Contributi INPS giornalisti: le istruzioni dopo il 1° luglio 2022 per professionisti, praticanti e pubblicisti

Tommaso Gavi - Leggi e prassi

Contributi INPS giornalisti, le istruzioni dopo il passaggio dall'INPGI previsto dalla Legge di Bilancio sono fornite con la circolare numero 82 del 14 luglio 2022. Nel documento le indicazioni per i datori di lavoro in relazione a professionisti, praticanti e pubblicisti con contratto di lavoro subordinato.

Contributi INPS giornalisti: le istruzioni dopo il 1° luglio 2022 per professionisti, praticanti e pubblicisti

Contributi INPS giornalisti, l’istituto fornisce in merito alla contribuzione precedente e successiva alla data del 1° luglio 2022.

Tale data segna lo spartiacque previsto dalla Legge di Bilancio 2022, per il passaggio dall’INPGI all’INPS per i professionisti, i praticanti e i pubblicisti con contratto subordinato.

I dettagli sono nella circolare INPS numero 82 del 14 luglio 2022 che fornisce indicazioni su:

  • gli obblighi contributivi relativi alla gestione separata fino al 30 giugno 2022;
  • l’obbligo dei contributi IVS;
  • il massima le contributivo;
  • le contribuzioni minori;
  • la malattia;
  • la maternità;
  • la disoccupazione;
  • la cassa integrazione;
  • la compilazione del flusso Uniemens.

Le istruzioni riguardano sia il periodo concluso, fino al 30 giugno, sia quello compreso tra il 1° luglio 2022 e il 31 dicembre 2023, sia quello a partire dal 1° gennaio 2024.

Contributi INPS giornalisti: le istruzioni dopo il 1° luglio 2022 per professionisti, praticanti e pubblicisti

I contributi INPS dovuti per i giornalisti professionisti, praticanti e pubblicisti con contratto di lavoro subordinato sono l’oggetto della circolare numero 82 del 14 luglio 2022.

Il documento di prassi fornisce indicazioni dopo le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2022 che, per le categorie di lavoratori in questione, ha previsto il passaggio dall’Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani "Giovanni Amendola", INPGI, all’INPS a partire dallo scorso 1° luglio 2022.

Fino al 30 giugno scorso, quindi, è prevista l’applicazione dello statuto e del regolamento INPGI per l’applicazione delle regole su previdenza e assistenza.

Le prestazioni per le quali si applicano le novità sono le seguenti:

  • trattamento di pensione di invalidità, vecchiaia, anzianità e superstiti;
  • trattamento economico in caso di tubercolosi;
  • trattamento in caso di disoccupazione;
  • assegni per il nucleo familiare;
  • ogni altro trattamento previsto da provvedimenti di legge;
  • trattamento in caso di infortunio.

In base a quanto previsto dall’articolo 1, comma 103, della legge numero 234/2021, dal 1° luglio 2022 sono trasferite all’INPS le funzioni che rientravano nella Gestione Sostitutiva dell’AGO INPGI. A partire dallo scorso 1° luglio 2022 hanno cessato di efficacia.

Dal 1° luglio, quindi, i soggetti sono iscritti al Fondo pensioni lavoratori dipendenti, FPLD.

Contributi INPS giornalisti: la gestione sostitutiva dall’AGO fino al 30 giugno 2022

Per le regolarizzazioni o i versamenti relativi ai periodi di competenza fino a giugno 2022, devono essere versati i contributi alla Gestione Sostitutiva dell’AGO INPGI.

I contributi in questione sono i seguenti:

  • IVS al 33 per cento della retribuzione imponibile, di cui il 23,81 per cento a carico del datore di lavoro e il 9,19 per cento a carico del lavoratore;
  • aliquota aggiuntiva IVS dell’1 per cento della retribuzione imponibile ai fini previdenziali, a carico dei giornalisti attivi;
  • aliquota aggiuntiva dell’1 per cento sulle quote eccedenti il limite della prima fascia di retribuzione pensionabile;
  • assicurazione contro la disoccupazione nella misura dell’1,61 per cento.

Il documento di prassi sottolinea, inoltre, quanto di seguito riportato:

“Per i soli rapporti a tempo determinato stipulati con datori di lavoro privati, esclusi quelli in sostituzione di dipendenti assenti, è altresì dovuto un contributo addizionale dell’1,40 per cento.”

