Disoccupazione lavoratori dello spettacolo, dall’INPS le istruzioni per i contributi ALAS

Francesco Rodorigo - Leggi e prassi

Disoccupazione lavoratori dello spettacolo, l'INPS tramite il messaggio n. 2260 del 30 maggio 2022 specifica le istruzioni per i datori di lavoro che devono versare i contributi ALAS. Le somme relative al periodo gennaio-aprile 2022 devono essere pagate da maggio 2022 nella misura del 2 per cento del compenso lordo giornaliero, indicando nel flusso Uniemens il codice M219.

Disoccupazione lavoratori dello spettacolo, dall'INPS le istruzioni per i contributi ALAS

Disoccupazione lavoratori dello spettacolo, arrivano le istruzioni per i datori di lavoro tenuti a versare i contributi ALAS.

In particolare, quelli relativi al periodo compreso tra gennaio e aprile 2022 devono essere pagati da maggio 2022.

A fornire le indicazioni operative è il messaggio INPS n. 2260 pubblicato il 30 maggio 2022.

I contributi ALAS per l’indennità di disoccupazione per i lavoratori autonomi dello spettacolo vanno dichiarati nel flusso Uniemens e datori di lavoro e committenti devono pagare il 2 per cento del compenso lordo giornaliero.

L’obbligo di pagare il contributo ALAS del 2 per cento riguarda anche i lavoratori autonomi che svolgono attività musicali ma, in questo caso, il pagamento dovrà essere effettuato autonomamente.

Disoccupazione lavoratori dello spettacolo, dall’INPS le istruzioni per i contributi ALAS

L’INPS con il messaggio n. 2260 del 30 maggio 2022 ha fornito le istruzioni relative al versamento dei contributi dovuti dai datori di lavoro per il finanziamento dell’ALAS, l’indennità di disoccupazione per i lavoratori autonomi dello spettacolo.

I contributi, pari al 2 per cento del compenso lordo giornaliero, relativi ai mesi arretrati da gennaio ad aprile 2022 e vanno indicati nel flusso Uniemens a partire da maggio 2022.

L’indennità per la disoccupazione involontaria dei lavoratori autonomi dello spettacolo è stata prevista dal Decreto Sostegni bis, n. 73/2021. Riguarda tutte le categorie di professionisti incluse alla lettera A e B del decreto interministeriale del 15 marzo 2005.

Pertanto, a partire dal 1° gennaio 2022 i datori di lavoro e i committenti che avviano rapporti di lavoro autonomo con queste categorie di lavoratori devono versare i contributi per il finanziamento dell’ALAS.

I soggetti che assumono professionisti iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo possono beneficiare delle riduzioni previste all’art. 120 della legge n. 388/2000 e ai commi 361 e 362 dell’art. 1 della legge n. 266/2005.

In questo caso i contributi da pagare per l’indennità ALAS sono pari all’1,6 per cento dell’imponibile. Il contributo di finanziamento dell’assicurazione di malattia, invece, è calcolato in misura piena, al 2,22 per cento.

Per versare i contributi relativi al periodo gennaio-aprile 2022 in maniera corretta, nel flusso Uniemens, in “Denuncia Individuale”, “Dati Retributivi”, “Altre A Debito”, “Causale A Debito” i datori di lavoro dovranno inserire il codice “M219”, “Versamento differenze contributive ALAS”.

L’imponibile su cui si calcola la contribuzione va indicato nell’elemento “Altro Imponibile”, mentre l’importo della differenza di contribuzione va indicato in “Importo A Debito”.

Il versamento dei contributi dovrà essere effettuato con la presentazione dei flussi di maggio, giugno e luglio 2022.

Disoccupazione lavoratori dello spettacolo: contributi ALAS previsti anche per chi svolge attività musicali

A partire dal 1° gennaio 2022 sono tenuti a versare i contributi ALAS, per la disoccupazione dei lavoratori dello spettacolo, del 2 per cento anche i lavoratori autonomi che svolgono attività musicali.

Questi, però, devono provvedere autonomamente al versamento dei contributi, viste le particolari modalità di svolgimento dell’attività lavorativa, caratterizzata da un’ampia autonomia di organizzazione dell’attività economica e degli incarichi accettati.

I lavoratori autonomi che svolgono attività musicali e contraddistinti dal codice qualifica 500 sono automaticamente inquadrati con il codice statistico contributivo 7.07.11 con Ateco 90.01.09 (“Altre rappresentazioni artistiche”).

Questa categoria potrà utilizzare direttamente le denunce online Uniemens, disponibili con un percorso semplificato, ed effettuare il versamento dei contributi tramite il modello F24.

Infine, ai lavoratori con c.s.c. 7.07.11 e i committenti che fanno parte della pubblica amministrazione non vengono applicate le riduzioni contributive previste per gli altri soggetti. Il contributo ALAS andrò versato nella misura piena del 2 per cento del compenso lordo giornaliero.

INPS - Messaggio n. 2260 del 30 maggio 2022
Contribuzione per il finanziamento dell’indennità di disoccupazione a favore dei lavoratori autonomi dello spettacolo (ALAS) di cui all’articolo 66, comma 14, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network