Esonero contributi turismo e terme, le istruzioni INPS con gli adempimenti per i datori di lavoro

Diego Denora - Incentivi alle imprese

Esonero contributi turismo e terme, con la circolare INPS numero 67 del 10 giugno 2022 vengono fornite le istruzioni per l'accesso allo sgravio contributivo per le assunzioni di lavoratori o per trasformazioni in contratti a tempo indeterminato tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2022. Requisiti, importi e adempimenti per i datori di lavoro.

Esonero contributi turismo e terme, le istruzioni INPS con gli adempimenti per i datori di lavoro

Esonero contributi turismo e terme, gli adempimenti per i datori di lavoro con le istruzioni INPS per avere accesso alla misura agevolativa sono riportati nella circolare numero 67 del 10 giugno 2022.

Il documento di prassi riepiloga anche i requisiti per beneficiare dello sgravio contributivo previsto per i settori del turismo e degli stabilimenti termali dal decreto Sostegni ter.

L’agevolazione spetta per le assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale, effettuate dal 1° gennaio 2022 al 31 marzo 2022.

La durata massima dell’esonero è di 3 o 6 mesi. Il limite massimo dell’agevolazione è di 8.060 euro annui e sono esclusi i premi e i contributi INAIL.

Nel documento di prassi dell’INPS sono riportati anche i requisiti da rispettare per avere accesso all’esonero e gli adempimenti che devono porre in essere i datori di lavoro.

Esonero contributi turismo e terme, le istruzioni INPS con gli adempimenti per i datori di lavoro

Le istruzioni INPS per l’esonero dai contributi per i settori del turismo e degli stabilimenti termali sono riportate nella circolare numero 67 dell’11 giugno 2022.

Il documento di prassi ha come oggetto l’agevolazione prevista dall’articolo 4 del Decreto Sostegni ter, che ripropone la misura introdotta precedentemente dal Decreto Agosto, ed è articolato nei seguenti paragrafi:

  • Premessa;
  • Datori di lavoro che possono accedere al beneficio;
  • Rapporti di lavoro incentivati e lavoratori per i quali spetta l’esonero;
  • Assetto, misura dell’esonero e risorse stanziate;
  • Condizioni di spettanza dell’esonero;
  • Compatibilità con la normativa in materia di aiuti di Stato;
  • Coordinamento con altri incentivi;
  • Procedimento di ammissione all’esonero. Adempimenti dei datori di lavoro;
  • Modalità di esposizione dei dati relativi alla fruizione dell’esonero nella sezione PosContributiva del flusso Uniemens;
  • Modalità di esposizione dei dati relativi alla fruizione dell’esonero nella sezione ListaPosPA del flusso Uniemens;
  • Istruzioni contabili.

Danno diritto alla riduzione dei contributi INPS le assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale, effettuate dal 1° gennaio 2022 al 31 marzo 2022.

La durata del periodo agevolativo segue un doppio binario:

  • 3 mesi, nei casi di contratto a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale;
  • 6 mesi, in caso di conversione dei contratti a tempo indeterminato.

Non rientrano fra le tipologie di rapporti incentivabili le assunzioni con contratto di lavoro intermittente o a chiamata.

Il limite massimo dell’esonero è di 8.060 euro annui e l’esclusione non si applica ai premi e ai contributi dovuti all’INAIL.

Le misure si inseriscono nel quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato e sono state autorizzate dalla Commissione europea con decisione C(2022) 3835 final del 7 giugno 2022.

I codici ATECO delle attività che danno diritto all’esonero contributivo sono riportati nell’allegato 1 alla circolare INPS.

INPS - Circolare numero 67 del 10 giugno 2022
Articolo 4, comma 2, del decreto-legge 27 gennaio 2022, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2022, n. 25, recante “Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19, nonché per il contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico”. Esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per nuove assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale, nonché per la conversione a tempo indeterminato dei predetti contratti, nei settori del turismo e degli stabilimenti termali. Indicazioni operative. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti.

Esonero contributi turismo e terme: le condizioni per l’accesso all’agevolazione

Per avere accesso all’agevolazione si devono rispettare determinate condizioni, che sono riepilogate all’interno del documento di prassi dell’INPS.

