Cassetto Fiscale: accesso ai servizi online delle Entrate anche con SPID

Redazione - Dichiarazioni e adempimenti

Credenziali SPID anche per l'accesso al Cassetto Fiscale: ecco come utilizzare i servizi online dell'Agenzia delle Entrate e fare comunicazioni e dichiarazioni tramite il proprio computer.

Cassetto Fiscale: accesso ai servizi online delle Entrate anche con SPID

Le credenziali SPID aprono anche il Cassetto Fiscale: la novità, introdotta dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 9 aprile 2018, consentirà di accedere ai servizi online del Fisco in maniera facile e veloce.

Per effettuare l’accesso alla propria area riservata ed usufruire dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate basterà essere in possesso di SPID, la chiave unica di accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione.

Le persone fisiche e i soggetti diversi, per il tramite di intermediari incaricati, possono inoltre accedere al Cassetto Fiscale ed utilizzare i servizi telematici del Fisco con il Pin Fisconline, con le credenziali Entratel o Sister o con Smart Card.

Sono 2,3 milioni i cittadini già in possesso di SPID e che potranno utilizzare le credenziali e la propria identità digitale per inviare dichiarazioni, registrare contratti di locazione ed effettuare versamenti.

Un’importante novità che arriva a pochi giorni dalla pubblicazione del modello 730 precompilato e che si lega all’intento di un Fisco ed una PA sempre più a portata di click.

Cassetto Fiscale: accesso ai servizi online delle Entrate anche con SPID

Utilizzare i servizi online dell’Agenzia delle Entrate diventa sempre più facile e veloce. I cittadini in possesso di SPID potranno presentare la dichiarazione dei redditi precompilata, così come registrare contratti di locazione o consultare dati catastali senza dover richiedere ulteriori credenziali.

I servizi web del Fisco entrano a far parte del mondo SPID, grazie alle novità introdotte con provvedimento del 9 aprile 2018 dell’Agenzia delle Entrate. L’accesso con le credenziali uniche per l’accesso ai servizi della PA si affianca alle tradizionali modalità di autenticazione: Fisconline, Entratel, Sister e CNS.

In base a quanto previsto dal provvedimento, l’utilizzo dei servizi disponibili sul Cassetto Fiscale sarà consentito con l’autenticazione SPID agli utenti (direttamente o tramite intermediari) che abbiano preventivamente ottenuto l’abilitazione (Entratel/Sister).

Accedendo all’area riservata tramite l’identità digitale, gli utenti possono ottenere le credenziali Fisconline, da utilizzare per l’invio di file tramite specifici pacchetti software rilasciati dall’Agenzia delle Entrate.

PDF - 402 Kb
Agenzia delle Entrate - provvedimento del 9 aprile 2018
Accesso tramite il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) ai Servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate

Cos’è lo SPID e come richiederlo

Lo SPID è il documento di identificazione online del cittadino che, tramite un unico nome utente ed un’unica password, permette ai cittadini di utilizzare in modo veloce, semplice e sicuro i servizi erogati dalla PA.

Con le credenziali SPID è possibile iscrivere i figli a scuola, prenotare visite in ospedale, richiedere il bonus mamma, così come, a partire dal 2018, registrare i contratti di locazione e presentare la dichiarazione dei redditi precompilata.

Per avere l’identità digitale SPID basterà avere almeno 18 anni ed essere muniti di documento di identità, tessera sanitaria con codice fiscale, indirizzo mail valido e numero di telefono.

La richiesta dovrà essere effettuata registrandosi, a scelta, sul sito di uno degli 8 gestori di identità SPID (Aruba, Infocert, Poste, Sielte, Tim, Register.it, Namirial, Intesa) e seguire i vari step per l’identificazione.

In tal modo sarà possibile richiedere lo SPID di Livello 2, dotato di un elevato livello di sicurezza grazie all’autenticazione a due fattori (password e PIN “dinamico”, ossia che cambia sempre ad ogni accesso), ed è lo stesso già implementato in fase di autenticazione ai servizi “Dichiarazione precompilata” e “Fatture e Corrispettivi”.