Bonus caldaie 2018: cos’è, importo e chi può richiederlo

Bonus caldaie 2018: si potrà beneficiare di una detrazione Irpef del 65% ma soltanto per determinate tipologie di acquisto. Ecco importo e chi può richiederlo.

Bonus caldaie 2018: cos'è, importo e chi può richiederlo

Bonus caldaie 2018: torna anche il prossimo anno la detrazione fiscale fino al 65% per le spese di acquisto di caldaie ad alta efficienza energetica.

Si tratta di una delle novità sull’Ecobonus previste dalla Legge di Bilancio 2018 e attualmente approvate in Commissione alla Camera. L’importo dello sconto fiscale, tuttavia, non sarà uguale per tutti e dipenderà dalla classe energetica della caldaia.

Si avrà diritto ad una detrazione fiscale Irpef di importo pari al 50% o al 65% ma esclusivamente per le caldaie di classe A. Lo sconto sarà maggiore nel caso di rispetto di specifici requisiti, con una corsia privilegiata per gli impianti a maggior efficienza energetica.

Di seguito una guida a chi potrà richiedere il bonus caldaia per gli acquisti effettuati dal 1° gennaio 2018, le novità introdotte, quali sono le spese che danno diritto alla detrazione fiscale del 65% e quando invece l’importo scenderà al 50%.

Bonus caldaie 2018: cos’è, importo e chi può richiederlo

Per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2018 il bonus caldaie darà diritto ad una detrazione Irpef fino al 65%.

La novità è stata inserita dal Governo nel corso della discussione della Legge di Bilancio 2018 e rientra tra le agevolazioni del pacchetto Ecobonus.

Tuttavia, mentre per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2017 la detrazione per lavori volti a migliorare le prestazioni energetiche è pari al 65% per tutti, a partire dal prossimo anno l’importo dello sconto verrà differenziato.

La detrazione alla quale si avrà diritto con il bonus caldaia 2018 sarà pari al:

  • 50% della spesa per le caldaie a condensazione di classe energetica A;
  • 65% della spesa per caldaie di classe A dotate di sistemi di termoregolazione evoluti o per impianti di riscaldamento costituiti da un sistema integrato tra caldaia e condensazione e pompa di calore (sistemi ibridi).

In pratica si avrà diritto allo sconto massimo del 65% esclusivamente per gli acquisti che consentono di beneficiare del maggior risparmio energetico possibile, ad esempio installando le nuove termovalvole.

Bonus caldaie classe A 2018: detrazione soltanto per sistemi efficienti

Restano totalmente fuori dalla possibilità di beneficiare della detrazione fiscale le caldaie di classe inferiore alla A. Pertanto, per le spese differenti (come ad esempio le caldaie di classe B) sostenute a partire dal 1° gennaio 2018 non si avrà diritto all’Ecobonus.

L’Ecobonus così come previsto attualmente dalla Legge di Bilancio 2018 premia esclusivamente le spese per interventi che garantiranno un reale risparmio energetico.

Le novità sono molte. Oltre alla sostituzione della caldaia, la detrazione Irpef prevista non sarà più pari al 65% per tutti i lavori effettuati ma passerà al 50% per:

  • sostituzione e posa in opera di infissi;
  • installazione schermature solari.

Si attende a tal proposito la pubblicazione del DM con tutte le regole sui lavori ammessi all’Ecobonus dopo l’approvazione della Legge di Bilancio 2018. Per il momento i lettori interessati ad approfondire possono far riferimento alla guida aggiornata con tutte le ultime novità.