Detrazione mutuo, il Covid porta alla proroga dei termini e salva lo sconto fiscale

Detrazione mutuo prima casa, il Covid è causa di forza maggiore e comporta la proroga dei termini per adibire l'immobile ad abitazione principale. Lo sconto fiscale sugli interessi passivi spetta se il trasferimento avviene entro 12 mesi, scadenza alla quale si aggiungono i mesi del lockdown. I chiarimenti nella risposta n. 485 dell'Agenzia delle Entrate del 19 ottobre 2020.

Detrazione mutuo, il Covid porta alla proroga dei termini e salva lo sconto fiscale

Detrazione del mutuo, sì alla proroga dei termini per causa di forza maggiore: il Covid-19 salva lo sconto fiscale sugli interessi passivi relativi alla prima casa.

Il termine per adibire l’immobile ad abitazione principale è prorogato per un periodo corrispondente alla durata del lockdown.

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’interpello n. 485 del 19 ottobre 2020, ammette che le limitazioni agli spostamenti costituiscono motivo per il rinvio della scadenza.

Detrazione mutuo, il Covid porta alla proroga dei termini e salva lo sconto fiscale

La detrazione sul mutuo per la prima casa, e nello specifico per gli interessi passivi e gli oneri accessori, spetta per i mutui ipotecari contratti per l’acquisto dell’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale entro un anno dall’acquisto stesso.

Nel caso di ristrutturazioni sull’immobile acquistato, la detrazione spetta a decorrere dalla data in cui l’unità immobiliare è adibita a dimora abituale, e comunque entro due anni dall’acquisto. Sono queste le regole disciplinate dall’articolo 15, comma 1, lettera b) del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR), che l’Agenzia delle Entrate richiama nella risposta all’interpello n. 485 del 19 ottobre 2020.

Il caso oggetto dell’interpello riguarda un contribuente che ha acquistato un immobile a luglio 2019 e che, ai fini della detrazione sugli interessi passivi sul mutuo, avrebbe dovuto adibire ad abitazione principale entro il mese di luglio 2020, accorpandolo con l’immobile già posseduto.

La situazione emergenziale causata dal Covid-19 ha però impedito l’accorpamento dei due immobili, con la conseguente impossibilità di rispettare il termine di 12 mesi.

L’emergenza Covid-19 e le conseguenze del lockdown sono però da considerarsi come cause di forza maggiore, che ricorre:

“quando si verifica e sopravviene un impedimento oggettivo non prevedibile e tale da non poter essere evitato, vale a dire un ostacolo all’adempimento dell’obbligazione, caratterizzato da non imputabilità alla parte obbligata, inevitabilità e imprevedibilità dell’evento.”

Tale causa di forza maggiore è idonea a impedire la decadenza dall’agevolazione, se accaduta in pendenza del termine entro cui stabilire la dimora abituale nell’immobile. Questo è quanto specificato dall’Agenzia delle Entrate.

Detrazione mutuo, il Covid porta alla proroga dei termini, ma solo nel periodo del lockdown

Cambiare casa e destinare un immobile ad abitazione principale richiede una serie di attività, dal trasloco, all’acquisto di mobili. L’Agenzia delle Entrate si cala nella vita pratica e, considerando divieti e blocchi negli spostamenti delle persone imposti dal 23 febbraio al 2 giugno 2020, stabilisce che il termine di 12 mesi può essere prorogato, ma solo per il periodo di lockdown:

“In altri termini, tenuto conto che la causa di forza maggiore si è verificata in pendenza del termine entro cui stabilire la residenza nell’immobile, l’istante potrà fruire di una proroga del termine per un tempo corrispondente alla durata della causa di forza maggiore (dal 23 febbraio al 2 giugno 2020) che ha impedito o rallentato le attività propedeutiche alla destinazione dell’immobile a dimora abituale”

La detrazione sul mutuo relativo all’abitazione principale non può invece fruire della proroga lunga e fino a fine anno prevista per il bonus prima casa, trattandosi di una norma eccezionale e come tale di stretta interpretazione.

Agenzia delle Entrate - risposta all’interpello n. 485 del 19 ottobre 2020
Proroga termini del diritto alla detrazione degli interessi passivi su mutuo per acquisto immobile da accorpare all’abitazione principale - emergenza Covid

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network