Contro l’evasione fiscale, un regime premiale: la proposta al Forum Commercialisti

Rosy D’Elia - Commercialisti ed esperti contabili

Contro l'evasione fiscale, un regime premiale: la proposta al Forum Commercialisti 2020. Presto per individuare gli effetti dell'inasprimento delle pene per i reati tributari, ma è tempo di rivedere l'impianto del decreto numero 231 del 2001. Questa il punto di vista de procuratore Francesco Greco durante l'apertura del 3° Forum dei Commercialisti 2020.

Contro l'evasione fiscale, un regime premiale: la proposta al Forum Commercialisti

Contro l’evasione fiscale, un regime premiale e una revisione del sistema che regola la responsabilità amministrativa stabilito dal Decreto legislativo numero 231 del 2001: a proporlo è il procuratore della Repubblica di Milano Francesco Greco durante l’apertura del Forum Commercialisti ed Esperti Contabili 2020, organizzato da Italia Oggi a Milano dal 13 al 15 gennaio 2020.

Protagonista delle giornate è il presente del Fisco, con la Legge di bilancio e il DL Fiscale collegato 2020, su cui l’avvocato Giulio Tremonti non ha risparmiato dure critiche, e il futuro: dove portano le novità e la digitalizzazione del sistema?

Contro l’evasione fiscale, un regime premiale: la proposta al Forum Commercialisti 2020

Ed è proprio con una visione a lungo raggio che il procuratore Francesco Greco propone la sua modifica per contrastare l’evasione fiscale:

“Bisogna creare un diritto premiale, pensate al ravvedimento operoso ma non solo. La società oggi non ha convenienza a collaborare o a facilitare l’amministrazione finanziaria perché comunque ne risponde sempre”.

E argomenta con un esempio pratico. Si pensi a un cambio manageriale.

“Spesso in questi casi si scoprono reati ma non c’è convenienza a farlo emergere perché comunque si risponderebbe delle conseguenze”.

In altre parole è difficile che le irregolarità fiscali emergano se chi succede nella gestione delle società deve farsi carico delle conseguenze degli errori del passato.

E sottolinea:

“Inoltre oggi si creano delle situazioni stratificate tra manager e società, che non può dissociarsi dai propri manager”

Contro l’evasione fiscale, un regime premiale e la revisione del decreto 231

Con l’introduzione di un sistema sanzionatorio più rigido previsto dal Decreto Fiscale 2020, tra le altre novità è stato ampliato il numero dei reati tributari che fanno scattare la responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche secondo il Decreto Legislativo numero 231/2001.

E su un punto il procuratore Francesco Greco, nel suo intervento al Forum dei Commercialisti 2020, non ha dubbi: se da un lato è troppo presto per fare un bilancio sulle modifiche introdotte, dall’altro non c’è tempo da perdere per rivedere l’impianto del Decreto legislativo numero 231 del 2001.

“C’è bisogno di un lifting della legge. Soprattutto adesso che riguarda tutti gli imprenditori, non perché tutti evadono ma perché tutti rischiano di evadere per la complessità del sistema fiscale”.

In una visione più ampia, il procuratore Greco sottolinea: contro l’evasione fiscale c’è bisogno di una collaborazione sempre più stabile tra Amministrazione finanziaria e contribuenti, in cui questi ultimi siano messi in condizione di propendere per una strada di sempre maggiore trasparenza.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it