce anche per allineare le tempistiche di trasmissione dei dati delle operazioni con l’estero alle annotazioni da effettuare per le stesse operazioni sui documenti contabili e fiscali e, per permettere all’Agenzia delle Entrate una migliore e più completa elaborazione delle bozze delle dichiarazioni IVA.

L’eliminazione dell’esterometro, quindi, rappresenterebbe un ulteriore passaggio importante per mettere a frutto il sistema di precompilazione, tutt’altro che semplice sul fronte dei dati IVA.

Su questa novità, come sulle altre, in ogni caso si attende conferma ufficiale con l’approvazione definitiva del testo della Legge di Bilancio 2021.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network