Bando ISI INAIL 2021, per le imprese negli elenchi provvisori scadenza 10 febbraio per la documentazione

Alessio Mauro - Leggi e prassi

La pubblicazione degli elenchi cronologici provvisori di accesso ai finanziamenti del bando ISI INAIL 2021 ha aperto l'ultima fase dell'iter di domanda: scadenza 10 febbraio 2023 per le imprese interessate che devono inviare la documentazione, prorogato il termine originario del 20 gennaio

Bando ISI INAIL 2021, per le imprese negli elenchi provvisori scadenza 10 febbraio per la documentazione

Dopo la pubblicazione da parte dell’INAIL degli elenchi cronologici provvisori delle imprese ammesse a beneficiare del Bando ISI 2021, arrivano ancora novità sul lungo iter di accesso ai finanziamenti

La scadenza da rispettare per inviare la documentazione viene prorogata dal 20 gennaio al 10 febbraio alle ore 18.

Sostenere progetti finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici e, nel caso delle micro e piccole imprese agricole, investimenti per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro più sostenibili e più sicuri è l’obiettivo dell’iniziativa che mette in campo 274 milioni di euro.

La tabella di marcia, così come rivista con l’avviso del 23 dicembre 2022, interessa le aziende che hanno presentato domanda in occasione del click day del 16 novembre scorso e che risultano idonee.

Per poter beneficiare dei contributi, da 1.000 a 130.000 euro, è necessario inoltrare la documentazione a completamento dell’istanza entro i nuovi termini.

Asse di finanziamentoPercentuale massima di spese coperte dal finanziamentoValore del finanziamentoBeneficiari
1.Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale 65 per cento Da un minimo di 5.000 a un massimo di 130.000 euro Tutte le imprese. Escluse micro e piccole imprese dalla produzione primaria dei prodotti agricoli e destinatari esclusivi dei progetti per specifici settori di attività
2.Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) 65 per cento Da un minimo di 5.000 a un massimo di 130.000 euro Tutte le imprese ed Enti del Terzo Settore. Escluse micro e piccole imprese dalla produzione primaria dei prodotti agricoli e destinatari esclusivi dei progetti per specifici settori di attività
3.Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto 65 per cento Da un minimo di 5.000 a un massimo di 130.000 euro Tutte le imprese
4.Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività 65 per cento Da un minimo di 2.000 a un massimo di 50.000 euro Solo micro e piccole imprese impegnate in attività di raccolta e smaltimento rifiuti/risanamento e altri servizi di gestione rifiuti
5.Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli 40 per cento per le imprese agricole e 50 per cento per i giovani agricoltori Da un minimo di 1.000 a un massimo di 60.000 euro Micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli

Non ci sono limiti minimi per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

Bando ISI INAIL 2021: dopo gli elenchi provvisori, scadenza 20 gennaio per l’invio della documentazione

Come si legge nella notizia pubblicata il 7 dicembre 2022, l’INAIL ha pubblicato gli elenchi cronologici provvisori delle istanze di accesso ai finanziamenti del bando ISI inoltrate il 16 novembre 2022.

Le liste, disponibili nella sezione del portale dedicata all’iniziativa, seguono l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Ogni richiesta è contrassegnata da una lettera che indica l’esito.

LetteraEsito
S collocate in posizione utile per l’ammissibilità al finanziamento
S-REC subentrate in posizione utile per l’ammissibilità al finanziamento, a seguito del recupero reso possibile dall’esclusione delle domande annullate per violazione delle Regole tecniche in applicazione dell’art. 14 del bando Isi 2021
N ritenute provvisoriamente non ammissibili per carenza di fondi

Entro la scadenza del 10 febbraio 2023 alle ore 18, inizialmente prevista al 20 gennaio, le imprese che hanno inviato una domanda contrassegnata dal codice “S” o “S-REC” devono inviare il modulo A e tutta la documentazione richiesta nell’Avviso pubblico di riferimento per poter ottenere i finanziamenti del bando ISI INAIL 2021.

L’iter di domanda per ottenere gli incentivi alla realizzazione dei progetti per il miglioramento della salute e della sicurezza sul lavoro, però, non si conclude con questa data.

Soltanto il 21 marzo 2023 l’INAIL pubblicherà gli elenchi cronologici definitivi relativi al bando ISI 2021: anche questa data è stata spostata in avanti dall’avviso INAIL del 23 dicembre, in prima battuta era fissata 28 febbraio.

Le imprese che in questa fase non risultano ammesse per carenze potrebbero essere incluse in seconda battuta nella platea di potenziali beneficiarie e chiamate a completare le domande con l’invio della documentazione integrativa.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network