Comunicazione lavori in condominio 2022, l’Agenzia delle Entrate aggiorna le istruzioni

Anna Maria D’Andrea - Modello 730

Comunicazione lavori in condominio, in vista della scadenza del 16 marzo 2022 l'Agenzia delle Entrate aggiorna le istruzioni e le specifiche tecniche. Tra le novità, le modifiche relative al superbonus 110 per cento per le barriere architettoniche e alla cessione del credito e lo sconto in fattura.

Comunicazione lavori in condominio 2022, l'Agenzia delle Entrate aggiorna le istruzioni

Comunicazione lavori in condominio, con l’avvicinarsi della scadenza del 16 marzo 2022 per la trasmissione dei dati, l’Agenzia delle Entrate aggiorna istruzioni e specifiche tecniche.

Il provvedimento del 14 febbraio 2022 adegua le regole tecniche relative alla comunicazione delle ristrutturazioni in condominio alle ultime modifiche introdotte per l’anno d’imposta 2021 e, in particolare, le novità riguardano il superbonus 110 per cento per le barriere architettoniche e le opzioni relative alla cessione del credito e allo sconto in fattura.

La comunicazione dei lavori condominiali è uno degli adempimenti che ricade in capo agli amministratori di condominio, e che consente all’Agenzia delle Entrate di predisporre il modello 730 precompilato 2022.

La trasmissione dei dati da parte di soggetti terzi apre quindi la lunga stagione dichiarativa.

Comunicazione lavori in condominio 2022, l’Agenzia delle Entrate aggiorna le istruzioni

Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 14 febbraio 2022 adegua le istruzioni tecniche relative alla comunicazione dei lavori in condominio, alla luce delle modifiche apportate per l’anno d’imposta 2021.

Le specifiche tecniche aggiornate accolgono nello specifico due novità, funzionali a consentire la trasmissione di ulteriori informazioni necessarie per rendere più completo il modello 730 precompilato 2022.

La revisione operata dall’Agenzia delle Entrate si inserisce nel solco delle modifiche legate alla normativa sul superbonus 110 per cento, secondo quanto previsto dagli articoli 119 e 121 del decreto Rilancio.

Nello specifico, ai fini della comunicazione dei lavori in condominio in scadenza nel 2022, le novità sono le seguenti:

  • è stato inserito un apposito codice per la comunicazione dei dati relativi all’intervento di “eliminazione delle barriere architettoniche” al fine di poter individuare gli interventi che possono beneficiare della detrazione al 110 per cento con relativa opzione per la cessione del credito o contributo sotto forma di sconto.
  • è stato introdotto altresì un nuovo codice per individuare il caso in cui il contribuente, in relazione ad un singolo intervento, ha optato in parte per il contributo mediante sconto in fattura e in parte per la cessione del credito a soggetti diversi dai fornitori.
Agenzia delle Entrate - provvedimento del 14 febbraio 2022
Comunicazioni all’anagrafe tributaria dei dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali. Modifiche al Provvedimento n. 19969 del 27 gennaio 2017

Comunicazione lavori in condominio 2022, scadenza il 16 marzo

Resta fissata al 16 marzo 2022 la scadenza per l’invio della comunicazione delle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico relative a lavori effettuati sulle parti comuni dei condomini.

Ad effettuare l’invio è l’amministratore di condominio, tenuto a trasmettere esclusivamente in modalità telematica una comunicazione con i dati delle quote a carico di ciascun condominio.

Per l’invio della comunicazione, gli amministratori di condominio possono utilizzare il servizio telematico Entratel o Fisconline, utilizzando i software di compilazione e controllo messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Per quanto riguarda il superbonus e le novità collegate, nelle istruzioni di compilazione delle Entrate si legge che nella comunicazione:

“Devono essere comunque inviati i dati degli interventi che hanno usufruito della detrazione al 110 per cento e per i quali il condominio non ha effettuato pagamenti nell’anno di riferimento per effetto della cessione del credito da parte di tutti i condomini ai fornitori o della fruizione del contributo mediante sconto.”

All’interno del file telematico bisognerà indicare i dati delle spese sostenute al 31 dicembre 2021, prendendo come riferimento le fatture emesse dalla ditta che ha effettuato i lavori di ristrutturazione, quelli ammessi alla detrazione per risparmio energetico e i documenti che attestano il sostenimento della spesa per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

All’interno della comunicazione sarà necessario indicare i dati del condominio (nominativo dello stabile e codice fiscale, qualora sia presente in Anagrafe Tributaria) e dell’amministratore.

Per i condomini minimi sarà necessario flaggare l’apposita voce.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network