Domanda bonus 1.000 euro, si avvicina la scadenza: quali sono i lavoratori interessati?

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Domanda bonus 1.000 euro: si avvicina la scadenza del 18 dicembre 2020. Dopo il termine ultimo del 13 novembre 2020 per l'indennità una tantum prevista dal DL Agosto, il 30 novembre era prevista quella del Decreto Ristori. Dall'INPS, però, è arrivata la proroga e nel frattempo è stato approvato il Decreto Ristori quater che prevede un'altra tornata di aiuti. Quali sono i lavoratori interessati e come orientarsi tra le date?

Domanda bonus 1.000 euro, si avvicina la scadenza: quali sono i lavoratori interessati?

Domanda bonus 1.000 euro, come per il mese scorso, anche a dicembre è prevista una doppia scadenza per i lavoratori dello spettacolo, del turismo e non solo che hanno intenzione di accedere all’indennità una tantum.

Proviamo a fare ordine, partendo dal mese di novembre: il 13 novembre 2020 ha segnato il termine ultimo per richiedere l’indennità una tantum prevista dal Decreto Agosto, mentre il 30 novembre era prevista la scadenza per accedere alle somme stanziate con il Decreto Ristori.

Sulla data ultima, però, è arrivata una proroga al 18 dicembre 2020 e, diversamente dalle disposizioni inserite nel testo del DL numero 137 del 2020, il 30 novembre 2020 ha segnato l’avvio e non la chiusura delle domande.

Nel frattempo, sempre nella stessa giornata del 30 novembre 2020, è arrivato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ristori quater che prevede una nuova tornata di aiuti replicando ancora una volta l’indennità una tantum introdotta dal Decreto Agosto.

Dai lavoratori dello spettacolo a quelli del turismo, passando per gli autonomi particolarmente danneggiati dall’emergenza coronavirus, la platea di lavoratori destinatari dei tre bonus è ampia. Ma non tutti devono presentare domanda.

Continua ad applicarsi il meccanismo consolidato dall’inizio dell’emergenza:

  • chi ha già ottenuto altre misure di sostegno simili riceve l’indennità automaticamente;
  • chi lo deve ricevere per la prima volta deve presentare un’apposita domanda all’INPS.

Domanda bonus 1.000 euro in scadenza il 18 dicembre: proviamo a fare ordine tra Decreto Ristori e Ristori quater

Andando in ordine cronologico, il 13 novembre 2020 sono scadute le domande per il bonus 1.000 euro previsto dall’articolo 9 del DL numero 104 del 2020, il Decreto Agosto.

Chi non ha richiesto l’indennità una tantum, se rispetta i requisiti per ottenerla, ha ancora due opportunità per farlo:

  • la scadenza del 18 dicembre 2020 che riguarda il bonus 1.000 euro del Decreto Ristori;
  • la scadenza del 15 dicembre 2020 che riguarda il bonus 1.000 euro del Decreto Ristori quater.
Bonus 1.000 euro lavoratori autonomi, stagionali, spettacolo e turismoScadenzaServizio attivo
Articolo 9 DL 104 del 2020, Decreto Agosto 13 novembre 2020 Servizio online attivato e chiuso
Articolo 11 DL numero 137 del 2020, Decreto Ristori 18 dicembre 2020 (inizialmente fissata al 30 novembre 2020) Servizio online attivo dal 30 novembre
Articolo 9 DL numero 157 del 2020, Decreto Ristori quater 15 dicembre 2020 Servizio non ancora attivo

Le date previste sembrano avere una tabella di marcia invertita, appare alquanto inverosimile che la scadenza per l’accesso al bonus introdotto per ultimo sia più vicina. Ma questo è il calendario che deriva attualmente incrociando le indicazioni dell’INPS e il testo del DL numero 157 del 2020.

All’articolo 9, infatti, si legge:

“Le indennità di cui ai commi 1, 2, 3, 5 e 6 non sono tra loro cumulabili. La domanda per le indennita’ di cui ai commi 2, 3, 5 e 6 è presentata all’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) entro il 15 dicembre 2020 tramite modello di domanda predisposto dal medesimo Istituto e presentato secondo le modalita’ stabilite dallo stesso”.

Il testo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale solo ieri, 30 novembre, nella stessa data in cui l’INPS ha dato il via alle domande per l’accesso al bonus previsto dal Decreto che ha inaugurato la serie dei “Ristori”.

È possibile, quindi, che sul punto arrivino delle istruzioni operative o con una proroga della seconda data o con una sovrapposizione dei due periodi.

Domanda bonus 1.000 euro in scadenza il 18 dicembre: quali sono i lavoratori interessati?

Nel frattempo con la notizia del 30 novembre, l’INPS ha dato il via alla domanda di accesso al bonus 1.000 euro del primo Decreto Ristori destinato alle seguenti categorie di lavoratori:

  • stagionali o lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • stagionali di settori diversi dal turismo e dagli stabilimenti termali;
  • intermittenti;
  • autonomi occasionali;
  • incaricati di vendita a domicilio;
  • lavoratori dello spettacolo con almeno sette contributi giornalieri nel 2019 e con un reddito derivante non superiore a 35.000 euro;
  • lavoratori dello spettacolo con almeno 30 contributi giornalieri nel 2019 e con un reddito derivante non superiore a 50.000 euro;
  • lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali.

Bisogna specificare, però, che non tutti i lavoratori interessati devono richiedere gli importi a cui hanno diritto:

  • i lavoratori già beneficiari del bonus 1.000 euro del Decreto Agosto stanno ricevendo il pagamento senza dover presentare una nuova domanda;
  • i lavoratori che non hanno beneficiato dell’indennità onnicomprensiva del decreto Agosto devono presentare la domanda per il riconoscimento della nuova prestazione.

I pagamenti arriveranno entro l’anno, ha fatto sapere l’INPS. E lo stesso meccanismo automatico si applicherà anche per l’erogazione delle risorse del Decreto Ristori quater.

Le modalità da seguire per chi deve presentare domanda sono quelle già previste per altre tipologie di indennità corrisposte dall’inizio dell’emergenza coronavirus.

Al portale è necessario accedere con una delle seguenti credenziali:

  • PIN INPS;
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

In alternativa la richiesta dell’indennità può essere inoltrata tramite il servizio di Contact Center integrato, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).

Una volta all’interno, è necessario seguire la procedura guidata suggerita dalla piattaforma e compilare il modulo di domanda in ogni sua parte prima dell’invio.

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità fiscali e del lavoro è possibile iscriversi gratuitamente al canale YouTube di Informazione Fiscale:


Iscriviti al nostro canale

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network