Bonus 1.000 euro DL Agosto, domanda con esito negativo: 20 giorni per il riesame

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Bonus 1.000 euro DL Agosto, domanda con esito negativo: 20 giorni a disposizione per proporre il riesame e fornire i documenti necessari a sciogliere i nodi. Le istruzioni per procedere nel messaggio INPS numero 143 del 15 gennaio 2021.

Bonus 1.000 euro DL Agosto, domanda con esito negativo: 20 giorni per il riesame

Bonus 1.000 euro DL Agosto, chi ha inviato la richiesta d’accesso all’INPS e ha ricevuto o sta ricevendo esito negativo ha 20 giorni a disposizione, per chiedere il riesame e fornire documenti integrativi per dimostrare di essere in possesso dei requisiti richiesti. Oltre la scadenza, la domanda risulta respinta.

Con il messaggio numero 143 del 15 gennaio 2021, l’Istituto fornisce le istruzioni da seguire per procedere e specifica che in alcuni casi, quando la risposta ricevuta è reiezione forte, l’unica strada per provare a ottenere il beneficio è l’azione giudiziaria.

I lavoratori interessati dal riesame della domanda del bonus 1.000 euro del DL Agosto sono i potenziali destinatari della misura:

  • lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • lavoratori dello spettacolo;
  • lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali.

Bonus 1.000 euro DL Agosto, domanda con esito negativo: le cause

Le domande del bonus 1.000 euro inviate dagli aspiranti beneficiari sono state messe sotto la lente di ingrandimento per verificare, con controlli automatici, il possesso dei requisiti e l’eventuale presenza di elementi non cumulabili o incompatibili con l’indennità Covid.

Coloro che hanno inoltrato la richiesta possono controllare l’esito della domanda sul portale INPS seguendo il percorso dedicato:

  • Covid-19: tutti i servizi,
  • servizio Indennità 600/1.000 euro;
  • Esiti.

Il percorso è accessibile sia dal cittadino direttamente che tramite il patronato.

Con il messaggio numero 143 del 15 gennaio 2021, l’INPS mette in chiaro le motivazioni per cui le domande del bonus 1.000 euro possono essere state respinte.

In linea generale non vengono accettate le richieste che non superano i controlli inerenti all’accertamento dei requisiti previsti. Nello specifico sono oltre 30 le cause che hanno potuto determinare un esito negativo, riassunte nella tabella allegata alla comunicazione INPS.

INPS - Messaggio INPS numero 143 del 15 gennaio 2021
ESITI DI REIEZIONE DELL’INDENNITÀ ONNICOMPRENSIVA E DOCUMENTAZIONE RICHIESTA.

Sui lavoratori dello spettacolo, si specifica:

“La titolarità di un rapporto di lavoro dipendente, a differenza di quanto indicato nella circolare n. 125/2020, a seguito di successive precisazioni fornite dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, già trasmesse alle Strutture territoriali, deve essere verificata al 19 maggio 2020, in linea con quanto previsto dal comma 11 dell’articolo 84 del decreto-legge n. 34/2020, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 126/2020, e che il rapporto di lavoro oggetto di verifica deve essere esclusivamente quello a tempo indeterminato, diverso dal contratto intermittente di cui agli articoli 13, 14, 15, 17 e 18 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, senza corresponsione dell’indennità di disponibilità di cui all’articolo 16 del medesimo decreto, secondo quanto previsto dall’articolo 15-bis del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176”.

Bonus 1.000 euro DL Agosto, domanda con esito negativo: 20 giorni per il riesame

Se i lavoratori che hanno presentato domanda per il bonus 1.000 euro del Decreto Agosto hanno intenzione di chiedere il riesame della reiezione, devono presentare i documenti necessari a dimostrare il possesso dei requisiti.

Ma il messaggio INPS mette in guardia:

“Si precisa che, per tutte le “reiezione forti” (come individuate nell’Allegato n. 1) il richiedente, avverso tali provvedimenti di reiezione, può proporre azione giudiziaria (cfr. il paragrafo 9 della circolare n. 125/2020 e il messaggio n. 4358 del 2020)”.

La scadenza, termine da considerare non perentorio, per chiedere il riesame è fissata dopo 20 giorni:

  • a partire da oggi, 15 gennaio 2021, se la notifica di reiezione è stata già ricevuta;
  • a partire dalla data di notifica se successiva.

Oltre questo periodo, se l’interessato non trasmette la documentazione richiesta, la domanda deve intendersi respinta.

Due sono le modalità per l’invio:

  • attraverso il link “Esiti” nella stessa sezione del sito INPS in cui è stata presentata la domanda “Indennità 600/1000 euro” grazie ad un’apposita funzionalità, che permette di visualizzare i motivi di reiezione e consente di allegare i documenti richiesti per il riesame;
  • casella di posta istituzionale dedicata, denominata [email protected], istituita per ogni Struttura territoriale dell’INPS.

Maggiori dettagli nel testo integrale del messaggio numero 143 del 15 gennaio 2021.

INPS - Messaggio numero 143 de l15 gennaio 2021
Indennità COVID-19 prevista dall’articolo 9 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126. Gestione delle istruttorie relative agli eventuali riesami.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network