Dichiarazione IVA 2022, approvata la bozza del modello: scadenza, istruzioni e novità

Tommaso Gavi - Dichiarazione IVA

Dichiarazione IVA 2022, disponibile la bozza del modello. La versione provvisoria della dichiarazione del prossimo anno, con le relative istruzioni, è stata resa disponibile dal 23 dicembre scorso e a renderlo noto è stato il comunicato stampa dell'Agenzia delle Entrate dello stesso giorno. La scadenza del 30 aprile 2022 slitta al 2 maggio.

Dichiarazione IVA 2022, approvata la bozza del modello: scadenza, istruzioni e novità

La bozza della dichiarazione IVA 2022 è stata pubblicata dall’Agenzia delle Entrate lo scorso 23 dicembre.

A renderlo noto è il comunicato stampa dello stesso giorno: si possono scaricare il modello IVA 2022 e le relative istruzioni.

Le principali novità sono le seguenti:

  • le percentuali di compensazione applicate dagli agricoltori nell’ambito del regime speciale loro riservato;
  • le operazioni relative a beni e servizi necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza coronavirus;
  • le nuove regole per l’applicazione dell’IVA nell’e-commerce.

La scadenza canonica è il 30 aprile 2022 ma, essendo sabato, l’adempimento slitta a lunedì 2 maggio.

Dichiarazione IVA 2022, approvata la bozza del modello: scadenza, istruzioni e novità

Con il comunicato stampa del 23 dicembre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha reso nota la pubblicazione della bozza della dichiarazione IVA 2022, che le partite IVA devono utilizzare il prossimo anno.

Agenzia delle Entrate - Dichiarazione IVA 2022
Bozza pubblicata il 23 dicembre 2021.

Le novità più importanti sono sintetizzate nel comunicato e sono le seguenti:

  • le percentuali di compensazione applicate dagli agricoltori nell’ambito del regime speciale loro riservato;
  • le operazioni relative a beni e servizi necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza coronavirus;
  • le nuove regole per l’applicazione dell’IVA nell’e-commerce.

Come di consueto, la dichiarazione potrà essere inviata a partire dal 1° febbraio ed entro la canonica scadenza del 30 aprile 2022, che però quest’anno viene posticipata al 2 maggio dal momento che il termine cade di sabato.

La versione definitiva del modello dovrebbe essere approvata nel corso del mese di gennaio, con apposito provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

Oltre al modello, è scaricabile anche la bozza delle istruzioni.

Agenzia delle Entrate - Istruzioni per la compilazione della dichiarazione IVA 2022
Bozza delle istruzioni pubblicate il 23 dicembre 2021.

Il documento contiene le regole per la compilazione e l’invio telematico della dichiarazione IVA 2022, relativa all’anno d’imposta 2021.

Dichiarazione IVA 2022, le novità: i quadri VE, VF e VO

Le principali novità della dichiarazione IVA 2022 riguardano tre quadri: VE, VF e VO.

Il quadro VE, “operazioni attive e determinazione del volume d’affari”, ha modifiche in particolare nella sezione 1, rigo VE3.

La percentuale di compensazione del 6 per cento è stata sostituita con la percentuale del 6,4 per cento, prevista dal decreto ministeriale del 5 febbraio 2021.

Sono inoltre state eliminate le percentuali di compensazione del 7,65 e del 7,95 per cento, sostituite dalla percentuale del 9,5 per cento.

Tale percentuale è stata introdotta dall’articolo 68, comma 1, del decreto legge numero 73 del 2021, ovvero il decreto Sostegni bis.

Le stesse modifiche hanno riguardato il quadro VF, “operazioni passive e IVA ammessa in detrazione”, che è stato modificato nei seguenti righi:

  • sezione 1, rigo VF4;
  • sezione 3-A, rigo VF34;
  • sezione 3-B, rigo VF 41, VF 44 e VF 50.

Infine, un’ulteriore modifica riguarda il quadro VO, “comunicazione delle opzioni e revoche”.

Nella sezione 1, i righi VO10 e VO11 sono stati ridenominati “vendite a distanza intracomunitarie di beni-art. 41, primo comma, lett. b), d.l. n. 331 del 1993”.

La novità recepisce la modifica apportata dal decreto legislativo numero 83 del 2021.

Infine, è stato introdotto il nuovo rigo VO17 per permettere ai soggetti che effettuano le prestazioni di servizi indicate nell’art. 7-octies nei confronti di committenti non soggetti passivi stabiliti in Stati membri dell’Unione europea diversi dall’Italia di comunicare la revoca dell’opzione esercitata in precedenza.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network