Nello specifico, i requisiti previsti sono i seguenti:

  • il rispetto della regolarità degli obblighi di contribuzione previdenziale, ai sensi della normativa in materia di documento unico di regolarità contributiva (DURC);
  • l’assenza di violazioni delle norme fondamentali a tutela delle condizioni di lavoro e rispetto degli altri obblighi di legge;
  • rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali, nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, sottoscritti dalle Organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale;
  • applicazione dei principi generali relativi agli incentivi all’occupazione.

Non spetta l’incentivo nei seguenti casi:

  • quando l’assunzione viola il diritto di precedenza, stabilito dalla legge o dal contratto collettivo, alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato da un rapporto a tempo;
  • l’assunzione riguarda lavoratori licenziati nei sei mesi precedenti, nei casi in cui ci sia una relazione tra datore di lavoro e lavoratore;
  • siano in atto crisi o riorganizzazioni aziendali o l’assunzione riguardi lavoratori inquadrati a un livello diverso da quello dei lavoratori sospesi o da impiegare.

Inoltre, nel caso di tardiva comunicazione si perde la parte di esonero compresa tra la data di assunzione e la data della comunicazione.

Come anticipato, l’agevolazione è concessa nel rispetto del cosiddetto Temporary Framework. Gli aiuti di stato sono concessi nel rispetto delle seguenti condizioni:

  • abbiano un importo non superiore a 2.300.000 euro;
  • siano concessi a imprese che non fossero già in difficoltà al 31 dicembre 2019;
  • in deroga al punto precedente, siano concessi a microimprese o piccole imprese che risultavano già in difficoltà al 31 dicembre 2019, a patto che non siano soggette a procedure concorsuali per insolvenza e non abbiano ricevuto aiuti per il salvataggio o per la ristrutturazione;
  • siano concessi entro il 30 giugno 2022.

La circolare INPS precisa inoltre quanto di seguito riportato:

“In considerazione della natura dell’agevolazione in trattazione quale aiuto di Stato, si rammenta, inoltre, che l’INPS provvederà a registrare la misura nel Registro Nazionale degli aiuti di Stato.”

Esonero contributi turismo e terme, gli adempimenti per i datori di lavoro

Per l’accesso all’esonero contributivo il datore di lavoro dovrà inviare la domanda, tramite il modulo di istanza online “TUR44”.

Il modello deve contenere le seguenti informazioni:

  • il lavoratore assunto o che ha visto la trasformazione a contratto a tempo indeterminato;
  • il codice della comunicazione obbligatoria relativa al rapporto instaurato;
  • l’importo della retribuzione mensile media, comprensiva di tredicesima e quattordicesima;
  • l’eventuale percentuale di part-time;
  • l’indicazione dell’aliquota contributiva datoriale oggetto dello sgravio.

L’invio delle domande deve essere effettuato entro la scadenza del 30 giugno 2022.

Per quanto riguarda la compilazione del flusso Uniemens, nella denuncia relativa al mese di luglio devono essere inseriti i nomi di lavoratori o lavoratrici che danno diritto all’esonero.

Nello specifico deve essere valorizzati i seguenti elementi della sezione “DenunciaIndividuale”:

  • l’elemento “imponibile”;
  • l’elemento “Contributo”.

Nell’elemento Contributo devono essere indicati i contributi dovuti, calcolati sull’imponibile di previdenza del mese.

Dovranno inoltre essere valorizzati all’interno di DenunciaIndividuale, DatiRetributivi, elemento InfoAggcausaliContrib, i seguenti elementi:

  • nell’elemento CodiceCausale dovrà essere inserito il valore TURI, che sta per “Esonero contributivo articolo 4, comma 2, del decreto-legge n. 4/2022”;
  • nell’elemento IdentMotivoUtilizzoCausale dovrà essere inserita la data di assunzione a tempo determinato o la data di trasformazione nel formato AAAAMMGG;
  • nell’elemento ImportoAnnoMeseRif dovrà essere indicato l’importo conguagliato, relativo alla specifica competenza.

L’esonero contributivo può essere inserito esclusivamente nelle denunce dei mesi di luglio, agosto o settembre 2022.

All’interno della circolare INPS sono inoltre indicate le Modalità di esposizione dei dati relativi alla fruizione dell’esonero nella sezione ListaPosPA del flusso Uniemens, per i datori di lavoro iscritti alla Gestione pubblica.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network