Per quanto riguarda, invece, i lavoratori assunti a tempo indeterminato da pubbliche Amministrazioni, devono essere versati i seguenti contributi:

  • fondo di garanzia per il pagamento del TFR nella misura dello 0,30 per cento;
  • assegno nucleo familiare nella misura dello 0,05 per cento;
  • per le aziende soggette alle procedure di CIGS (aziende editrici di giornali quotidiani, giornali periodici e agenzie di stampa a carattere nazionale) anche con meno di 15 dipendenti è dovuto il contributo per ammortizzatori sociali nella misura dell’1 per cento a carico del datore di lavoro;
  • il contributo di solidarietà nella misura del 10 per cento sull’importo dei contributi a carico azienda versati alle forme di previdenza e assistenza integrativa e su altre somme eventualmente corrisposte dal datore di lavoro.

Contributi INPS giornalisti, le istruzioni da seguire a partire dal 1° luglio 2022

Dal 1° luglio 2022 i giornalisti professionisti, praticanti e pubblicisti sono iscritti al Fondo pensioni lavoratori dipendenti, FPLD.

I datori di lavoro devono quindi dotarsi di una matricola DM per il versamento dei contributi.

L’iscrizione al fondo è determinata dalla natura giornalistica del rapporto di lavoro subordinato tra i soggetti in questione, indipendentemente dalla natura giuridica del datore di lavoro.

Sono quindi interessati dalle istruzioni contenute nella circolare:

  • i giornalisti professionisti (legge n. 1564/1951), a decorrere dal 1° gennaio 1952;
  • i praticanti giornalisti (legge 25 febbraio 1987 n. 67, art. 26), a decorrere dal 1° marzo 1987;
  • i giornalisti professionisti tele-cineoperatori (legge n. 67/1987, art. 27), a decorrere dal 1° marzo 1987;
  • i giornalisti pubblicisti (legge 23 dicembre 2000, n. 388, art. 76), a decorrere dal 1° gennaio 2001;
  • il personale iscritto all’Albo nazionale dei giornalisti assunto presso pubbliche Amministrazioni (articolo 9 della legge 7 giugno 2000, n. 150) indipendentemente dal contratto collettivo agli stessi applicato.

Il contributo IVS da corrispondere è determinato come segue:

  • 33 per cento della retribuzione imponibile;
    • di cui il 23,81 per cento a carico del datore di lavoro;
    • il 9,19 per cento a carico del lavoratore.

La circolare specifica inoltre che:

“È altresì previsto, per la predetta categoria di soggetti, il versamento del contributo aggiuntivo a carico del lavoratore nella misura dell’1% sulle quote eccedenti il limite della prima fascia di retribuzione pensionabile di cui all’articolo 3-ter del decreto-legge n. 384/1992.”

Il documento di prassi riporta inoltre le istruzioni su:

  • massimale contributivo;
  • malattia;
  • maternità;
  • contributo di disoccupazione e ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro.

Contributi INPS giornalisti, come compilare il flusso Uniemens

Per la compilazione del flusso Uniemens di competenza di luglio 2022 i datori di lavoro dovranno valorizzare gli elementi, così come avviene per le aziende con dipendenti.

Nell’elemento DenunceMensili devono essere compilati gli elementi DatiMittente e Azienda secondo le regole previste per le aziende DM.

Nell’elemento PosContributiva, in particolare nel campo Matricola, deve essere indicata la matricola identificativa del datore di lavoro.

Per la compilazione si può fare riferimento a quanto riportato nella seguente tabella riassuntiva.

Qualifica Descrizione
P (campo qualifica 1) Giornalista professionista, praticante, pubblicista
F (campo qualifica 2) Tempo pieno
P (campo qualifica 2) Tempo parziale di tipo Orizzontale
V (campo qualifica 2) Tempo parziale di tipo Verticale
M (campo qualifica 2) Tempo parziale di tipo Misto
I (campo qualifica 3) Tempo indeterminato
A (campo qualifica 3) Tempo determinato o contratto a termine per sostituzione di lavoratori assenti
B (campo qualifica 3) Lavoratori assunti a termine nel territorio della provincia di Bolzano
G2 (Tipo Lavoratore) Giornalista professionista iscritto alla evidenza contabile separata FPLD
G3 (Tipo Lavoratore) Giornalista professionista iscritto al FPLD (gestione ordinaria)
G4 (Tipo Lavoratore) Giornalista pubblicista iscritto alla evidenza contabile separata FPLD
G5 (Tipo Lavoratore) Giornalista pubblicista iscritto al FPLD (gestione ordinaria)
G6 (Tipo Lavoratore) Giornalista praticante iscritto alla evidenza contabile separata FPLD
G7 (Tipo Lavoratore) Giornalista praticante iscritto al FPLD (gestione ordinaria)

Per le ulteriori indicazioni riguardo al calcolo dell’imponibile e dei contributi si rimanda al testo integrale della circolare.

INPS - Circolare numero 82 del 14 luglio 2022
Obblighi contributivi relativi ai giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti titolari di un rapporto di lavoro subordinato di natura giornalistica.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network