Cassa integrazione 2021, lavoratori assunti al 4 gennaio ammessi a beneficiarne

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Cassa integrazione 2021, anche per i lavoratori assunti al 4 gennaio è possibile richiedere l'accesso agli ammortizzatori sociali previsti dall'ultima Legge di Bilancio. A chiarirlo è l'INPS con la circolare numero 28 del 17 febbraio 2021.

Cassa integrazione 2021, lavoratori assunti al 4 gennaio ammessi a beneficiarne

Cassa integrazione 2021, accesso più ampio agli ammortizzatori sociali: via libera alla richiesta di tutele anche per i lavoratori assunti al 4 gennaio, e non al 1° come indicato nella Legge di Bilancio: a confermare la possibilità di beneficiare di CIG, ordinaria e in deroga, assegno ordinario e CISOA, cassa integrazione per il settore agricolo, anche per coloro che sono entrati a far parte delle aziende nei primi giorni dell’anno è l’INPS con la circolare numero 28 del 17 febbraio 2021.

Con il documento, l’Istituto ha fornito una panoramica su una serie di strumenti a sostegno dei datori di lavoro in difficoltà messi in campo con la legge numero 178 del 30 dicembre 2020, l’ultima Manovra approvata.

Cassa integrazione 2021 e data di assunzione: le precisazioni INPS

Non solo nuove settimane di cig con causale Covid accessibili fino al 31 marzo 2021 o fino al 30 giugno 2021, ma anche una proroga della cassa integrazione per i call center e per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale, della CIGS per cessazione di attività e per le imprese con rilevanza economica strategica, sono diversi gli interventi della Legge di Bilancio 2021 sul fronte degli ammortizzatori sociali.

E la circolare numero 28 del 17 febbraio 2021 fa una panoramica completa passando a rassegna le diverse misure, e aggiungendo una precisazione sulla data di assunzione dei lavoratori che possono beneficiarne.

All’articolo 1, comma 305 della Legge numero 178 del 2020 si legge:

“I benefici di cui ai commi da 299 a 314 del presente articolo sono riconosciuti anche in favore dei lavoratori assunti dopo il 25 marzo 2020 e in ogni caso in forza alla data di entrata in vigore della presente legge”.

Ma l’INPS dopo un confronto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali corregge la data ampliando la platea di potenziali beneficiari:

“Al fine di rendere maggiormente fruibili le misure di sostegno per l’intero periodo della loro operatività, su conforme parere del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, si precisa che i citati trattamenti di cassa integrazione salariale (ordinaria e in deroga), assegno ordinario e CISOA, previsti dalla legge n. 178/2020, trovano applicazione - in tutti i settori di attività - ai lavoratori che risultano alle dipendenze dei datori di lavoro richiedenti la prestazione al 4 gennaio 2021”.

Cassa integrazione 2021, lavoratori assunti al 4 gennaio ammessi a beneficiarne

Due sono le considerazioni che hanno portato a concedere 3 giorni in più:

  • in alcuni ambiti, e specialmente nel settore agricolo, le assunzioni a tempo determinato avvengono annualmente con una durata temporale dei rapporti di lavoro che, nella maggior parte dei casi, si articola da gennaio a dicembre;
  • essendo venerdì il 1° gennaio 2021, il primo giorno lavorativo utile per l’instaurazione dei rapporti di lavoro è stato il 4 gennaio 2021.

In altre parole la precisazione sul via libera alla fruizione della cassa integrazione 2021 anche per i lavoratori assunti al 4 gennaio 2021 colma la distanza tra teoria e pratica emersa con la scrittura della norma.

Si corregge il tiro anche sul precedente messaggio numero 406 del 29 gennaio 2021 che forniva le prime istruzioni sull’accesso alla CIG con la nuova causale COVID 19 L. 178/20 e indicava la possibilità di accedere agli ammortizzatori sociali solo per i lavoratori in forza al 1° gennaio 2021.

Infine, l’Istituto si sofferma poi anche su due casi particolari e chiarisce come individuare se il lavoratore può essere ammesso o meno alle tutele in base alla data di assunzione:

  • trasferimento di azienda ai sensi dell’articolo 2112 c.c.;
  • assunzioni a seguito di cambio di appalto.

Restano applicabili le regole già chiarite in precedenza: si computa anche il periodo durante il quale il lavoratore stesso è stato impiegato presso il precedente datore di lavoro.

Tutti i dettagli sulla cassa integrazione 2021 nel testo integrale della circolare numero 28 del 17 febbraio 2021.

INPS - Circolare numero 28 del 17 febbraio 2021
Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (legge di bilancio 2021). Sintesi dei principali interventi in materia di ammortizzatori sociali e di misure a sostegno del reddito previsti per l’anno 2021. Nuove disposizioni in materia di integrazioni salariali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network