Detrazione mensa scolastica nel modello 730/2022: istruzioni e limite di spesa

Anna Maria D’Andrea - Modello 730

La mensa scolastica è una delle voci che può essere portata in detrazione nel modello 730/2022. Le istruzioni arrivano dall'Agenzia delle Entrate, e di seguito facciamo il punto di limiti di spesa e regole da conoscere.

Detrazione mensa scolastica nel modello 730/2022: istruzioni e limite di spesa

Anche la mensa scolastica rientra tra le spese che è possibile portare in detrazione fiscale con il modello 730/2022.

Parte delle spese per l’istruzione non universitaria detraibili in dichiarazione dei redditi, il costo sostenuto per la mensa della scuola è ammesso in detrazione fiscale al 19 per cento.

Il limite di spesa è da considerarsi complessivo di tutti gli oneri per la frequenza dei corsi di istruzione per i quali è possibile ottenere il rimborso, quali ad esempio il trasporto scolastico, le gite o altri contributi corrisposti.

Soffermiamoci quindi sulle istruzioni specifiche da tenere a mente ai fini della detrazione della mensa scolastica nel modello 730/2022.

Detrazione mensa scolastica nel modello 730/2022: istruzioni e limite di spesa

È l’articolo 15 del TUIR, alla lettera e-bis, a disciplinare la detrazione delle spese scolastiche, prevedendo che fino ad un massimo di 800 euro di spesa è possibile usufruire del rimborso del 19 per cento dell’onere sostenuto.

Regole e limiti di spesa non sono cambiati, e di seguito verranno analizzate le istruzioni per la detrazione della mensa scolastica nel modello 730/2022.

Come evidenziato dall’Agenzia delle Entrate in diversi documenti di prassi, tra cui la circolare n. 3/E/2016, tra le spese rientranti in quelle relative alla frequenza scolastica indicate dal TUIR c’è anche il costo della mensa, che si affianca a tasse, contributi obbligatori, volontari e altre erogazioni liberali detraibili ai fini IRPEF.

La detrazione spetta sia per le spese di frequenza della scuola secondaria di secondo grado sia per quelle delle scuole dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione del sistema nazionale di istruzione di cui all’art. 1 della legge 10 marzo 2000, n. 62, ossia scuole statali, paritarie private e degli enti locali.

Come chiarito dalla stessa Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 68/E/2016, è possibile portare in detrazione fiscale nel modello 730 anche le spese sostenute per i servizi integrativi, tra cui quello di assistenza al pasto.

La detrazione delle spese sostenute spetta quindi a 360°, anche se il servizio è reso tramite il Comune o altri soggetti terzi rispetto alla scuola, e anche quando non è stato deliberato dall’Istituto, trattandosi di un servizio istituzionalmente previsto dall’ordinamento scolastico per tutti gli alunni delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Detrazione mensa scolastica: come compilare il modello 730/2022

Le spese d’istruzione devono essere inserite nel modello 730/2022 compilando il Quadro E - Oneri e Spese, alla Sezione I, dedicata anche alle spese per le quali spettano le detrazioni del 19 per cento.

Bisognerà compilare il rigo da E8 a E10, utilizzando il codice 12 relativo per l’appunto alle spese per istruzione diverse da quelle universitarie e indicando l’importo sostenuto.

Come sopra già evidenziato, la mensa concorre al limite massimo detraibile per le spese scolastiche, e quindi nel modello 730/2022 bisognerà considerare i diversi costi non singolarmente ma cumulativamente.

Detrazione della mensa nel modello 730/2022 solo con pagamento tracciabile

Uno degli aspetti ai quali prestare attenzione in merito alla detrazione delle spese sostenute riguarda le modalità di pagamento.

A tal proposito si ricorda che a partire dal 2020 per buona parte dei rimborsi IRPEF del 19 per cento è previsto l’obbligo di tracciabilità, e anche nel modello 730/2022 potranno essere inserite solo spese sostenute con mezzi quali carte, bancomat o ad esempio bonifici.

La regola generale vieta quindi di pagare utilizzando denaro contante, pena il venir meno del diritto alla detrazione fiscale.

Per la detrazione relativa al servizio di mensa nel modello 730/2022, il bollettino postale o bonifico bancario dovrà contenere i seguenti dati:

  • beneficiario dell’importo;
  • causale del versamento - servizio mensa scolastica;
  • scuola frequentata e nome dell’alunno.

Nel caso in cui il pagamento sia avvenuto con altre modalità (bancomat o carte di credito) la spesa dovrà essere documentata dall’attestazione del soggetto che ha ricevuto il pagamento, nella quale dovranno essere indicati anno, totale della spesa e i dati dell’alunno.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network