Cessioni di benzina e gasolio: istruzioni trasmissione corrispettivi dal 1° luglio 2018

Cessioni di benzina e gasolio per motori: trasmissione telematica dei corrispettivi obbligatoria dal 1° luglio 2018. Istruzioni, regole e soggetti obbligati sono contenuti nella nota dell'Agenzia delle Dogane del 5 luglio 2018.

Cessioni di benzina e gasolio: istruzioni trasmissione corrispettivi dal 1° luglio 2018

Cessioni di benzina e gasolio: è in vigore dal 1° luglio 2018 l’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi.

L’Agenzia delle Dogane, con la nota del 5 luglio 2018, fornisce tutte le istruzioni in merito, partendo dalle regole previste in merito ai soggetti obbligati all’invio a cadenza mensile dei dati dei corrispettivi relativi alle cessioni di benzina e gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori.

L’adempimento è stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2018 e fa parte della nuova normativa prevista per il settore al fine di contrastare l’evasione IVA.

La prima scadenza da rispettare è quella del 31 agosto 2018 ma, in sede di prima applicazione, l’obbligo di trasmissione dei corrispettivi sarà limitato soltanto ad un numero ristretto di distributori e, nello specifico, a quelli ad elevata automazione.

Soltanto i distributori self-service di benzina e gasolio per motori rientrano tra i soggetti individuati dall’Agenzia delle Dogane e dalle Entrate e per la restante platea di impianti l’obbligo di trasmissione dei dati delle cessioni di carburanti sarà estesa in maniera graduale.

Cessioni di benzina e gasolio: regole trasmissione corrispettivi dal 1° luglio 2018

Per il settore carburanti l’obbligo di fattura elettronica non è l’unica novità in vigore dal 1° luglio 2018. Se per il primo degli adempimenti è stata prevista una proroga al 2019, lo stesso non è stato per i distributori di benzina e gasolio per motori obbligati alla trasmissione telematica dei corrispettivi.

Pertanto, l’Agenzia delle Dogane, di concerto con le Entrate, hanno messo a disposizione con la nota prot. 73285/RU del 5 luglio 2018 tutte le istruzioni e le regole da seguire.

Innanzitutto viene chiarito a partire dal 1° luglio 2018 sono obbligati alla trasmissione dei dati dei corrispettivi soltanto i soggetti che gestiscono distributori di benzina e gasolio ad elevata automazione, che erogano unicamente in modalità self-service prepagato muniti di sistemi automatizzati di telerilevazione dei dati di impianto, di terminali per il pagamento tramite accettatore di banconote, moneta elettronica (bancomat, carte di credito, prepagate, etc.) e di sistemi informatici per la gestione in remoto dei dati di carico e di scarico delle quantità di carburante .

I dati dei corrispettivi dovranno essere trasmessi a cadenza mensile entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di riferimento e la prima scadenza da rispettare è quella del 31 agosto 2018.

Istruzioni operative per la trasmissione dei corrispettivi carburanti

I soggetti che gestiscono distributori di carburanti self-service dovranno accedere al servizio di trasmissione dei dati dei corrispettivi, l’applicazione “Corrispettivi distributori stradali di carburanti”, tramite il PUD2 dell’Agenzia delle Dogane.

Per la trasmissione del file bisognerà utilizzare il servizio “invioDistributoriCarburanti” e ad ogni file regolarmente registrato verrà attribuito il codice identificativo IUT (Identificativo Univoco Telematico).

Le istruzioni sono contenute nel Manuale operativo disponibile all’interno del PUD.

La nota delle Dogane ricorda che per l’accesso ai servizi o per delegare altri soggetti all’invio dei dati sarà necessario disporre di identità Spid o di CNS e che in primo luogo sarà necessario nominare il Gestore delle autorizzazioni ai servizi digitali.

Per tutti gli ulteriori dettagli si mette di seguito a disposizione la nota dell’Agenzia delle Dogane del 5 luglio 2018:

PDF - 437 Kb
Agenzia delle Dogane - nota del 5 luglio 2018
Nuovi servizi digitali per la trasmissione dei corrispettivi relativi alle cessioni di benzina e di gasolio - Istruzioni operative